Comune, firmato l'accordo economico: più soldi in busta paga a settembre - Live Sicilia

Comune, firmato l’accordo economico: più soldi in busta paga a settembre

Cgil, Cisal e Uil: "Ottimo risultato, adesso le stabilizzazioni"
PALERMO
di
10 Commenti Condividi

PALERMO – “Con la firma dell’accordo economico 2021 per il Comune di Palermo, finalmente si valorizzano i lavoratori: i dipendenti riceveranno 1,1 milioni di euro in più grazie alle economie dello scorso anno con le somme già nella busta paga di settembre e per la prima volta si recepiscono alcuni istituti contrattuali preminando merito e competenze”. Lo dicono Lillo Sanfratello di Cgil Fp, Nicola Scaglione di Csa-Cisal e Salvatore Sampino e Ilioneo Martinez di Uil Fpl, oltre ai gruppi Rsu commentando la sottoscrizione  dell’accordo definitivo avvenuta martedì 7 settembre.

Grazie alle economie del 2020 pari a quasi 1,7 milioni di euro, verranno finanziati alcuni istituti previsti dal contratto 2021 e un compenso aggiuntivo della perfomance individuale che sarà per tutti superiore a quella dello scorso anno. L’accordo prevede l’aumento dei turni di reperibilità (in media 7 al mese) pagati a 13 euro; l’estensione dell’indennità correlata alle condizioni di lavoro al personale dei mercati e dell’indennità di specifiche responsabilità a chi svolge funzioni specialistiche; il ristoro fino al 25% dell’indennità di risultato per le posizioni organizzative che hanno espletato servizi ad interim; l’incremento del numero di progetti dell’area Cultura da 84 a 104 unità; una migliore definizione dell’indennità di funzione per la Polizia municipale.

Il Fondo compensi aggiuntivo viene incrementato di 1,1 milioni e sarà così suddiviso: per la categoria A il totale massimo complessivo annuo passa da 634,8 a 789,56 euro; per la categoria B1 da 703,8 a 875,38 euro; per la categoria B3 da 862,5 a 1.072,77 euro; per la categoria C da 1.008 a 1.253,74 euro; per la categoria D1 da 1.056 a 1.313,44 euro; per la D3 da 1.236 a 1.537,32 euro. In particolare a settembre verrà pagata l’integrazione del primo semestre (190,21 euro per categoria A, 210,88 per B1, 258,43 per B3, 302 per C, 316,4 per D1, 370,33 per D3).

Il fondo comensi progetti performance organizzativa viene finanziato con 240 mila euro legando il compenso a progetti semestrali o annuali: 1.200 euro per categoria A, 1.300 euro per B, 1.450 per C e 1.500 per D1 e D3.

“Una delle novità più significative – spiegano le organizzazioni sindacali – riguarda il recepimento dell’articolo 69 del contratto nazionale che prevede una maggiorazione del 30% sulla performance individuale per i lavoratori più meritevoli. L’amministrazione comunale ha accolto la maggior parte delle nostre richieste, altre saranno valutate nei prossimi mesi ma l’obiettivo resta quello di mettere in sicurezza le risorse per i lavoratori lasciando ad altri le polemiche. Adesso ci concentreremo sulle stabilizzazione e sull’aumento delle ore su cui, sin da subito, proseguirà il confronto con l’amministrazione”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    In base a questi aumenti ci saranno nuove tasse, grazie Orlando.

    Ma le casse del comune non sono vuote ? Qualcuno parla di dissesto ?
    A dimenticavo , si avvicinano le elezioni , paraponziponzipo’ !

    Il comune e’ in dissesto che fa il sindaco Orlando ? va nelle banche a chiedere mutui per ripianare il bilancio. Questi mutui li pagheremo noi i nostri figli e i nostri nipoti che ancora non lavorano.

    Buon giorno, volevo comunicare che questi soldi che daranno ai dipendenti non sono soldi della collettiva’, bensì risorse economiche giá dei dipendenti che non erano stati distribuiti precedentemente. Prima di sputare cattiveria accertatevi.

    A scusa vero sono soldi che mette di tasca sua Orlando.

    Purtroppo se non conosci le dinamiche è inutile risponderti.

    Il mondo produttivo , si divide in lavoratori dipendenti , e autonomi , fra quest’ ultimi si
    annoverano , gli artigiani , commercianti , a partita iva , liberi professionisti , contadini ,
    pescatori , tutti coloro che per avere uno stipendio devono farsi il ” mazzo ” . Se non
    producono non mangiano , se l’attività va male falliscono , se si ammalano , dalla semplice
    influenza , a patologie più serie , le conseguenze sono spesso drammatiche . Nessuna tutela .
    Poi abbiamo i così detti dipendenti , che spesso non sanno cosa sia il lavoro , nessuna
    polemica , ma …….i fatti non smentiscono alcune realtà , eppure a costoro sono concesse
    tutte le tutele , non si vuole ipotizzare una lotta di classe , però le storture sono evidenti ,
    stridenti , sbilanciati .

    E dopo la solita sagra delle banalità, è necessario ribadire con i dati qual è in realtà la VERA CANCRENA dell’Italia, di gran lunga il Paese con la maggiore evasione fiscale in Europa. Si stima che ogni anno manchino all’Erario, tra i 110 ed i 150 MILIARDI di euro, DICONSI 150. E chi li evade questi soldi? Da dove proviene l’evasione? Non certo dal settore pubblico. Piuttosto l’Iva evasa pesa circa il 33%, l’IRPEF da lavoro ed autonomo ed impresa un altro 33%, poi IRES ed IRAP circa 10%.
    Caro autonomo, “Perché osservi la pagliuzza nell’occhio del tuo fratello, mentre non ti accorgi della trave che hai nel tuo occhio?”

    Vi ricordo che lo stipendio di un lavoratore pubblico media cat si aggira sui 1250,00 €, un lavoratore autonomo se è all’altezza della situazione può guadagnare molto di più. State tutto il tempo a piangersi addosso.

    Non per polemizzare , ma da una recente indagine è emerso che , coloro che si
    assentano meno dal posto di lavoro sono proprio i lavoratori autonomi , al contrario
    i più cagionevoli di salute si annoverano fra i dipendenti , se si controllassero meglio
    i vari certificati medici ……… sarà un caso .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.