Bartolo Pellegrino, dalla Cassazione| arriva l'assoluzione definitiva - Live Sicilia

Bartolo Pellegrino, dalla Cassazione| arriva l’assoluzione definitiva

E' diventata definitiva l'assoluzione dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa per l'ex assessore e vice presidente della Regione siciliana, Bartolo Pellegrino: la Cassazione ha infatti dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla procuratore generale Andrea Tarondo. Cade anche l'aggravante dell'articolo 7 (per aver favorito Cosa Nostra) legato al reato, prescritto, di corruzione.
SI CHIUDE LA VICENDA DELL'EX ASSESSORE
di
3 Commenti Condividi

E’ diventata definitiva l’assoluzione dall’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa per l’ex assessore e vice presidente della Regione siciliana, Bartolo Pellegrino: la Cassazione ha infatti dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla procuratore generale Andrea Tarondo. Cade anche l’aggravante dell’articolo 7 (per aver favorito Cosa Nostra) legato al reato, prescritto, di corruzione.

A chiedere l’inammissibilita’ del ricorso era stato l’avvocato Vito Galluffo, difensore dell’esponente politico. La Cassazione, inoltre, ha dichiarato inammissibile anche il ricorso presentato dal Comune di Erice (parte civile), contro l’assoluzione di Pellegrino. La Suprema Corte ha invece rigettato il ricorso dei legali di Francesco Pace (gia’ condannato per mafia perche’ ritenuto capomandamento di Trapani) e dell’ingegnere Leonardo Barbara, entrambi condannati in appello per corruzione aggravata, rispettivamente a 5 anni e a tre anni e mezzo. Barbara, pertanto, dovra’, adesso, scontare la pena in carcere.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Reato PRESCRITTO di CORRUZIONE.

    Repetita iuvant.

    Reato prescritto……Reato prescritto…..Reato prescritto…….Reato prescritto…….Reato prescritto…….Reato prescritto…….Reato prescritto. Scriviamo e ricordiamolo sempre:IL REATO C’E STATO!!!!!!!!!!

    Prescrizione per il reato di corruzione, ma assoluzione piena dall’accusa di essere mafioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *