Zanna: "Il governo regala al Tar | l'Albergo delle Povere" - Live Sicilia

Zanna: “Il governo regala al Tar | l’Albergo delle Povere”

L'affondo di Legambiente al governo regionale. "Sfuma il sogno del grande museo regionale. La giunta Crocetta 'regala' l'Albergo delle Povere al Tar. Una scelta inqualificabile, che conferma il totale disinteresse del governo per la cultura".

La polemica
di
7 Commenti Condividi

PALERMO – “Sfuma il sogno del grande museo regionale. La Giunta Crocetta ‘regala’ l’Albergo delle Povere al Tar. Una scelta inqualificabile, che conferma il totale disinteresse del governo regionale per la cultura”. Lo dice Gianfranco Zanna, direttore regionale di Legambiente Sicilia. “Mentre da anni – aggiunge – si discute su come utilizzare al meglio l’Albergo delle Povere, dove da tempo sono state investite risorse per trasformarlo in un adeguato e moderno spazio museale; mentre si dibatte su quale museo si voglia realizzare lì, cosa esporre, se e come ospitare nuove mostre ed eventi, così come si è fatto già tante altre volte, con esposizioni di prestigio e di valore, il governo Crocetta, con una delibera di Giunta del 15 marzo 2013 n. 106, ha dato incarico all’assessore all’Economia di predisporre tutti gli atti necessari affinché l’Albergo delle Povere sia trasferito gratuitamente al Tar per la sua nuova sede, essendo stato il Tribunale da tempo sfrattato dai locali di via Butera”.

“Palermo e tutta la Sicilia – conclude Zanna – vengono così scippati ingiustamente di uno degli spazi culturali più prestigiosi e dalle grandi potenzialità. E’ un vero scandalo, una vergogna. Una scelta inqualificabile, che conferma il totale disinteressa di questo governo regionale per la cultura”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

7 Commenti Condividi

Commenti

    I locali dell’albergo delle povere, sembrano fatti apposta, per ampiezza e altezza, per ospitare un museo. L’attuale utilizzatore ARPA e’ stato costretto a sezionare con pannelli i locali per creare uffici. Assurdo!

    Vergognoso, scendiamo tutti in piazza! Ma dov’è l’Assessore regionale ai BB CC? Chi è? Come pensa di valorizzare la cultura ? dismettendo i maggiori immobili culturali siciliani?
    Ma vi rendete conto di cosa vuol dire distruggere un palazzo del genere? Quel palazzo che ha ospitato tantissime importanti mostre, dal Futurismo, alle collezioni d’arte più importanti presenti in Sicilia?
    Ma come si pensa di migliorare l’economia siciliana se se ne distruggono i più importanti palazzi?
    Ma che ben venga Cuffaro, Lombardo… ( Io sono di sinistra e non voterò MAI più un falso e retrogrado governo come quello attuale!

    Ma il mondo della cultura dov’è?
    Dove sono gli accademici di sinistra che fanno parte dell’intellighenzia palermitana? Non parlano? visto il loro governo di sinistra?
    Sinistra, quella sinistra che propone l’eolico e distrugge i palazzi della cultura? quella sinistra che fa gestire, vcome dice l’Assessore Marino, tutto il ciclo dei rifiuti a i privati? quella sinistra che aumenta il numero dei posti letto privati nelle strutture pubbliche convenzionate? Mandiamo a casa crocetta, prima che sia troppo tardi!!!

    Hanno ceduto pure l’Albero dei Poveri? Ma perché stranizzarsi? Crovcetta è quello che facendo i suoi singolari proclamio aveva dett che nessuna opera d’arte avrebbe più lasciato la Sicilia! Alla fine la prima a “partire” è stata esattamente l’Annunziata di Antonello da Messina, esattamente il quadro che per problemi di conservazione non poteva assolutamente essere spostato!
    Ma di cosa parliamo se Crocetta mette ad assessora ai beni culturali Zichichi ?
    Sarebbe bello ched insieme ai forconi scendessimo tutti in piazza per reclamare maggiore cultura. CHE SCHIOFO ! INCIVILI

    Sono sicura che l’Assessore Sgarlata ora farà la stessa cosa fatta dall’Assessore Borsellino a proposito della convenzione con Humanitas: non saprà assolutamente nulla della dismissione dell’Albergo delle Povere e dirà che la colpa è degli uffici !!!
    Siamo stanchi di queste ipocrisie e falsità. Distruggere un monumento come l’albergo delle povere…
    Ma il Presidente Cetto la Qualunque sa cosa vuol dire la parola CULTURA ?????

    Trattano i beni culturali con una incompetenza travolgente.dal blocco dei bandi sui servizi aggiuntivi alla cessione della unica area adatta a mostre presente nelcomune di palermo… Adesso basta!

    Crocetta ma non si vergogna? Questo professionista dell’antimafia come Leoluca Orlando che di professione antimafiosa hanno fatto la loro carriera politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *