Sibeg, nuove minilattine |Al via la produzione - Live Sicilia

Sibeg, nuove minilattine |Al via la produzione

Sessantamila lattine di CocaCola ogni ora: le produrrà la Sibeg nell'impianto inaugurato oggi

0 Commenti Condividi
Sibeg lattine

Il taglio del nastro della nuova linea di lattine

CATANIA – Sessanta mila lattine Coca Cola l’ora: questa la produzione del nuovo impianto Sibeg inaugurato stamattina a Catania. Numeri che fanno girar la testa: otto milioni di casse l’anno da 24 lattine ciascuna, oltre 12 milioni di euro di investimento.

L’inaugurazione si è svolta con la benedizione dell’Arcivescovo di Catania mons. Salvatore Gristina alla presenza di Maria Cristina Elmi Busi Ferruzzi e Luca Busi, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Sibeg, del sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, di Giuseppe Castiglione e di molte altre autorità.

Congiuntura economica a parte Sibeg guarda molto lontano, certa che la “crisi” ben presto sarà solo un brutto ricordo. Scommette, quindi, sulla nuova linea di produzione di lattine di Coca-Cola promettendo risultati importanti. Dopo Corfinio, Marcianise, Nogara, arriva a Catania il quarto impianto in Italia, l’unico a livello nazionale che produce il formato mini can da 150 ml. In questo modo Sibeg, già imbottigliatore e distributore ufficiale dei prodotti “The Coca-Cola Company” nell’isola, potrà soddisfare autonomamente la domanda di “rossa” del mercato regionale.

L’azienda siciliana porta, quindi, a compimento uno degli obiettivi primari dell’ambizioso piano di sviluppo “Tetris” cominciato nel 2010, con un budget di 28 milioni di euro, ideato per “potenziare la capacità produttiva e completare la gamma delle produzioni svolte all’ interno dello stabilimento di Catania” – ha affermato Natale Lia, direttore generale.

Una storia di oltre mezzo secolo quella che lega il marchio più famoso al mondo alla Sicilia: 1960 – 2013, l’arco temporale che ha portato lo stabilimento Sibeg, di proprietà Busi, già imprenditori, a spiccare il volo. Dopo il restyling dell’azienda nel rispetto dei principi di bioarchitettura austriaca, nel 2011 avviene il passaggio di consegne al figlio, Luca cresciuto a pane e coca cola.

La determinazione (genetica), l’entusiasmo (giovanile) e chissà … magari pure un pizzico di fortuna (!) danno ragione al giovane amministratore delegato che in meno di dieci anni riesce a raggiungere un incremento del 45% e ad ampliare il portafoglio prodotti con bevande gassate come Coca-Cola Zero, Sprite Zero e Fanta Zero e non gassate, quali Nestea, Powerade, Amita, Burn.

Iniziano le grandi sponsorizzazioni di eventi musicali, culturali, sportivi, valore aggiunto di Sibeg, neonato centro di eccellenza per qualità del prodotto, dei processi e della sicurezza sia ambientale che dei lavoratori.

Ultimo ma non per ultimo, nel curriculum di Sibeg si legge l’ingresso di nuovo impianto di trattamento acque che utilizza la tecnologia più avanzata (MBR) garantendo un refluo allo scarico con caratteristiche ben sotto la soglia massima accettata dalle attuali normative. L’impianto reflui permette di realizzare il progetto “Fish life”: un grande acquario alimentato dalle acque provenienti dallo scarico del trattamento acque dove troveranno spazio e vita pesci.

Qualità del prodotto, campagna marketing rigorosamente nostrana e tutela dell’ambiente sono appunto “i fattori in più” su cui insiste, a buon diritto, Luca Busi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *