Borgo nuovo, raid al Centro giovani| Sradicati rubinetti e condizionatori - Live Sicilia

Borgo nuovo, raid al Centro giovani| Sradicati rubinetti e condizionatori

Devastata la struttura del Comune rivolta ai ragazzi disagiati del quartiere. I vandali hanno assaltato il centro la scorsa notte, i locali erano pronti a riaprire al pubblico (nella foto un'aula dopo il raid). L'assessore Agnese Ciulla: "L'avevamo rimesso in sesto, adesso dovremo ricominciare da capo, chiederò il sistema di videosorveglianza". Orlando: "Atti di vandalismo vigliacchi e mafiosi".

Il blitz nella struttura comunale
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – “Una smania distruttiva senza eguali che ha ridotto la struttura in uno stato pietoso”. L’assessore comunale alle Attività sociali, Agnese Ciulla definisce così il raid vandalico di stanotte all’interno dei locali del Centro Giovani di Borgo Nuovo, dove sono stati sradicati anche i condizionatori. E’ stata portata via la rubinetteria appena collocata, utilizzati gli attrezzi della palestra per arrampicarsi e passare da un’aula all’altra.

Un blitz di distruzione che non permetterà, adesso, alla struttura di riaprire. Si tratta del centro aggregativo comunale rivolto ai ragazzi e alle famiglie disagiate del quartiere che negli ultimi mesi era in fase di ristrutturazione, ma questo ennesimo raid vandalico ne ritarderà nuovamente la riapertura.

“Eravamo pronti a partire – dice l’assessore – ma ora dovremo ricominciare da zero”. Le attività erano state interrotte la scorsa estate, proprio per l’avvio dell’intervento di manutenzione programmato dal Comune, che avrebbe dovuto mettere in sesto i locali. Da allora, però, i furti e i danneggiamenti non hanno fatto che ripetersi. Già ad agosto, la struttura di via Castellana era finita nel mirino dei malviventi che avevano portato via di tutto, dagli attrezzi ginnici alla cancelleria.

Qualche giorno dopo, i carabinieri erano arrivati sul posto perché erano state forzate le finestre e diversi danni erano stati rilevati nella palestra. Stanotte l’assalto più violento. “Nel centro non si può nemmeno entrare – dice l’assessore Ciulla – è uno spettacolo sconfortante”. Basti pensare che una massiccia porta di ferro è stata letteralmente sradicata abbattendo un muro e che anche i pezzi sanitari nuovi di zecca stavano per essere rubati. Le stanze sono totalmente a soqquadro, i computer danneggiati, gli armadi gettati a terra. le scrivanie ribaltate, le sedie tirate in aria.

Distrutte anche le fotocopiatrici, manomesso l’impianto elettrico tanto da rendere necessario l’intervento dei tecnici dell’Amg che hanno accertato i danni anche al sistema delle luci di emergenza. E da un’aula all’altra del centro, la situazione non cambia: “Questi episodi scoraggiano enormemente, ma non abbandono la struttura e coloro a cui è destinata. Si tratta di una risorsa non solo per la zona in cui si trova, ma per l’intera città. Proporrò l’installazione di un sistema di videosorveglianza che tutelerà la struttura da nuovi assalti almeno durante la fase dei lavori”.

AGGIORNAMENTO. 

“La notizia dell’incivile raid contro il Centro Giovani di Borgo Nuovo è la conferma che certi palermitani, anche organizzati per gruppi, mirano a non far decollare il futuro di questa città. Dietro loro si nascondono subdoli soggetti che manovrano altri soggetti con lo scopo di fermare ogni buona iniziativa di crescita e ogni buona struttura educativa e di sostegno come è il Centro Giovani, tassello importante per molti ragazzi e per molte famiglie e per la sempre più crescente riqualificazione del quartiere di Borgo Nuovo. E’ ovvio che questa gente prima o poi capirà che non sono questi vigliacchi e mafiosi atti di vandalismo a fermare il cammino della città e della sua Amministrazione e faremo di tutto per riorganizzare il Centro nel più breve tempo possibile per essere definitivamente fruibile dai ragazzi e dalle famiglie disagiate del quartiere”. Lo ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando dopo il raid vandalico di questa notte al Centro Giovani di Borgo Nuovo. Il sindaco ha anche allertato il comandante della polizia municipale, Vincenzo Messina, per l’invio sul posto di alcune pattuglie per rafforzare i controlli.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    a quest’ora con 5000 euro di video sorveglianza avremmo risparmiato diverse decine di migliaia di euro ed i continui raid; l’Assessore si faccia spiegare dai colleghi di Giunta perchè ancora le telecamere non sono state acquistate ed istallate, cosa si aspetta?

    evidentemente c’è una banda che compie questi atti, abito nel quartiere e ogni giorno si sentono notizie del genere di danneggiamenti o furtarelli vari anche a privati. Secondo me ci vorrebbe un po più di prevenzione e controllo del territorio, purtroppo questi elementi circolano indisturbati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.