Zenga vuole Miccoli in Arabia |L'Atalanta cerca Donati - Live Sicilia

Zenga vuole Miccoli in Arabia |L’Atalanta cerca Donati

L'allenatore dell'Al Nasr, Walter Zenga, pensa al capitano rosanero (nella foto) per accontentare gli sceicchi che vogliono un campione italiano. Ma Zamparini smorza qualsiasi trattativa: "Partirà solo Silvestre". Per l'argentino si rifà sotto il Milan che ha qualche problema con Thiago Silva. Intanto Giovanni Tedesco lascia la società per andare, probabilmente, al Foligno: "Grazie al presidente e ai tifosi".

IL MERCATO DEL PALERMO
di
9 Commenti Condividi

Tutti vogliono i senatori del Palermo, ma Zamparini è stato più volte chiaro: “Partirà solo Silvestre”. Dopo il corteggiamento a Balzaretti, ora riprende quello per Fabrizio Miccoli. Un’altra freccia questa volta la lancia Walter Zenga, allenatore dell’Al Nasr, in Arabia. Gli sceicchi – secondo le ultime indiscrezioni – vogliono un campione del calcio italiano e il nome di Miccoli è stato fatto più volte dall’ex allenatore rosanero che avrebbe anche parlato con il capitano. Una trattativa ufficiale, però, non è mai nata. Ma se si dovesse registrare un’impennata, potrebbe iniziare a far preoccupare i tifosi palermitani; dinanzi ad un’offerta importante, Miccoli infatti potrebbe accettare e ovviamente Zamparini, come ha sempre dichiarato, lo farebbe partire, essendo il salentino all’ultimo anno di contratto con il club di Viale del Fante. Dal Palermo fanno sapere che non ci saranno trattative: “Miccoli in Arabia da Zenga? – dichiara Miccichè –  pressoché impossibile: è il nostro capitano e leader e puntiamo a trattenerlo”. Miccoli ci starebbe pensando, ma è anche trattenuto dalla famiglia che ovviamente non potrebbe trasferirsi a Dubai; insomma una scelta delicata, ma la sensazione è che alla fine Miccoli resterà ancora in rosanero. Poche novità su Balzaretti, il terzino continua ad essere obiettivo della Lazio e del Napoli, ma sarà fondamentale l’incontro che il Palermo avrà con il suo agente, Alessandro Moggi. I dirigenti rosa continuano a ribadire l’incedibilità del calciatore, ma se alla fine dovesse arrivare davvero un’offerta allettante per società e giocatore, allora tutto potrebbe cambiare. L’altro senatore che fa gola ad un altro club è Massimo Donati: il centrocampista vuole restare ma l’Atalanta ufficializza il suo interesse per il calciatore rosanero. Pierpaolo Marino, dg orobico, lo vuole in nerazzurro ma l’agente di Donati, D’Amico spezza i desideri della Dea: “Massimo è di proprietà del Palermo, quindi l’Atalanta è una riflessione non attuale. Zamparini lo ha dichiarato incedibile? Quello che ha detto mi sembra molto eloquente”. Per Silvestre invece rientra in gioco il Milan che ha qualche grattacapo con Thiago Silva. I rossoneri, in caso di addio del centrale, potrebbero nuovamente puntare su Silvestre che però è già stato prenotato dall’Inter. Un derby meneghino per il difensore argentino che però tra i due club preferirebbe approdare ai rossoneri. L’Inter non ha ancora piazzato il colpo e questo temporeggiamento della società nerazzurra sta solo regalando metri al Milan. Ma stando alle ultime indiscrezioni raccolte da LiveSicilia, il Palermo in caso di cessione di Silvestre non resterà certo a guardare. Zamparini aveva detto che il sostituto è in casa, quindi uno tra Labrin, Milanovic, Munoz o Mantovani; dichiarazione “di facciata” perché il Palermo avrebbe già avuto qualche contatto con il Catania per Nicolas Spolli. I rosa hanno la carta Kurtic che piace tanto a Maran. La trattativa può decollare solo dopo la cessione di Silvestre. Partirà a breve, invece, l’affare che porterà Viviano alla Fiorentina. Arsenal e Totthenam non sono interessate al portiere toscano che ha quindi espresso la volontà di giocare con la maglia viola; il Palermo lo vuole accontentare ma deve ottenere anche l’ok dell’Inter, detentrice dell’altra metà del cartellino dell’estremo difensore. Infine tutto fermo per Bradley che a questo punto rischia di uscire dagli obiettivi di mercato del Palermo; Migliaccio, infatti, quasi sicuramente resterà in rosa e allora niente Sicilia per il centrocampista statunitense del Chievo Verona.

Intanto una bandiera dà l’arrivederci al rosanero: Giovanni Tedesco lascia il Palermo. La società, tramite un comunicato ufficiale, ringrazia l’ex numero 4 per il prezioso contributo fornito sia da giocatore che da tecnico (nell’ultima stagione ha allenato gli Allievi Regionali) e gli augura le migliori fortune nel prosieguo del suo percorso professionale, certa che nel suo nuovo ruolo (per lui si parla della panchina del Foligno, club che milita in Seconda Divisione Lega Pro) raggiungerà risultati importanti come quelli conseguiti da giocatore.

“Voglio ringraziare il presidente Zamparini e il club rosanero per l’opportunità di iniziare questa nuova carriera che mi è stata data nella scorsa stagione – ha detto Tedesco a palermocalcio.it – e ringrazio anche i nostri tifosi, che porterò sempre nel mio cuore, per l’affetto che mi hanno sempre dimostrato. Spero un giorno di potere tornare al Palermo”.

La società rosanero ha anche reso noto di aver scelto Dario Baccin come nuovo Coordinatore tecnico del Settore giovanile. L’ex calciatore di Juventus e Napoli, nato a Novara il 27 agosto 1976, risponderà alla Direzione dell’Area Tecnica e al Responsabile del Settore Giovanile.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

9 Commenti Condividi

Commenti

    certo, perché ci fa schifo un centrocampista come Bradley. Perché abbiamo già un centrocampo fenomenale, mizza che belle geometrie abbiamo visto l’anno scorso.
    Cammello no goog ma manco per niente

    Giulio dove devi andare? Resta qui che c’è bello fresco (solo 38 gradi). Giuliooooooooooo

    I piccioli per mettere in rosa Bradley SENZA che Migliaccio parta ci sono tutti.
    Non c’è volontà di migliorarsi.
    Non c’è affatto.
    Attendiamo il 31.
    A oggi, sestultimi.

    @bla

    picchi un ti piaci u centrocampo…?….

    mmiriusu e attassaturi

    Zenga il Capitano non si tocca!!!

    Devo dire che Zenga prima mi faceva simpatia come un mal di stomaco.
    Ora mi fa simpatia come una colica renale.
    Walter, pigliati un cammello e vai a………..

    ci dici a Zenga ca s’u scorda a Miccoli…

    se dovesse andare via giulio bradley da solo non è un rinforzo! ci vuole anche rjos
    allora (con viola in panca pronto a crescere…per quanto visto in B ci sono i numeri!) via anche donati che non mi sembra un fenomeno:
    centrocampo: Rjos, Barreto, Bradley e Vasquez.
    ma è la difesa che mi preoccupa..va bene la fase difensiva ma se non hai giocatori discreti (solo mantovani!) ed esperti (mugnoz, labrin e milanovic 2 o 3 anni di B) prendi goal e ricomincia la storia della difesa….e non c’è il mito giulio che può sopperire!….
    @bla bla bla: non c’è il cammello!….ma il dromedario si!…ahahah..abboniamoci in massa…barbera pieno e la difesa la facciamo noi con il bordellone….vecchi grande cuore rosanero.

    @bla bla bla
    mi stai troppo simpatico ma sembri un disco rotto, dici solo le stesse cose, per quanto io le condivida, in parte!
    e cambia musica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.