Villabate, giunta azzerata| Maggioranza si allarga al Pd - Live Sicilia

Villabate, giunta azzerata| Maggioranza si allarga al Pd

Il sindaco Cerrito

Il sindaco Cerrito azzera la giunta e annuncia la nuova per l'inizio della prossima settimana. "In consiglio il Pd passerà a quattro componenti - dice il primo cittadino - allarghiamo la maggioranza ai democratici".

CERRITO: "PRESTO I NUOVI ASSESSORI"
di
4 Commenti Condividi

VILLABATE – Villabate si prepara al rimpasto di giunta. Con una determina sindacale di oggi, infatti, il primo cittadino Francesco Cerrito, eletto lo scorso anno grazie al sostegno di liste civiche, ha revocato tutti e quattro i suoi assessori: il vicesindaco Pietro Milazzo, Francesca Nadia Macchiarella, Rosario Cottone e Agostino Cocchiara.

La nuova giunta dovrebbe essere nominata all’inizio della prossima settimana e, a meno di clamorose sorprese, dovrebbe vedere l’ingresso in maggioranza del Partito Democratico. “La giunta ormai aveva perso la sua dinamicità – dice Cerrito a Livesicilia – Villabate ha bisogno d’altro”. E quest’altro sarebbe costituito proprio dalla nuova alleanza con il Partito Democratico, frutto dell’asse creatosi tra il sindaco e il governatore della Regione Rosario Crocetta, per mezzo del senatore Beppe Lumia.

“Se non ci saranno colpi di scena in settimana – conferma Cerrito – faremo una conferenza stampa a breve con Giuseppe Lupo. Il Pd, in consiglio, dovrebbe inoltre passare da uno a quattro consiglieri”. E i tre nuovi acquisti sarebbero, secondo alcune voci, i componenti del gruppo Civico democratico, ovvero Domenico Garbo, Santo Musso e il presidente dell’Aula Raffaele Esposito. Secondo indiscrezioni, inoltre, un posto in giunta dovrebbe andare al Pd (probabilmente una donna), un altro toccherebbe al gruppo Villabate Cerrito sindaco, un terzo al gruppo Al Centro Villabate (in pole position Francesco Giglio). Il quarto, invece, sarebbe ancora al centro di trattative di maggioranza, tra il gruppo che fa capo a Antonino Retaggio e quello di Pietro Milazzo, fino a ieri vicesindaco ma defenestrato e che, se tagliato fuori dalle trattative, collezionerebbe una seconda sconfitta nel giro di pochi giorni.

Paolo Corrao

“In quest’anno non è stato fatto nulla – attacca Paolo Corrao, consigliere di Grande Sud – era da tre mesi che il sindaco parlava di rimpasto. Le cose in questi dodici mesi sono solo peggiorate, come dimostra la situazione dei rifiuti, e nulla è stato realizzato del programma elettorale di Cerrito. Spero che la nuova giunta possa lavorare adeguatamente e mi congratulo con gli uffici per la sospensione in autotutela dell’iter istruttorio del l’appalto per la pubblica illuminazione”.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    INTANTO MENO MALE CHE C’è I LOVE VILLABATE

    Mi sembra che alcune iniziative siamo state portate aventi da I Love Villabate e no dal comune.

    SPERO TANTO CHE CAMBIANDO L’ORDINE DEI FATTORI CAMBI ANCHE IL PRODOTTO.
    UNA BUONA POLITICA DEVE RIDARE SPERANZA AI GIOVANI PER IL LORO FUTURO, AI MENO GIOVANI LA CERTEZZA DEL PRESENTE ED AGLI ANZIANI UNA VITA SERENA E TRANQUILLA. TUTTO CIO’ SI PUO’ REALIZZARE SE SI HANNO IDEE, AMBIZIONI E SOGNI; OCCORRE TENACIA E FORZA DI VOLONTA’. OGNI SINGOLO CITTADINO DEVE DARE IL SUO CONTRIBUTO, PROPONENDOSI CON INIZIATIVE E PROGETTI. BISOGNA AVERE LA CULTURA DELLA POLITICA COME SERVIZIO, LA POLITICA CON LA P MAIUSCOLA E’ SAPERSI RELAZIONARE CON GLI ALTRI, E’ RAGIONAMENTO, E ‘ CONFRONTO. I CITTADINI DEVONO IMPARARE CHE LA POLITICA SI FA GIORNO PER GIONO, OGNI NOSTRO ATTO QUOTIDIANO E’ UN ATTO POLITICO, QUANDO NOI MANGIAMO, , QUANDO ANDIAMO A FARE LA SPESA, SE LAVORIANO O SIAMO DISOCCUPATI SE GIOCHIAMO A CARTE O ALCALCETTO. L’UOMO NON PUO’ ESSERE ANTIPOLITICO, PERCHE’ LA POLITICA E’ NEL DNA DELL’UOMO DELL’UOMO STESSO E’ L’ ESSENZA DELL’ESSERE UMANO. GLI AMMINISTRATORI PER FARE UNA SANA E BUONA POLITICA DEVONO SPOGLIARSI DEL LORO TORNACONTISMO E DAL LORO EGOISMO E VESTIRSI DI MOLTO ALTRUISMO, DEVONO PRENDERE COSCIENZA CHE NON APPARTENGONO SOLAMENTE AL PROPRIO ELETTORATO BENSI’ A TUTTA LA COMUNITA’. GLI AMMINISTRATORI NON DEVONO PENSARE AI BISOGNI E AI PROBLEMI DI SINGOLE PERSONE MA ALLE PROBLEMATICHE DELL’INTERA COMUNITA’; ANCHE PERCHE’ SE CI RAGIONIAMO E RIFLETTIAMO UN POCO AL SILLOGISMO: LA SOCIETA’ E’ UN INSIEME DI CITTADINI, SE LA POLITICA PENSERA’ E LAVORERA’ PER L’NTERA SOCIETA’ OGNI SINGOLO INDIVIDUO NE GODRA’ I VANTAGGI. AI SINGOLI CITTADINI O ALLE SINGOLE FAMIGLIE CHE HANNO PROBLEMI CERCANO DI DARE AIUTO VARIE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO O LA CARITAS, SO BENE CHE QUESTO NON BASTA ANCHE PERCHE’ LE ASSOCIAZIONI DI QUESTO TIPO RISOLVONO IL PROBLEMA CONTINGENZIALE, MENTRE SE LA POLITICA SI ESPRIME SECONDO GIUSTIZIA SI PUO’ RIMUOVERE ANCHE LA CAUSA DELLE PROBLEMATICHE CHE AFFLIGGONO UNA INTERA SOCIETA’.

    ed e pure focolarinoìììì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *