Uccise due Ibis Eremita | Cacciatore condannato - Live Sicilia

Uccise due Ibis Eremita | Cacciatore condannato

Allo stato semiselvatico o in cattività in Europa se ne contano non più di un migliaio.

in estinzione
di
0 Commenti Condividi

È stato condannato dal Tribunale di Livorno il bracconiere di 44 anni, di Lucca, che nel 2012 aveva abbattuto due preziosi Ibis Eremita, uccelli di una specie protetta a livello mondiale. Allo stato semiselvatico o in cattività in Europa se ne contano non più di un migliaio.

Le indagini per individuarlo, condotte dai forestali di Cecina e dai poliziotti provinciali livornesi, si erano avvalse tra l’altro di trasmettitori Gps e microchip applicati agli Ibis che emettono segnali tramite cui si può ricostruirne i movimenti. In udienza, il bracconiere ha sostenuto di aver sparato a quello che credeva fosse un gruppo di colombacci. Ma la Corte non ha abboccato e ha proceduto per l’intenzionalità.

“Condanna importante sia per la gravità del reato sia perché gli Ibis sono a rischio estinzione”,  ha detto Massimo Vitturi, responsabile LAV, associazione per la protezione dei diritti degli animali che si è costituita parte civile al processo.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *