Caldara, il colpo della carriera | Pagliarulo-Daì: gloria e trionfo - Live Sicilia

Caldara, il colpo della carriera | Pagliarulo-Daì: gloria e trionfo

Il difensore si regala l'emozione più grande di un percorso professionale ancora agli inizi, per i due leader del gruppo la soddisfazione di riconfermarsi anche senza Boscaglia. Nessuna insufficienza, premiata la solidità del gruppo.

le pagelle granata
di
0 Commenti Condividi

LE PAGELLE DI AVELLINO-TRAPANI

Marcone: 6. Chiamato in extremis a sostituire Gomis, fa il suo senza particolari affanni. Sul gol non può nulla, anche perché subisce una carica che gli impedisce di intervenire.

Daì: 7. Al di là della prova, è il suo momento. Un finale di campionato da protagonista, con la conquista di un’altra salvezza tra i cadetti. Highlander.

Pagliarulo: 7. Anche in questo caso la valutazione non è strettamente inerente alla gara, ma alla caparbietà con cui da vero capitano ha trascinato il Trapani alla salvezza. Quando il gioco si fa duro, Pagliarulo risponde presente.

Caldara: 8. L’emozione più grande di una carriera appena agli inizi. Regala il pari e la salvezza a un gruppo che ha lottato, sofferto e infine gioito. Oggi ad Avellino, ma più in generale durante una stagione apparsa, a tratti, interminabile.

Rizzato: 6,5. Sacrificio e corsa senza mai lesinare energie. Per tutta la stagione. La salvezza è anche sua.

Scozzarella: 7. Oggi meno appariscente, ma le sue geometrie hanno dato ossigeno alla manovra del Trapani nei momenti chiave del torneo. Fosforo.

Ciaramitaro: 7. Gladiatore, trascinatore, sempre pronto a far scivolare sul piano dell’emozione l’impegno sul terreno di gioco. Intensità al servizio della squadra.

Barillà: 7. Da titolare inamovibile a habitué della panchina a pedina imprescindibile a uomo gol. Stagione sulle montagne russe, ma l’ex reggino ha giocato un ruolo importantissimo.

Falco: 6,5. L’uomo dalle giocate importanti nei momenti importanti. Con l’Avellino cerca il gol ma non lo trova, la prova odierna è comunque positiva.

Nadarevic: 6. Classe ed estro a corrente alternata. Anche ad Avellino. Avrebbe potuto (e dovuto) dare di più, specie nel girone di ritorno.

Curiale: 6. Non segna ma ci mette anima e corpo, a differenza di quanto accaduto in altre occasioni. Reti contro Modena e Ternana sin qui, ovvero contro due ex dirette concorrenti per una salvezza che è anche sua.

Basso: 6. Mezz’ora alla ricerca del pari.

Citro: sv.

Malele: sv.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.