Scattano i divieti per il concertone | Riaperta alle auto via Maqueda - Live Sicilia

Scattano i divieti per il concertone | Riaperta alle auto via Maqueda

Il traffico di oggi in via Francesco Crispi (Foto Cataldo)

La chiusura al transito all'altezza della Cala ha causato una lunga coda in via Crispi.

Palermo
di
6 Commenti Condividi

PALERMO – Auto incolonnate e automobilisti stressati dal traffico e dal grande caldo. Questa la situazione registrata alle prime ore mattutine nella zona del porto di Palermo, che subisce le ripercussioni della chiusura al traffico del Foro Italico per il concertone di Radio Italia. Il divieto di transito scattato alle sette di oggi ha creato ripercussioni in tutta via Francesco Crispi, soprattutto nella carreggiata in direzione via Messina Marine.

Lo stop alle auto all’altezza della Cala, con le auto costrette a risalire verso via Vittorio Emanuele, ha trasformato la strada che delimita l’accesso al porto in un imbuto. Una lunga coda di automobili si è formata da piazza XIII vittime fino all’altezza del carcere Ucciardone, già dalle prime ore. Traffico chiuso e lunghe code anche sull’altro versante, nel tratto che va da via Cappello e il Foro Italico. Niente auto anche un tratto di via Lincoln, da corso dei Mille al mare, così come una parte di via Tiro a segno (tra via Archirafi e piazza Tumminello). Il divieto di transito sarà in vigore fino alle 2 dell’1 luglio, mentre per tutta la giornata di oggi sarà sospesa la Ztl.

Il concerto prenderà il via alle 19.45, ma i cancelli per l’afflusso del pubblico verranno aperti alle 13. Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica ha disposto che potranno accedere al sito 42mila persone. L’accesso avverrà attraverso varchi dove ogni persona sarà controllata (anche zaini e borse) anche con metal detector. Non sarà possibile introdurre bevande alcooliche di qualsiasi gradazione. Sarà possibile introdurre acqua contenuta in bottiglie di plastica che saranno private del tappo. Sono categoricamente vietati contenitori in vetro e lattine. L’area sarà suddivisa in due settori.

Intanto, in virtù della straordinaria congestione alla viabilità nelle strade del centro, il Comune ha aperto al traffico veicolare via Maqueda. Per un giorno niente isola pedonale dunque. Le auto provenienti da via Ruggero Settimo possono transitare in via Maqueda in direzione della Stazione centrale in modo tale da far scorrere maggiormente il traffico in centro.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    Esistono ancora in questa città i diritti degli abitanti?

    Faccio veramente fatica a capire come sia possibile autorizzare eventi di questo genere in parti cosi martoriate della città.

    Delirio totale. Abitanti come sudditi.

    Ma salirà sul palco, per prendersi gli applausi dei palermitani così come al Festino, il sindaco Leoluca Orlando? Considerato l’elevato numero di voti che ha avuto prenderà più applausi di tutti gli artisti messi insieme.

    Ora dico, considerando che le arterie della cala sono da diversi mesi una Via Crucis, a quale intelligentone del Comune può essere venuto in mente di autorizzare il “concertone” al Foro Italico? Perchè bisogna essere di un livello di intelligenza fuori dal comune per fare ciò, diciamo un campione!!!

    Finalmente un catanese che non vola e ragiona!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *