Catania, Lodi infiamma i tifosi |Il prossimo passo è l'allenatore - Live Sicilia

Catania, Lodi infiamma i tifosi |Il prossimo passo è l’allenatore

Lo Monaco al lavoro per riuscire a strappare l'accordo definitivo a Cristiano Lucarelli.

calcio - lega pro
di
1 Commenti Condividi

CATANIA – La stagione agonistica 2017/2018, ormai praticamente alle porte, dovrà segnare il rilancio in grande stile del Catania. Dopo alcune annate da dimenticare, con il doppio capitombolo che ha visto sprofondare i rossazzurri in terza serie e disputare due stagioni ad handicap per via di pesanti penalizzazioni, adesso si vuole voltare decisamente pagina, dimenticando il recente passato e puntando ad un campionato di vertice. Il ritorno in serie B, in tal senso, è il primo obiettivo della società di Pietro Lo Monaco, determinante sinora soprattutto per i significativi risultati ottenuto nell’ambito del piano di risanamento economico della società. Tuttavia, le “grane” non sono state ancora risolte del tutto, soprattutto se si fa riferimento alla vicenda legata a Rinaudo ma la concreta speranza è che presto si possa vedere la luce in fondo al tunnel e dedicarsi essenzialmente all’allestimento di una formazione in grado di competere per il salto di categoria.

Attesa da un momento all’altro l’ufficializzazione del nuovo allenatore che –a meno di clamorosi dietro front– sarà Cristiano Lucarelli, toscano verace e reduce dalla positiva esperienza in riva allo Stretto. Un profilo di allenatore che sembra essere quello giusto, soprattutto sotto il profilo caratteriale e motivazionale che è spesso mancato nella passata stagione, indipendentemente dalle qualità tecniche dei singoli. I dirigenti rossazzurri sono partiti da una certezza: Ciccio Lodi, infatti, è stato il primo rinforzo della nuova squadra. Il quotato centrocampista va ad ingrossare le fila degli “ex” che può già contare su Biagianti e Marchese ma appare evidente che, per puntare in alto, nel nuovo Catania dovrà essere iniettata linfa nuova sotto il profilo della dinamicità e corsa, viste le caratteristiche del campionato di serie C dove spesso la tenuta atletica può risultare determinante.

Lodi, tuttavia, va a colmare un buco a centrocampo sembrato sin troppo evidente nella passata stagione a causa anche dell’incostanza di Scoppa. Evidentemente sarà indispensabile costruire una difesa rocciosa che possa migliorare il rendimento offerto recentemente da dal duo Bergamelli-Drausio transitato verso altri lidi calcistici. Senza dimenticare, ovviamente, l’attacco dove sembrano varie le opzioni, a cominciare dalla riconferma o meno di Pozzebon e dello stesso Valerio Anastasi appena rientrato dal prestito messinese. Per rafforzare il reparto avanzato, il sogno resta Litteri ma, al momento, una vera trattativa sembra non esserci. I tifosi, intanto, stanno alla finestra: in tanti aspettano l’esito del calciomercato estivo per confermare la loro fiducia e sottoscrivere l’ennesimo atto d’amore verso i colori rossazzurri.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Il risanamento economico, anzitutto. Questa societa’, si e’ impegnata, al di la’ dei clamorosi errori commessi ( negli scorsi anni) dal duo Pulvirenti- Cosentino, a riportare il Catania ai fasti di un tempo. Ci riuscira’? Quest’anno serviranno almeno due milioni per ripartire nel prossimo campionato, poi bisognera’ risolvere la grana Rinaudo con lo Sporting Lisbona ( 1,4 milioni che gli iberici vorrebbero subito), ma che Lo Monaco vorrebbe rateizzare, com’e’ avvenuto per Castro. Infine c’e’ l’ordinaria amministrazione, con giocatori da piazzare e altri da acquistare, magari graditi al nuovo tecnico ( bene Lucarelli)- Si parte da Ciccio Lodi, indimenticato fantasista che batteva i calci piazzati in serie A, come pochi fuoriclasse, sapevano fare. Ma poi ci vuole gente di categoria, magari abituata a lottare e vincere in serie C. Una scommessa da tentare e vincere, sperando questa volta di non incorrere in penalizzazioni mortificanti. Il mestiere del tifoso, e’ quello di aver fede. Questo mestiere a Catania, lo pratichiamo in molti-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *