Valentina Palmeri rappresenterà i Verdi all'Ars - Live Sicilia

Valentina Palmeri rappresenterà i Verdi all’Ars

La nota del partito ecologista.
LA DEPUTATA DI ATTIVA SICILIA
di
2 Commenti Condividi

“Valentina Palmeri, deputato all’Assemblea Regionale Siciliana del gruppo Attiva Sicilia, con la quale da tempo era stato aperto un confronto ed una collaborazione, culminati con la sua iscrizione alla famiglia dei Verdi nella
primavera 2020, da oggi formalmente è delegata a rappresentarci ll’interno del Parlamento Siciliano. Tale riconoscimento è legato all’analisi del suo impegno a favore dell’ambiente, della giustizia sociale, dei giovani, della tutela degli animali, che ha sempre caratterizzato la sua storia personale ed istituzionale”. Così in un comunicato Carmelo Fortunato Sardegna, Raffaela Spadaro e Angelo Bonelli dei Verdi.

“Il nuovo corso dei Verdi – prosegue la nota – , di apertura a tutte le realtà che condividono il tema della giustizia sociale e di tutela dell’ambiente, al fine di progettare una Sicilia 2021- 2025 all’altezza delle sfide del secolo, oggi segna un nuovo inizio. L’esigenza di sviluppare una visione ecologica mediterranea, che purtroppo è mancata, diventa impellente per il Green Deal, ed auspichiamo che si voglia aprire da subito un confronto con tutte le altre componenti del Parlamento che, condividendo i punti di cui sopra, vogliano tracciare un nuovo percorso per la Sicilia, il meridione e l’Italia tutta”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Nell’arcobaleno di questo particolare periodo mancava il verde. Adesso è arrivato. I politici attuali non si fanno proprio mancar niente.

    Qualcuno di loro dovrebbe gentilmente spiegarci come mai in Italia, a differenza di altri paesi, i Verdi nei sondaggi nazionali non vanno mai oltre l’1 o il 2 %…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.