Caso Intel, Giorgetti: "Nessuna guerra interna, prima vincere in Europa"

Caso Intel, Giorgetti: “Nessuna guerra interna, prima vincere in Europa”

Il Ministro dello Sviluppo Economico risponde alle polemiche.
L'INTERVENTO
di
4 Commenti Condividi

CATANIA – “Il dossier è delicato e stiamo lavorando senza sosta per portare in Italia Intel perché la concorrenza a livello europea è fortissima”. Così il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti a LiveSicilia risponde alle polemiche politiche di queste ore su quella che è diventata una guerra tra Catania e Torino.

La partita, al momento, dunque si deve vincere in Europa. Perché il rischio è che Intel possa scegliere un altro Paese, forse la Germania. Insomma Giorgetti “tifa Italia”. Poi quando ci sarà la certezza che Intel sceglierà il nostro Paese, si inizierà a discutere dell’insediamento e sarà scelto chi dimostrerà di avere più competenze. Al momento le candidature sono quattro, oltre Catania e Torino.

A chi accusa il Ministro di non avere a cuore il futuro industriale ed economico di Catania Giorgetti risponde: “Stiamo lottando a livello di commissione Ue per autorizzare l’investimento Stm a Catania. Il resto, polemiche, accuse, strumentalizzazioni locali non aiutano”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Sammartino,sammartino,sammartinoooo……o sammartino.Sammartinosammarti samm…..leghista disperso.

    I veri Leghisti sono altri…

    Falli comu voi, sempri leghisti su!

    Personaggio squallido del sistema :. Il suo peso? Solo per le sue tasche e per la bilancia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *