In tre sono accusati di avere costretto il titolare di una società di Catania, nel 2007 impegnata nei lavori di costruzione del porto turistico di Ragusa e di consolidamento dell'area portuale di Scoglitti, a pagare 80.000 euro.