Tre collegati possono attendere |La tabella di marcia della manovra - Live Sicilia

Tre collegati possono attendere |La tabella di marcia della manovra

Le decisioni della conferenza dei capigruppo. Opposizioni critiche.

2 Commenti Condividi

PALERMO – La conferenza dei capigruppo saltata ieri si è riunita oggi all’Ars. E ha fissato la tabella di marcia per bilancio e finanziaria. La capigruppo ha deciso esaminare in commissione Bilancio il ddl di Bilancio, la legge di Stabilità ed il “collegato generale”. Il lavoro della commissione dovrà terminare entro il 25 gennaio. Gli altri tre ddl “collegati” (che riguardano Riscossione, personale della Regione e cave) esitati dalla giunta regionale, verranno discussi dopo la sessione di Bilancio come disegni di legge autonomi, sganciati dunque dalla manovra. Questo “alleggerimento” potrebbe in teoria consentire di approvare i documenti contabili entro la scadenza dell’esercizio provvisorio il 31 gennai, senza proroghe, anche sei i tempi appaiono comunque abbastanza stretti.

Il Movimento 5 Stelle continua ad attaccare il governo Musumeci: “Purtroppo siamo stati facili profeti. In campagna elettorale abbiamo ripetuto fino alla nausea che l’accozzaglia di partiti messa su da Musumeci per vincere le elezioni avrebbe legato le mani al presidente della Regione e non gli avrebbe permesso di governare. Altro che riforme epocali, questo governo non caverà mai un ragno dal buco”. Così i deputati grillini dell’Ars. “La vera notizia – dice il capogruppo Francesco Cappello – è che finalmente si è riusciti a fare la riunione dei capigruppo, cosa che di questi tempi è già tantissimo. Per il resto un piccolo passettino in avanti: la settimana prossima dovrebbero riprendere i lavori della seconda commissione su Bilancio e Finanziaria, mentre il collegato generico dovrebbe andare nelle commissioni di merito. E in entrambi i casi il condizionale è d’obbligo. Di certo con questo governo c’è che si naviga a vista e con una pletora di famelici timonieri in plancia di comando, mentre la Sicilia aspetta”.

Caustico il commento del capogruppo del Pd: “La montagna ha partorito il topolino. Un solo ddl ‘collegato’ sarà trattato in sessione di bilancio. Dopo aver paralizzato per giorni l’Ars il governo torna al punto di partenza. Come avevamo sostenuto il blocco dei ‘ddl collegati’ era formato in gran parte da norme che poco o nulla avevano a che fare con la manovra economica”. Così Giuseppe Lupo. “All’esame del parlamento resta dunque una manovra, composta da bilancio legge di stabilità e da un ‘collegato generale’ di poche e confuse norme. Il PD – conclude – farà opposizione e avanzerà proposte sia in Commissione che in Aula nell’interesse della Sicilia”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Ma. Ne c’è ne frega dei collegati a noi interessa solo il ponte sullo stretto unico e solo collegamento

    …bisogna capirlo, non ha la maggioranza, naviga a vista in attesa della pensione!!!!

    il prossimo governo un potrà che essere del m5s
    ……..forse, perchè c’è il rischio che nel frattempo scompare!!!!!!!!!!!!!!!11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.