Comune, 27mila euro |per gli straordinari elettorali - Live Sicilia

Comune, 27mila euro |per gli straordinari elettorali

In vista del voto, il Comune di Catania ha stabilito le mansioni e stanziato i fondi per gli straordinari del “Coordinamento elettorale”. 43 impiegati impegnati il prossimo 9 e 10 giugno e nell’eventuale ballottaggio del 23 e 24. IL DOCUMENTO

VERSO IL VOTO
di
4 Commenti Condividi

CATANIA – Nell’attesa di conoscere chi sarà il primo cittadino di Catania, il Comune etneo ha emesso un “salato” provvedimento dirigenziale in vista delle ormai imminenti consultazioni elettorali, previste per il 9 e 10 giugno. Attraverso la determina sono stati infatti stanziati 27.614,90 euro per coprire il lavoro straordinario che il personale di Palazzo degli Elefanti svolgerà all’interno della Direzione Gabinetto del Sindaco.

Un vero e proprio “Coordinamento elettorale – si legge nella determina – istituito il 19 aprile 2013 e composto da uno Staff di funzionari ed impiegati che dovranno rispondere direttamente al Segretario Generale, al fine di assicurare il puntuale svolgimento di tutti gli adempimenti di legge in occasione delle consultazioni elettorali”.

I compiti che i dipendenti dovranno portare a termine sono i più svariati: rapporti con il Coordinamento elettorale, la segreteria generale, Questura, stampa, televisioni e gruppi politici, rilascio autorizzazioni del suolo pubblico per i comizi, informazione e assistenza al cittadino oltre a “informare il Sindaco relativamente al buon andamento della macchina elettorale”.

Nella lista del personale autorizzato figurano 43 nominativi, suddivisi per grado, attività da svolgere, ore di straordinario e compenso. Ad occuparsi del coordinamento elettorale sarà Filippo Giunta (2162,80 €). Tre i nominativi indicati per “informazioni e assistenza al cittadino”, Salvatore Zinno (748,86€), Massimiliano Motta (568,92€) e Agata Lanzafame (936,74 €). La somma totale coprirà gli straordinari anche dell’eventuale ballottaggio previsto per il 23 e 24 giugno 2013.

LA DETERMINA (LEGGI QUI)

 

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Questo è solo la determina per il coordinamento i soldi che si spendarenno sono ma molto molto dippiù.

    Io proverei a domandare e provare a capire per chi dovranno votare questi dipendenti, forse per “Stanca” . . . . attenzione Scapagnini docet (cenere vulcanica), pagamenti poco prima del voto…. riflettere

    Hanno fatto cose da pazzi per poter dire che “restituivano” Piazza Europa ai catanesi.
    In realtà, come detto dal candidato sindaco Caserta, hanno “inaugurato un cantiere”.
    Una specie di spazio senza senso che non ha raccolto il consenso dei cittadini presenti.
    Persino l’altro candidato Tuccio D’Urso, che dell’operazione è il padre putativo, ha dichiarato che se l’avesse immaginata per come è venuta, quella piazza non l’avrebbe mai autorizzata.
    L’unico ad essere entusiasta, come al solito, è l’ineffabile sindaco in scadenza che nell’ultimo mese, dopo quasi 5 anni di totale immobilismo, riuscito ad inaugurare il Bus veloce e, adesso, questa specie di piazza.
    Tanto eccitato, Stancanelli, da disporre addirittura con somma urgenza di procurare un impianto audio per le imperdibili dichiarazioni dell’Autorità.
    Per una simile essenziale iniziativa, 500 euro si trovano sempre e mica si possono disturbare per così poco i poveri Virlinzi, titolari della Parcheggio Europa SpA, che già tanto bene hanno fatto alla città. Ma no, paghi Pantalone, anzi, quegli scemi dei catanesi.
    Un microfono e un paio di casse per ascoltare le “essenziali” dichiarazioni di Stancaneli & C.
    Nell”urgentissima” determina dell’amministrazione Stancanelli, che pubblichiamo integralmente in calce, si legge:
    Si noti la definizione senza precedenti con cui viene definito fantozzianamente il sindaco: “le Superiorità dell’ Amministrazione”.
    Ennesima vicenda per cui ci sarebbe da rimanere allibiti, una città ormai senza pudore, affogata nella vergogna.

    ecco la mia riflessione, stai solo blaterando. Prima di scrivere rifletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.