Miracolo a Palermo: vaccini e applausi a Ballarò VIDEO

Miracolo a Palermo: vaccini e applausi a Ballarò VIDEO

Vaccini a tutta forza nel popolare mercato. La storia di Salvo.
COVID 19
di
8 Commenti Condividi

PALERMO- Raccontiamo questo piccolo miracolo mentre si sta realizzando. Raccontiamo i vaccini a Ballarò, nel cuore di Palermo, che proseguono fino alle sei del pomeriggio. Raccontiamo di immagini di festa che fanno giustizia di tutta la propaganda no vax e che, con semplicità, ribadiscono quello che è semplice ma per troppi non scontato: vaccinatevi, perché le dosi salvano.

L”abbanniata’ di Salvo

Raccontiamo di Salvo, diciannove anni, con il suo amico del cuore, che si fa vaccinare, sorride, grida: “Miiii a puntura!”. E poi non contiene la gioia, come se volesse abbracciare tutti. “Mi vaccinavu! Uuuuh mi vaccinavu!” Come per un gol del Palermo all’ultimo secondo. Come un inno alla gioia, però cantato in palermitano.

IL VIDEO

Il ‘modello Palermo’

Vi raccontiamo in diretta di un modello Palermo che sta funzionando, con le percentuali, con l’idea di non restare fermi negli hub, ma di andare incontro alla gente. Nei mercati, nei locali, nei centri commerciali: ovunque la speranza del vaccino può essere portata a domicilio. Questa idea proprio a Palermo è nata, prima di diventare operativa ovunque.

“Una giornata straordinaria”

“È una giornata straordinaria – dice il commissario per l’emergenza Covid Renato Costa -. Con l’aiuto dei consiglieri della prima circoscrizione stiamo raggiungendo un gran numero di persone che ogni giorno vivono e lavorano nel mercato di Ballarò. Vogliono informazioni, consigli, cercano rassicurazioni dai da noi medici. La soddisfazione più grande per noi è vedere che ci ascoltano, si fidano, si convincono e alla fine si vaccinano. Siamo felici di come sta andando”. Per un ritrovarsi con l’allegria di dare un calcio al mostro, di allontanare i patimenti e di aiutare gli altri. Intorno, ancora sorrisi e ancora applausi. Salvo non la smette di gridare. Diciannove anni, tutti a Ballarò: “Miii a puntura!”. Dai, Salvo, poi passa.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

8 Commenti Condividi

Commenti

    Questo video dimostra la pochissima influenza il ruolo che hanno avuto i medici di famiglia nei vari quartieri con i malati di Covid della e nelle vaccinazioni

    Sarebbe facile dire che il palermitano attende fintanto che il dovere non bussa alla sua porta. La realtà è che la gioia di Salvo mi ha fatto commuovere.

    “Raccontiamo di immagini di festa che fanno giustizia di tutta la propaganda no vax e che, con semplicità, ribadiscono quello che è semplice ma per troppi non scontato: vaccinatevi, perché le dosi salvano.” Potrei essere d’accordo il linea di massima con lei, ma le dosi uccidono pure e le percentuali non sono bassissime o hanno effetti collaterali fortissimi. Vacciniamoci si, ma chi la pensa diversamente ha tutto il diritto di essere rispettato

    Egregio, sarebbe così cortese da fornire alla Redazione di Live Sicilia ed a noi, poveri gonzi creduloni, che andiamo a vaccinarci perché seguiamo i consigli di medici che hanno studiato una vita, i dati ufficiali relativi alle non bassissime percentuali delle “dosi che uccidono” ed agli “effetti collaterali fortissimi”? Lei, così lapidario nelle sue affermazioni, renda pubbliche le sue fonti, illumini anche noi, decine di milioni di fessi che hanno sentito il dovere morale e civile di contribuire a fermare questa pandemia andandosi a vaccinare, sul perché dovremmo avere rispetto di persone che cercano di far valere le proprie ragioni con la violenza e con azioni terroristiche. Se non la sa Le fornisco io una notizia (proprio di stasera): è morto di covid il cantante no vax Marcus Birks, leader del gruppo Chameleonz Il suo ultimo, estremo appello è stato: ”Vaccinatevi”.

    bellissima iniziativa, quando si avvicinano le elezioni nei feudi arrivano creatività ed efficienza

    A chi questi applausi? Al solito caporale di una giornata straordinaria che di straordinario ha solo il ritardo delle vaccinazioni fuori di quell’hub.
    In otto mesi di vaccinazioni di prossimità si sarebbe coperta tutta l’area metropolitana, raggiungendo più persone. E il gelido vento padano di no mask e no vax non avrebbe avuto modo e tempo per riscaldarsi al sole di Sicilia.
    Ma quale modello Palermo! “Il Sud è niente”.

    Se non è un medico o un ricercatore non ha alcuna competenza per pensarla diversamente quindi studi o si fidi di chi le cose le ha studiate.

    Onore al nobile popolo di Ballarò che ha ancora una volta dato agli altri palermitani una grande lezione di civiltà, convivenza civile, educazione civica ed accettazione e rispetto totale di tutte le disposizioni, leggi ed ordinanze impartite. Non a caso il Sindaco Leoluca Orlando nè è sempre andato fiero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.