Il pestaggio razzista di Ferragosto | Sette arresti a Partinico VIDEO - Live Sicilia

Il pestaggio razzista di Ferragosto | Sette arresti a Partinico VIDEO

Migranti minorenni picchiati e insultati

Nel Palermitano
di
16 Commenti Condividi

PARTINICO (PALERMO) – Sette persone, tra cui due donne, sono state arrestate su ordine del gip tra Alcamo (Tp) e Partinico (Pa) per l’aggressione la notte di Ferragosto nella spiaggia di Ciammarita a Trappeto (Pa) ad un gruppo di migranti minorenni che sono stati picchiati e insultati con frasi razziste. L’aggressione è continuata con l’inseguimento e lo speronamento dell’automezzo che stava riportando i giovani nel centro di accoglienza a Partinico.

GUARDA IL VIDEO DEL PESTAGGIO

Gli indagati sono accusati di lesioni aggravate e di avere agito con la finalità dell’odio etnico e razziale. Le vittime erano state colpite con bastoni di legno e mazze di ferro. Le indagini sono state coordinate dal pm Giorgia Spiri e condotte dai carabinieri della compagnia di Partinico. I sette arrestati, insieme ad altre persone su cui i carabinieri stanno indagando, avrebbero picchiato i giovani mentre la notte del 15 agosto si trovavano seduti su un muretto del lido di Ciammarita in attesa dell’educatrice per tornare in comunità. Poi a bordo di alcune auto avrebbero inseguito il furgone Fiat Scudo su cui si trovavano speronandolo e bloccandolo. “Neri di me. dovete morire entro stasera vi ammazziamo tutti, falli scendere – hanno urlato all’educatrice – che li porti in comunità tutti morti”. Il mezzo del centro di accoglienza è stato danneggiato. Urlando e puntando una pistola verso i ragazzi un aggressore ha detto: “Scendete devo uccidervi tutti perché ho la pistola”. In carcere sono stati portati Antonino Rossello, 40 anni, Roberto Vitale, 33 anni, Salvatore Vitale, 49 anni, Emanuele Spitaleri, 37 anni, tutti di Partinico. Ai domiciliari vanno Valentina Mattina, 28 anni di Partinico, Giacomo Vitale, di Alcamo, 71 anni e Rosa Inverga, 62 anni.

(ANSA).

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

16 Commenti Condividi

Commenti

    Gentaglia violenta che non dovrebbe restare in circolazione ad aggredire le persone

    Che schifo. Buttate la chiave.

    Ah mi ricordo i grandi uomini …. pure con la pistola …siete la solita massa di pecoroni che insieme pensare d’essere lupi…bravi un grande applauso

    “una sfilza precedenti tra i quali rapina, furto, lesioni, minacce, spaccio di stupefacenti, danneggiamento, porto abusivo di armi”, “hanno preso parte anche tre donne, una di loro in braccio aveva anche un bambino”, ma quelli che dovevano andare via da questo paese erano i minorenni gambiani…

    e certo, c’è l’invasione, la sostituzione etnica! Salvini ha ragione, e poi ha chiesto scusa ai terroni puzzoni, non sa mica nulla dei 49 milioni, ha approvato il business dei Benetton per distrazione…

    la mafia? il degrado culturale? la mancanza di lavoro? ma quale! il problema urgente e principale sono gli immigrati!

    “beeheehee!!!”

    L’odio si alimenta dall’ingiustizia sociale. C’è gente italiana che non riesce a sbarcare il lunario e poi ci sono i clandestini di varia provenienza a cui viene garantito il diritto alla salute, all’istruzione, alla difesa, alla casa.
    Fino a quando sarà così, questo eventi non solo ci saranno ma aumenteranno sempre di più.
    C’è una responsabilità diretta degli indagati, ma c’è anche una responsabilità indiretta e politica dei governi di sinistra che hanno usato il fenomeno migratorio per agevolare amici e amici degli amici.
    Io avrei perseguiti anche loro per concorso di immigrazione clandestina.

    Hai aggiustato il condizionatore? All’urgenza c’è sempre il rimedio della borsa di ghiaccio, tienila sempre a portata di mano, pardon, di testa.

    Sbattete la gentaglia razzista in galera e buttate la chiave. Sbattete in galera anche i complici, i favoreggiatori e i mandanti morali del razzismo.

    @Ayeye,
    comincio a pensare che l’Italia faccia gola a qualcuno……

    @vittorio
    Preferisco avere il condizionatore guasto e pensarla così, piuttosto che averlo funzionante per farlo diventare radical chic di sinistra, i veri responsabili di questo scempio

    Vai dal tuo sindaco,ti è rimasto solo quello.

    Bravo ayeye con tutti questi negracci che sorridono di notte e ci spaventano con le loro terribili dentature bianche occorre picchiare duro, mandarli all’ospedale, anzi, ammazzarne qualcuno per educarne cento. Portandosi dietro madri e bambini beninteso perché la buona educazione “itagliana” prima di tutto.
    Ma non ti vergogni a giustificare queste bestie con l’effetto “delli’ngiustizia sociale” e della “sinistra” causa di tutti i mali e forse di qualche tuo trauma infantile? Senza offesa eh?

    @vittorio,
    non hai molta fantasia, si vede che usi frasi fatte per rispondere a chiunque. La battuta del condizionatore e della borsa di ghiaccio l’hai usata in un’altro articolo per me. Hai dei limiti, aggiorna il tuo frasario perchè non rende più.

    Chissà perchè sono stati aggrediti.

    Occupati della politica cittadina,del tuo quartiere,x le cose importanti se ne occupa chi sta piu’ in alto politicamente al tuo sindaco.

    da ogni azione c’è una reazione! ci sarà un motivo! ma adesso va di moda la parola “razzismo”

    Lei è evidentemente a corto di diottrie. Ho distinto una responsabilità diretta degli indagati da una indiretta del ex governo di sinistra. Ma d’altronde cos’altro potevo aspettarmi da in commenti superficiale come il suo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *