Buste con proiettili | a Lari, Lo Bello, Montante - Live Sicilia

Buste con proiettili | a Lari, Lo Bello, Montante

Intimidazione
di
4 Commenti Condividi

Buste con dei proiettili sono state recapitate al procuratore di Caltanissetta, Sergio Lari, al presidente di Confindustria Sicilia, Ivan Lo Bello e ad Antonello Montante, presidente della Camera di Commercio di Caltanissetta e delegato in Confindustria per i rapporti con le istituzioni preposte al controllo del territorio. La notizia è stata confermata da fonti investigative nissene. L’indagine su queste intimidazioni è condotta dalla Digos di Caltanissetta e di Palermo. Lari è stato sentito oggi dal Copasir nell’ambito dell’inchiesta che la procura sta conducendo sul ruolo di esponenti dei servizi segreti nel fallito attentato a Giovanni Falcone all’Addaura. Lo Bello e Montante sono stati negli anni scorsi, i promotori del provvedimento di espulsione da Confindustria degli imprenditori che non denunciavano le richieste di pizzo.
In ognuna delle buste oltre ai proiettili vi erano le foto di Lari, Lo Bello e Montante, ritagliate da alcuni giornali con disegnate delle croci. E anche dei messaggi con minacce di morte. Le tre buste sono state recapitate alla procura di Caltanissetta e alle sede di Confindustria di Palermo e di Caltanissetta.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Solidarietà a Lari, Lo Bello e Montante. Tutti i Siciliani devono stringersi intorno a questi uomini che quotidianamente sono impegnati a lottare contro la mafia e che rinunziano ad una vita “normale” perchè credono e amano ciò che fanno nella speranza che un giorno la Sicilia possa liberarsi per sempre dalla mafia e dal potere di coloro i quali sono legati ai mafiosi. Per realizzare tale sogno occorre anche l’impegno quotidiano di tutti i Siciliani nella lotta contro la mafia e il potere degli amici dei mafiosi.

    ricordo che il sottoscritto ha ricevuto per ben 5 volte minaccie di morte o intimidazione pero c,e una differenza loro sono conosciuti io sono solo un artigiano invisibile.

    bennj,
    se è vero, mi dispiace molto per te.
    Se invece ti stai inventando tutto, vedi di trovarti un altro passatempo. Prova con i giochi del computer, le parole crociate, noleggiati una videocassetta. Fai tu.

    [Riguardo alle intimidazioni reali a tutti e a tutti con busta con proiettili, questi straccioni non hanno nemmeno l’inventiva di spedire una cosa diversa a ciuscuno. Solo buste con proiettili. Sarebbe il caso di affiggere sulla porta di certi uffici – non si accettano buste con proiettili -.
    Solidarietà e massimo ribrezzo per gli autori]

    la solitudine e l,indifferenza sono gli amici e nemici nello stesso tempo degli imprenditori come me cha hanno avuto il coraggio di denunciare si fa presto a dire denunciate e poi………..posso andare forse nelle chiese a elemosinare fino a quando mi lascieranno vivere perche anche nelle chiese ci vuole la raccomandazione per chiedere l,elemosina .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.