Viale Strasburgo, assalto al tabacchi| Commando in fuga investe un uomo - Live Sicilia

Viale Strasburgo, assalto al tabacchi| Commando in fuga investe un uomo

Caccia a quattro rapinatori armati di pistole ed un coltello. Sul posto i carabinieri.

PALERMO
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – Hanno fatto irruzione armati di pistole e coltelli all’interno della tabaccheria al civico 568 di viale Strasburgo. Il commando, composto da almeno quattro persone, ha minacciato il titolare e si è fatto consegnare i soldi dell’incasso, ancora da quantificare. E’ il colpo messo a segno nel primo pomeriggio nella zona residenziale della città, da cui sono partite le ricerche di polizia e carabinieri per individuare i malviventi. Tutti i componenti della banda avevano il volto coperto da passamontagna, ma in base a quanto raccontato dalla vittima si tratterebbe di giovani.

Una volta in possesso del bottino hanno raggiunto un’auto parcheggiata nei pressi dell’attività commerciale ed hanno travolto un uomo a bordo di un Beverly, scaraventato violentemente per terra dall’impatto. L’uomo è stato soccorso dai sanitari del 118, le sue condizioni non sarebbero gravi.

Adesso è caccia al commando, che sarebbe fuggito in direzione dello Zen: i rapinatori potrebbero aver fatto perdere le proprie tracce tra i casermoni del quartiere alla periferia nord della città. Sul luogo della rapina i carabinieri che hanno avviato le indagini. Al vaglio le immagini del sistema di videosorveglianza della tabaccheria e le immagini delle telecamere della zona.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    E anche se li dovvero prendere non si faranno per il tipo di reato commesso un solo giorno di carcere. Mi dispiace solo per le Forze dell’ordine che si impegnano tanto per nulla.

    Creare un muro alto trenta metri e isolare del tutto lo zen????

    E in tutto, ciò la Prefetta, che ha la responsabilità in materia di sicurezza, cosa fa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.