La replica del Carpi: | "Parole di pessimo gusto" - Live Sicilia

La replica del Carpi: | “Parole di pessimo gusto”

Il patron del Carpi risponde alle dichiarazioni rilasciate oggi dal numero uno del Palermo.

calcio - serie a
di
10 Commenti Condividi

PALERMO – Seconda uscita fuori dalle righe di Maurizio Zamparini, e seconda risposta immediata. Dopo l’attacco nei confronti di Verona e Frosinone, prrotagonisti del gol di Paganini che ha regalato la vittoria ai ciociari al “Bentegodi”, questa volta il patron del Palermo ha ammesso di aver “provato a mettere pressione sulla classe arbitrale”, in vista di una lotta salvezza particolarmente serrata, e che a 90 minuti dalla fine vede i suoi finalmente in vantaggio sul Carpi. E proprio il patron degli emiliani, Bonacini, nel day after della sfida persa malamente in casa contro la Lazio, in cui i biancorossi non sono riusciti a sfruttare ben due rigori, è intervenuto durante la trasmissione “Radio anch’io lo Sport” per replicare al suo omologo Zamparini.

“Noi abbiamo sempre cercato di far parlare il campo, e mai polemizzato – ha dichiarato Bonacini – . Zamparini settimane fa ha in qualche modo accusato il Verona per la partita persa con il Frosinone. Mi piacerebbe vedere che domenica, a Palermo, il Verona giocasse come ha giocato col Milan e con la Juve. A noi nessuno ha regalato niente, spero che il Verona domenica faccia la sua parte. Fossi il presidente del Verona, se mi dicono che il risultato col Frosinone ha aspetti non molto corretti, cercherei di incitare la squadra al massimo. Le dichiarazioni di Zamparini sono di cattivo gusto. Se meriteremo di retrocedere, lo accetteremo, ma ognuno deve fare la sua partita”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    Come volevasi dimostrare, Zamparini ricade nel tranello tesogli dai giornalisti, rinfocolando polemiche sulla classe arbitrale, in una settimana che potrebbe essere quella decisiva per una salvezza che , visto il livello delle antagoniste, doveva essere guadagnata gia’ da tempo. Stavolta e’ il Carpi ad esortare il Verona, rispondendo al patron rosanero, ad impegnarsi a Palermo. Bisognava consigliarlo di ” TACERE”, sarebbe bastato questo, per far passare sottotraccia, la prossima sfida decisiva con i gia’ retrocessi veronesi. Credetemi amici panormiti, la salvezza piu’ difficile, sia noi a Catania, che voi a Palermo, sara’ quella da conquistare nei confronti di simili presidenti che, per motivi diversi, ma hanno gia’ fatto abbondantemente il loro tempo e che non sono piu’ graditi alle rispettive piazze-

    Certo lamentarsi dopo avere avuto 2 rigori e due espulsioni a favore, con la Lazio, e un gol sacrosanto annullato a favore ed una espulsione sempre a favore quanto meno dubbia contro l’Empoli, è pesantuccio.

    Fratello mio, ci hanno provato in tutti i modi ad aiutarvi . Avete avuto 8 rigori, neanche la Juventus… Espulsioni a go go all’avversario di turno.. Ancora parli pure? Cmq attenzione al Verona che tra polentoni si aiutano, mica sono stupidi come noi terroni. Quindi domenica concentrati x domenica, stadio pieno e mandiamoli in B

    Il Carpi si è sempre lamentato sempre e sempre ha avuto dei grossi privilegi, quindi il suo presidente farebbe bene a stare zitto. Il primo rigore era inesistente, ma alla fine tutto per fortuna si ricompone. Occorre, però, non sottovalutare la partita con il Chievo. Abbiamo visto con la Juve il loro grande impegno.

    Concordo. Aggiungo che secondo me non è che i giornalisti gli tendono la trappola, é proprio lui che va a cercare loro, i quali corrono subito purché lui emetta qualsiasi fiato…. tutto ciò non è degno di persone serie, a proposito delle quali devo dire che neanche il presidente del Carpi ci fa una bella figura. E’ tutto uno schifo. La sobrietà non esiste più. Colpa dei troppi soldi che circolano in un mondo governato da balordi in giacca e cravatta e frequentato da troppi presidenti mascalzoni. Tali sono la maggior parte, secondo me. Certo, mi auguro che le nostre rispettive squadre cambino timoniere, ma il panorama é desolante

    E’ ovvio che il Verona, se prima ragalava la partita, ora giocherà col sangue agli occhi. Meglio così, se vinciamo, vinciamo onestamente. Il vecchio ha perso il senno e non fa altro che destabilizzare l’ambiente perché vuole la B. Forse i mercenari hanno avuto un momento di orgoglio e, fac-simile Longobarda, stanno davvero facendo le scarpe all’imprenditore arraffasoldi.

    Il presidente del Carpi da domenica sera sta cercando in tutti i modi di caricare il Verona amplificando le parole di Zamparini dopo la vittoria del Frosinone al Bentegodi, e attaccando in tutti i modi il Palermo. Omette di ricordare che hanno fatto di tutto per salvare il suo Carpi, tra Empoli e Lazio, rigori inesistenti a favore, espulsioni altrettanto inventate degli avversari, gol dell’Empoli regolarissimo ecc. Eppure nonostante gli assist arbitrali il suo Carpi non è capace di salvarsi, perché è una squadra di serie B come lui è un presidente di serie B.
    Lasciamolo rosicare in pace senza dargli troppa importanza.

    fate un confronto dei rigori dati…….regolari e no

    beh non dimentichiamo il rigore dell’ 1 a 1 regalato al carpi proprio contro il palermo per intervento di goldaniga sul pallone oppure il rigore negato al Milan sempre contro il carpi nella partita di san siro , rigore sacrosanto.

    Il presidente del Carpi straparla, gli hanno dato due rigori a favore e li hanno sbagliati, la Lazio ha giocato i nove per due espulsioni e hanno perso lo stesso. Invece di lamentarsi il presidente avuta la promoszione in serie A doveva spendere diversi milioni per fare una squadra decente, invece ha mantenuto gli stessi giocatori della B, allora di che cosa si lamenta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.