Corradino Mineo si racconta: | "Mai frequentato potenti" - Live Sicilia

Corradino Mineo si racconta: | “Mai frequentato potenti”

Corradino Mineo

l giornalista palermitano, capolista al Senato del Pd: “Ho ricevuto la telefonata di Bersani lunedì pomeriggio. Prima lo avevo incontrato quattro volte, e solo per intervistarlo”.

 

Il capolista Pd al Senato
di
33 Commenti Condividi

PALERMO – Lucido e deciso, Corradino Mineo non sembra alla “prima” da politico durante la presentazione delle candidature del Partito Democratico. Il capolista al Senato sembra già assumere i panni del leader, mettendo anche in secondo piano il segretario regionale Lupo, che anticipa in un paio di circostanze. E a chi chiede perché si dovrebbe votare Pd risponde con piglio deciso: “Ora la musica cambia. Il copione sarà diverso. Ascolteremo sempre tutti, e saremo pronti a sentire le critiche. Se cambia la Sicilia, cambia l’Italia”.

Defilato risponde poi alle domande dei cronisti. “Quella di Bersani è stata una proposta generosa e coraggiosa – dice –, per me essere qui è un onore. La mia storia non è quella del Partito Democratico, e non sono mai stato né nel Pci, né nella Dc. Porterò comunque le istanze della mia esperienza di giornalista. In prima battuta la lotta alla mafia”. La decisione di Bersani di coinvolgere personalità della società civile è colta in modo positivo da Mineo. “Se muta la politica cambia tutto – afferma –. La spinta di persone che facevano altro è preziosa, perché porta energie nuove”. Il giornalista palermitano, che ha compiuto 63 anni il primo gennaio, racconta come è nata la sua decisione. “Bersani mi ha chiamato lunedì pomeriggio. Fino a quel punto non avevo pensato ad alcuna candidatura”.

A chi parla del giornalismo come quarto potere, Mineo risponde in modo secco. “Nella mia vita non ho mai frequentato potenti, se non per lavoro. Lo stesso Bersani l’ho incontrato appena quattro volte, sempre per intervistarlo. Solo in una circostanza è capitato di vederci a New York, per caso, visto che lui era in vacanza”. Poche ore dopo aver accettato la candidatura Mineo ha lasciato la direzione della testata all news della Rai, che reggeva dal 2006. “Mi sono dimesso immediatamente – afferma –, e non ho nemmeno salutato gli spettatori, affinché nulla si potesse dire di una possibile commistione fra la rete e la mia scelta di fare politica”. Non esclude però di tornare a svolgere il proprio mestiere di giornalista: “In passato lo hanno fatto Michele Santoro e Lilli Gruber. Ritengo che possa benissimo starci. Decenza vorrebbe solo che non si tornasse nello stesso contesto che si era precedentemente lasciato”.

E le critiche ai giornalisti che fanno politica? “Sono ipocrite – taglia corto –. Non credo nella terzietà: il giornalista per capire le cose che accadono deve avere passione e quindi delle proprie convinzioni. La cosa importante è quella di saper rispettare le opinioni altrui”. Infine gli auguri al suo successore alla guida di RaiNews 24. “Faccio tantissimi auguri a Monica Maggioni. Troverà una redazione straordinaria, non solo per quanto ho fatto io in questi sei anni. Ciò di cui vado più fiero è aver costruito un rapporto autentico con il pubblico quotidiano. Può fare un gran lavoro e sono sicuro che lo farà”.

 

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

33 Commenti Condividi

Commenti

    Non è mai troppo tardi.Adesso con la tua candidatura li conoscerai e te li raccomando. Spero che non diventerai peggio di loro (ne dubito)

    Da palermitano sono strafelice e onorato della candidatura di Corradino Mineo, persona perbene, schietta e equilibrata, dalle qualità professionali e umane eccezionali. L’appuntamento mattutino su Rainews 24 con “il caffè” era per me un momento imperdibile!! Complimenti e auguri di vero cuore.

    Ottima candidatura.

    Lui non crede nella terzietà perché appunto è di parte. Solo che quando si fa parte di un servizio pubblico e si utilizza uno strumento pagato da tutti i cittadini e non solo da quelli di una parte, si dovrebbe essere imparziali e non fare propaganda per una sola parte, specie se poi finisce come è finita (con la candidatura).

    Mi dispiace che Corradino Mineo,persona che stimo si sia messo, mischiato con persone poco stimabili.
    Credo che la lontananza dalla sicilia gli abbia fatto fare un passo falsaccettare la candidatura in un partito il PD siciliano costituito da persone…….. che nelle vesti di giornalista avrebbe sicuramente criticato.
    credo che Corradino stimii per professionalità e capacita giornalistiche la sua collega Gabanelli, se cosi è al nostro caro direttore di rai new 24 non è sfuggita la trasmissione sui politici del PD ebbene nella sua lista al senato troverà qualcuno di quei soggetti ed alla camera ne troverà altri, non sarebbe stato più utile per la sicilia il suo lavoro di giornalista invece che condividere scelte po.litiche con i personaggi apparsi alcune settimane fa nella trasmissione della Gabanelli.

    Corradino Mineo NON è palermitano.
    E’ nato a Partanna, provincia di Trapani, l’1 gennaio 1950.

    ottima candidatura
    peccato che sia con il PD che in Sicilia non è assolutamente votabile ed anche Bersani ha dimostrato da ultimo un pessimo volto
    mi spiace, ma non lo voterò

    Egregio dott. Mineo, se il senatore Crisafulli fosse stato uno del PDL o dell’UDC, che cosa avrebbe detto da giornalista?
    Il suo, in un certo senso, “NO COMMENT” sulla vicenda Crisafulli è inquietante , perchè Lei è sempre stato nel suo lavoro un professionista serio e libero da condizionamenti, per questo io l’ho sempre ammirata, però il “Dossier Crisafulli” sta forse imbarazzando anche Lei.

    invece io lo votero.il pd è l’unica speranza di questo disgraziato paese. come giornalista mineo era bravissimo,ogni mattina lo seguivo perchè sapeva raccontare i fatti politici con semplicità.la sicilia sarà la partita decisiva per il governo del paese.al senato si gioca il futuro del nostro paese.tutti gli altri partiti giocano per pareggiare mentre il pd gioca per vincere.dopo la vittoria di crocetta anche mineo darà un contributo decisivo per il riscatto della sicilia.

    Ho ammirato tantissimo il Giornalista Mineo a Rainews, adesso speriamo che possa portare la sua alta professionalità, di persona capace e molto spesso obiettiva, al servizio del Paese.

    @Mario: con Papania,Genovese, Crisafulli………non vedo il riscatto della Sicilia a cui fai riferimento tu.

    “Nella mia vita non ho mai frequentato potenti…”, curiosamente fino a prima di dimettersi era direttore di RaiNews: chi c’è l’ha messo lì? Siamo al festival dell’ipocrisia…, pardon de l’Unità. Ancora prima a Rai3 con Curzi, ha cominciato al Manifesto e poi come dice Robi. bastava sentirlo commentare a RaiNews: un esempio di società civile secondo Bersani… solo un giornalista “organico”, come si diceva una volta di quelli in quota al PCI. Adesso, avendo probabilmente già maturato la pensione, dobbiamo continuare a pagarlo noi, ma molto di più mandandolo al Senato. Giornalismo anglosassone? Qualcuno ne conosce il significato?

    Con Corradino Mineo, finalmente un siciliano intelligente, equilibrato, colto ma non elitario, che può dare una svolta alla politica per il bene comune.

    speriamo che la primavera sbocciata in Sicilia con l’elezione di Crocetta possa trovare conferma con l’elezione di Corradino al Senato entrambi espressione di tutta la gente onesta e perbene che esiste in questa nostra isola.

    Sarà un’impresa ardua per Corradino Mineo ma la sua intelligenza, competenza, cultura e equilibratezza mi danno speranza, potrebbe essere affiancato da un’altre persone di altrettante qualità come Corrado Augias ed eliminarne altre che sicuramente, anche se dello stesso partito, ostacoleranno il loro futuro lavoro

    Candidato e sicuramente deputato bypassando il voto popolare.
    Un’altra “lezione” di democrazia dal Partito Democratico, maestro di democrazia!
    Colui che sulla rete da lui diretta ha propagandato per giorni e giorni le primarie del PD come esempio di civiltà democratica…… poi le primare le ha saltate!!

    Il professore Mineo ….. se proprio vuole se lo può votare BERSANI…. Ingroia l’unica e sola sinistra

    Anch’io apprezzo Corradino Mineo ma vorrei sapere come ha fatto a diventare direttore se non ha mai frequentato la politica. Solo merito? Ahi, ahi ahi…

    Ancora oggi molti non capiscono che governare è un’altra cosa.
    Nel 2013 anche Robin Hood avrebbe difficoltà a togliere ai ricchi per dare ai poveri.

    Quando qualcuno dice che la sinistra, PD in particolare, utilizza personaggi in vista della magistratura e della televisione pubblica etc. Con finalità di propaganda politica in modo poco ortodosso e democratico, non ha ragione? Sui personaggi politici siciliani del PD evitiamo di commentare poiché Berlinguer ( la questione morale) si stara’ rivoltando nella tomba!

    Manca la tua presenza, Corradino.
    Grazie del tuo impegno!
    Spero di risentirti nella tv pubblica, sei stato uno spiraglio di appassionata ed autentica democrazia nella rai.

    Massimo

    Mineo,bravo giornalista,sempre obbiettivo,il Caffè di news 24,fin troppo equo,nella letura dei quotidiani,infatti il “Giornale e Libero”,erano letti sempre per primi,anche se il più delle volte,le loro prime pagine sono,a dire poco indecenti.Nonostante questo,vedo che anche qui c’è gente,che non riesce a vedere aldilà del pregiudizio,la malafede è dura a morire,ma non bisogna perdere la speranza.Forza che c’è la faremo,prima o poi,tanti auguri,Corradino.

    Sono veramente contento per la ppresenza di una persona capace ed equilibrata che, se riuscirà a mantenere la sua saggezza ed obiettività, oltre che coerenza, non potrà far altro che bene alla politica siciliana e della repubblica. Per lottare ed ottenere i risultati spesso è necessario scendere a dei piccoli compromessi, turandosi il naso, in funzione degli obiettivi: questo per colorispondere agli “integralisti e giustizialisti” di cui leggo in alcuni commenti odierni. Forza Corradino, esempio della bella sicilianita’!

    Ma che deve fare uno che la Sicilia nemmeno la conosce e che è stato messa nella lista dei patetici garantiti! e che peraltro usa la tv pubblica per raggiungere la notorietà per metterla al servizio di un partito di zombi…… Tranne il grande renzi che però si è fatto bellamente trombare.

    Peccato perché’ mi manca il caffè’ di Corradino che per tante mattine mi ha svegliato!Ma capisco che alla fine si affezionano solo i telespettatori, a loro importa solo delle loro carriere.

    Corradino

    Sei l’unico giornalista che ascolto con interesse, sento la tua mancanza a Ray News.
    Hai creato una equipe di giovani che non possiede nessuna testata, complimenti.

    Grazie Corradino

    Sono certo che la tua scelta porterà del bene a tutti
    Abbiamo bisogno del tuo aiuto.

    Avevo deciso di non votare, ma questa voltra andrò

    Se un giorno ti incontro voglio stringerti la mano e guardare negli occhi,
    mi riconoscerai.

    Ancora grazie Corradino e Auguri

    Corradino non fare come hanno fatto altri eletti in Sicilia che ti hanno preceduto : Finocchiaro, Violante ecc…, della serie “PRENDO I VOTI E SALUTAMU E CACCIAMU” .

    Non sono Siciliana e non posso votarla peccato! Mi auguro però che i Siciliani di buon senso lo facciano. Ci manca tanto a Rainews. Un’affezionata teledipendente del suo “Caffe” in bocca al lupo .

    caro direttore
    ho ammirato il suo modo di andare via dal video
    credo le sia costato perchè lei amava il suo lavoro
    lo sanno in Sicilia che sta arrivando uno stacanovista come lei?
    ma a me manca tanto il suo guizzo di libertà nella scelta delle parole
    che quando non arrivano fanno arrabiare ma che poi
    sofferte e ritrovate aiutano a capire e a ragionare.
    Grazie per il suo esempio che ho potuto mostrare ai miei figli

    Gentile Direttore,pur sentendo molto la mancanza della sua presenza ascoltando le
    Notizie del mattino e l’edicola di Rai News, sono felice di poter contribuire a sostenere la sua candidatura al Senato.Mi fido molto di lei ma , la prego, non si dimentichi di noi
    Entrando in Senato. Con sincera stima
    Gabriella

    Caro Direttore, purtroppo non posso votarla in Sicilia, terra che io adoro. Era fra i pochi giornalisti che ascoltavo con grande attenzione e che mi insegnavano molte cose.
    So che chi votera lei, votera’ per una persona sana di principi, brava, preparata, onesta e attenta ai problemi quotidiani.
    Se verrà eletto e io glielo auguro con tutto il cuore, faccia qualche cosa per quella terra dimenticata da tutti e ricordata solo nela campagna elettorale

    Caro Direttore la sua a Rai News è una grande mancanza anche se ha costruito una eccellente squadra spero vivamente nella sua onestà e qualità di grande meridionale che porta le tante battaglie di onesti cittadini tartassati da ineguaglianze e soprusi spero di incontrarla da senatore in Campania ne abbiamo bisogno chapeaux .
    Con immensa stima Raffaele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *