Tassa sulla plastica | Le novità della manovra - Live Sicilia

Tassa sulla plastica | Le novità della manovra

La misura ecologica inserita in finanziaria non convince tutti.

AMBIENTE
di
1 Commenti Condividi

Il governo italiano inasprisce i toni della guerra alla plastica, e inserisce nella manovra 2020 la ‘plastic tax’ da un euro al chilo sugli imballaggi. La misura, prevista a partire da giugno dell’anno prossimo, sarebbe una delle poche del genere in Europa.

La tassa ha già fatto infuriare Confindustria, secondo cui “non ha finalità ambientali, penalizza i prodotti e non i comportamenti e rappresenta unicamente un’imposizione diretta a recuperare risorse ponendo ingenti costi a carico di consumatori, lavoratori e imprese”. L’importanza di un sostegno alle imprese nella transizione ecologica è stata sottolineata anche dal ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, che ha proposto l’apertura di tavoli specifici al ministero dello Sviluppo economico.

“La tassa sulla plastica è una misura giusta e va fatta –  replica invece il presidente nazionale di Legambiente, Stefano Ciafani –, anche se sarebbe opportuno modularla”. L’idea di Ciafani è di applicare la plastic tax a tutti i manufatti in generale, “ma certamente non per i manufatti che provengono dalla plastica riutilizzata e per quelli fatti di materiali compostabili. Dobbiamo penalizzare ciò che non va a riciclo in tutti i settori, dall’automobilistica all’edilizia”.

Greenpeace invece fa i conti e lancia l’allarme. “Se una bottiglia di plastica pesa 9 grammi, facendo un semplice calcolo, ci rendiamo conto ti quanto la tassazione rischia di rivelarsi inefficiente” spiega a ilfattoquotidiano.it Giuseppe Ungherese, responsabile della campagna inquinamento per l’Italia. “Lo scopo dovrebbe essere quello di tassare comportamenti nocivi per l’ambiente e non prettamente fiscale. Per fare questo, ovviamente, la tassa dovrebbe essere accompagnata da una serie di misure che ad oggi nel nostro Paese non sono ancora state adottate”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    vietatela invece di far pagare sempre il cittadino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *