Spatuzza testimonierà |al processo Mori - Live Sicilia

Spatuzza testimonierà |al processo Mori

Chiesta l'acquisizione al fascicolo del processo delle intercettazioni di Mario Mori, Giuseppe De Donno e Marcello Dell'Utri. Dietro richiesta del pm Nino Di Matteo, la corte ha disposto che siano sentiti il colonnello dell'Arma Antonello Angeli e il pentito Gaspare Spatuzza.

0 Commenti Condividi

PALERMO – Le conversazioni telefoniche intercettate tra Mario Mori e Giuseppe De Donno e quelle tra quest’ultimo e Marcello Dell’Utri, l’audizione del colonnello dell’Arma Antonello Angeli -l’uomo non avrebbe sequestrato il papello a casa di Massimo Ciancimino – e quella del collaboratore di giustizia Gaspare Spatuzza. Sono le nuove fonti di prova che stamattina il pm Antonino Di Matteo ha chiesto di acquisire alla quarta sezione penale del tribunale di Palermo.

Davanti la corte presieduta dal giudice Mario Fontana è ricominciato infatti il processo contro gli ex alti ufficiali del Ros Mario Mori e Mauro Obinu, accusati di favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra per il mancato arresto di Bernardo Provenzano a Mezzojuso nel 1995. L’accusa ha anche richiesto di acquisire un’intervista a Radio Corriere Tv di Luciano Violante dell’agosto del ’93, e la richiesta di rinvio a giudizio dell’indagine sulla Trattativa Stato-mafia, emessa dalla stessa procura nel luglio scorso. Da diversi mesi il processo contro Mori e Obinu si è infatti incrociato con l’indagine sul presunto “patto” tra pezzi delle istituzioni e Cosa nostra, in cui lo stesso ex generale Mori risulta indagato. Il legale di Mori, l’avvocato Basilio Milio, ha dato il via libera soltanto all’audizione di nuovi testi, chiedendo tempo per studiare le intercettazioni del suo cliente.

Milio ha anche chiesto l’audizione del dottor Franco Cardella, del dottor Gioacchino Natoli e di Tito Di Maggio, fratello di Francesco, l’ex vice dirigente del Dap scomparso nel 1996, che secondo la procura sarebbe uno degli artefici della mancata proroga di oltre trecento provvedimenti di carcere duro per detenuti mafiosi nel novembre del 1993.

La corte, infine, ha dato il via libera all’esame dei testi, chiedendo anche l’acquisizione della sentenza d’appello del 2003 del procedimento contro Giulio Andreotti, condannato e prescritto per associazione mafiosa fino al 1980, e assolto per il periodo successivo. Il processo è stato aggiornato al 5 ottobre, data in cui sarà ascoltato in aula il colonnello Angeli e il collaboratore Gaspare Spatuzza in video conferenza.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *