Chiuso un chiosco-bar a Sant'Elia| "Non aveva le autorizzazioni" - Live Sicilia

Chiuso un chiosco-bar a Sant’Elia| “Non aveva le autorizzazioni”

Nel mirino della polizia anche una baracca abusiva in cui venivano venduti alimenti e bevande.

 

Nel Palermitano
di
1 Commenti Condividi

(SANTA FLAVIA) – PALERMO – Controlli a tutto spiano della polizia, da Bagheria fino a Termini Imerese, sul fronte dell’abusivismo commerciale. Nel corso dell’attività è stato chiuso un chiosco-bar a Sant’Elia, in via Croce, perché totalmente sprovvisto delle autorizzazioni.

Il provvedimento è stato eseguito dagli agenti del commissariato di Bagheria con l’ausilio dei colleghi di Palermo, dei militari della Capitaneria di porto di Porticello, di una pattuglia della Guardia di Finanza di Bagheria e dei vigili urbani di Santa Flavia. Ma non finisce qui, perché nella discesa a mare del Kafara, sulla litoranea di Mongerbino, è stata individuata una baracca adibita alla vendita di bevande ed alimenti che era completamente abusiva.

Al setaccio anche tutti i locali della zona per verificare se in regola con le normative amministrative e con quelle per il suolo pubblico. Gli agenti hanno disposto il ripristino dei luoghi da parte dei titolari che sono stati anche sanzionati. A Bagheria sono inoltre state controllate 30 persone e 15 veicoli. Sequestrate tre auto senza assicurazione e quattro motocicli. Un ragazzo di 24 anni, S.F. è stato denunciato alla Prefettura di Palermo perché trovato in possesso di hashish.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    E il “posteggio” fra la Capannina e lo Sporting (nella statale di Altavilla Milicia) ce le ha le autorizzazioni per le feste con musica napoletana sparata a palla?
    E lo Sporting può disturbare decine di villeggianti con l’animazione dei ragazzini ad alto volume?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *