Il Catania si affida a Marcolin | E Delli Carri è il nuovo ds - Live Sicilia

Il Catania si affida a Marcolin | E Delli Carri è il nuovo ds

È sbarcato all'aeroporto di Fontanarossa il nuovo allenatore della formazione rossazzurra, il quale si è presentato dicendo che la squadra "deve solo lavorare". Nel frattempo, l'ex direttore sportivo del Pescara rimpiazzerà Cosentino come uomo-mercato.

calcio - serie b
di
10 Commenti Condividi

CATANIA – “Dobbiamo solo lavorare: e di lavoro ce n’è tanto. Ma sono contento di essere tornato a casa”. Parole e intenti di Dario Marcolin. E’ lui, dunque, il nuovo tecnico dei rossoazzurri. Sbarcato a Fontanarossa subito dopo l’ora di pranzo, il primo inghippo lo ha avuto non dal campo ma dall’Etna: l’emissione di cenere lavica che ha bloccato l’aeroporto fino alle 8 di stamane ha, infatti, fatto slittare il suo arrivo di qualche ora. Ma cosa vuoi che sia rispetto al “duro lavoro” (tanto per usare in prestito le parole del neo allenatore etneo) che lo attende? Toccherà a lui provare a fare l’impresa: quella di ricostruire una squadra capace di di giocare da squadra mettendo da parte il blasone e la storia. C’è da recuperare umiltà e concentrazione. Compito tutt’altro che semplice, è chiaro. Domani, si riprende a Torre del Grifo in vista di quella che sarà la lunga marcia d’avvicinamento alla sfida del prossimo 17 gennaio a Lanciano. Nel mezzo, si spera, una parentesi di mercato che possa ridisegnare i contorni di un giocattolo che più che rotto appare disintegrato.

Ed a proposito di mercato, è qui che si apre il capitolo Daniele Delli Carri. Anche se manca ancora l’ufficialità della cosa, pare essere proprio lui il predestinato a ricoprire il ruolo di Direttore sportivo. L’ex difensore di Piacenza, Torino e Fiorentina oggi nelle vesti di dirigente avrà un ruolo quasi decisivo: a lui sarà affidata una sorta di “delega alla mediazione” tra giocatori e società. Ma, al contempo, avrà voce in capitolo nel mercato da condurre da qui alla fine di gennaio. Delli Carri viene da due esperienze in chiaroscuro a Pescara e Genova (sponda rossoblu) ed a Catania può sfruttare una grande occasione. Qualche bisbiglio nell’ambiente rossoazzurro a proposito della sua vicinanza alla Gea di Alessandro Moggi, c’è già stato: ma come sempre saranno i fatti ed i risultati ad essere giudici impietosi del lavoro di un sodalizio rossoazzurro che prova a rialzarsi dopo le tremende cadute dell’ultimo anno e mezzo.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    Giusto cambio nel l’allenatore e nel DS.Cosentino un po lestofante.Speriamo bene almeno non andiamo in serie C.

    Forse………

    Sono soprattutto contento per l’ingaggio di Daniele Delli Carri come nuovo Direttore Sportivo, nel Pescara in B di Zeman ha lavorato davvero benissimo costruendo una grande squadra.

    UAUUUUU…….ora si che inizia il BBBBROGETTO Europa

    Marcolin x la lega PRO

    Adesso non vi manca proprio niente per il funerale avete anche …DELLI CARRI ….

    …..quanta pochezza in queste scelte…..palliativi solo e solamente palliativi che non riusciranno a ristabilire quello che sembra un destino ( volontà della proprietà n.d.r.), inevitabile….. Liquidazione coatta amministrativa ( Wind jet docet…)

    Vi siete ridotti proprio male…davvero…ormai ci fate pena. Molti rosa nero, ormai, provano pietà per voi. Siete senza speranze, vi stiamo accanto in questo triste momento, nonostante la rivalità. Coraggio cugini…forse un giorno sarà di nuovo ciempion ligghi

    PALERMO 5 CAGLIARI 0…………………INCHINATEVI!!!!!

    Catanese, che ne pensi di questo Palermo? Se non si fa il derby è solo colpa vostra, siete scarsi e siete in B. Non credo ci sarà mai più un derby fra voi e il Capoluogo (Capoluogo con la C maiuscola per via della nostra grandezza a cui dovete solo inchinarvi e per ricordarvi una lettera che deve incutervi terrore). Vi vedo retrocessi a fine anno (neanche i play out, proprio retrocessi direttamente). A Lanciano perdete facile. Io mi gioco l’1 fisso o al massimo il risultato esatto “altro”, sperando in un 5 a 0 del Lanciano. Ci risentiamo apena giocate. Io sarò sempre qui, affezionato commentatore. PS ciao a Agatino u carnezziari Alfiucciu, Oraziucciu e Turiddu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.