Covid, le zone arancioni in Sicilia e i Comuni più a rischio

Covid, le zone arancioni in Sicilia e i Comuni più a rischio

L'elenco di chi ha cambiato colore e di chi potrebbe cambiarlo a breve.
CORONAVIRUS
di
0 Commenti Condividi

Il Comune di Nicolosi, in provincia di Catania, da domani sarà in zona arancione, come ha specificato una stringata nota della Regione che stabilisce le regole da seguire. Non è e non resterà il solo. Nel suo ultimo rapporto sull’osservazione del Covid in Sicilia il Dasoe – il dipartimento dell’assessorato che fa materialmente i conti con il coronavirus – mette in chiaro le cose: “Nel periodo in questione la maggiore incidenza (valori superiori a 250 casi per 100.000 abitanti) si è registrata nei Comuni di Limina, Mistretta, Monforte San Giorgio, Reitano, Acquaviva Platani, Nicolosi, Valdina, Savoca, Milo, Gaggi, Francofonte, Castel di Iudica, Sant’Alfio e Sortino”.

Nuove zone arancioni

Infatti, il giorno dopo, ecco che giunge – è di oggi una nuova nota di Palazzo d’Orleans: “I comuni di Limina e Monforte San Giorgio, in provincia di Messina, da domenica 14 novembre saranno in ‘zona arancione’. Lo prevede l’ordinanza appena firmata dal presidente della Regione, Nello Musumeci, su proposta del dipartimento regionale Asoe. Le misure restrittive anti Covid, a causa dell’alto numero di positivi in rapporto ai vaccinati, saranno in vigore fino a mercoledì 24 novembre (compreso)”.

Chi rischia di cambiare colore

Chi può cambiare colore? Ci sono dei criteri, stabiliti a livello nazionale e declinati a livello regionale, che, in realtà, danno una certa flessibilità nelle scelte. Per esempio, soprattutto a livello locale, contano i contagi, ma conta anche il numero dei vaccinati e il reciproco rapporto. A Nicolosi, che diventa zona arancione, abbiamo il 70,96% di vaccinati con una sola dose e il 67,71% di immunizzati, che hanno completato il ciclo vaccinale. Una percentuale non ‘di sicurezza’ che, con la risalita dei contagi, ha portato all’ordinanza del presidente della Regione. Più alte, in verità, le percentuali dei vaccinati dei nuovi ingressi del club. Verosimilmente i casi sono in forte crescita dal punto di vista dell’incidenza.

I vaccinati nei comuni ‘a rischio’

Spulciando il rapporto del Dasoe, nei Comuni con quell’incidenza alta, si nota che la percentuale dei vaccinati è diversa. Ecco l’elenco con le province di pertinenza Limina ME: 85,90 per cento una dose, 83,55 per cento immunizzati. Mistretta ME: 89,30% una dose, 87.36% immunizzati. Monforte San Giorgio ME: 72,75% una dose, 70,43% immunizzati %. Reitano ME: 83,89% una dose, 81% per cento immunizzati. Acquaviva Platani CL: 94,98% una dose, 92,89% immunizzati. Valdina ME: 70,48% una dose, 67,43% immunizzati. Savoca ME: 66,80% una dose, 63,62% immunizzati. Milo CT: 81,97%, 79,96% immunizzati. Gaggi ME: 65,54% una dose, 61,22% immunizzati. Francofonte SR: 72,26% una dose, 68,48% immunizzati. Castel di Iudica CT: 72,18% una dose, 67,75% immunizzati. Sant’Alfio CT: 73,93% una dose, 71,69% immunizzati. Sortino SR: 83,28% una dose, 79,54% immunizzati.

L’andamento del Covid in Sicilia

“L’incidenza cumulativa nel periodo di riferimento – si legge nelle conclusioni – mostra una chiara tendenza all’incremento rispetto alle settimane precedenti con il valore di 61,68/100000. Nella settimana in questione il rischio più elevato, in termini di nuovi casi su popolazione residente, si registra nelle province di Catania (105,5 nuovi casi su 100.000 abitanti), Messina (98,6) e Siracusa (86,7). L’incidenza specifica per età più alta, nel periodo in esame, si registra nella fascia di età scolare (11/13 anni). A seguito del rialzo dei nuovi casi rispetto, al minimo raggiunto ad ottobre, si conferma un incremento seppure limitato di nuove ospedalizzazioni con ricadute sulla prevalenza di occupazione dei posti letto. L’ospedalizzazione interessa prevalentemente (81%) soggetti non vaccinati. Resta stabile la letalità. Nella settimana corrente si apprezza un significativo aumento delle prime dosi somministrate (32,73%) che ha interessato tutte le fasce di età”.

(foto generica d’archivio)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.