"Da rifare le elezioni del 2007" | Orlando: accertare responsabilità - Live Sicilia

“Da rifare le elezioni del 2007” | Orlando: accertare responsabilità

Per i giudici amministrativi i vizi di legittimità c'erano tutti e occorrevano tempi più celeri per verificare le operazioni di voto. Eppure alla luce del tempo trascorso hanno dichiarato improcedibile il ricorso di Orlando.

Palermo
di
31 Commenti Condividi

PALERMO-  Per i giudici del Tar di Palermo le elezioni amministrative del 2007 nelle quali vinse Diego Cammarata su Leoluca Orlando nel capoluogo andavano rifatte. I vizi di legittimità c’erano tutti e occorrevano tempi più celeri per verificare le operazioni di voto. Eppure alla luce del tempo trascorso i giudici hanno dichiarato improcedibile il ricorso di Orlando. E’ quanto si legge nella sentenza nel merito della prima sezione presieduta da Filoreto D’Agostino, estensore e Caterina Criscenti, consigliere. L’attuale sindaco, sconfitto nel 2007, chiedeva l’annullamento di tutte le operazioni elettorali. “Non v’è dubbio – hanno sostenuto i giudici – che la denunziata irregolarità relativa alla consegna dei plichi, recanti la documentazione delle operazioni del seggio, a personale non identificato sia gravissima e determini, se riferita ad un numero elevato di sezioni, una valida ragione di annullamento dell’intero procedimento”. “In questo caso – aggiungono i giudici – l’irregolarità ha riguardato 192 sezioni su 600, cioè circa un terzo, con l’effetto di rendere seriamente perplesso l’esito dell’intera consultazione”.

“Dopo aver vissuto in pressoché totale solitudine e fra tante incomprensioni quella che era una battaglia per Palermo – ha commentato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando -, per la libertà del voto dei cittadini e per la difesa della democrazia in una terra in cui i procedimenti elettorali sono stati spesso condizionati dalla mafia, non posso che prendere atto di una sentenza che si commenta da sola, tanto per il contenuto quanto per i tempi in cui si è concretizzata.Non posso che chiedere al Governo, e segnatamente al Presidente del Consiglio e al Ministro della Giustizia, che si attivino per verificare eventuali responsabilità e storture legislative che hanno permesso un così incredibile e dannoso per i cittadini ritardo nell’emissione della sentenza, che arriva tardi, quando i danni per l’intera comunità cittadina sono gravissimi. Allo stesso tempo – conclude Orlando – trasmetterò alla Procura della Repubblica la sentenza e gli atti dell’intero procedimento affinché si verifichi se vi sono reati non ancora prescritti per i quali accertare e sanzionare eventuali responsabilità”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

31 Commenti Condividi

Commenti

    la magistratura tutta (amministrativa civle penale contabile ecc) dovrebbe seriamente proporre un rimedio a tempi biblici che di fatto annullano la giustizia stessa. e’ questo e’ un caso lampante

    Ma poi la sentenza sul ricorso per il risultato del referendum monarchia vs repubblica è stata emessa?

    e lo dicono dopo 7 anni?

    Certo che ce li saremmo evitati ben volentieri altri 5anni di sindacatura del Cammarata.

    ma come si fa ad accettare una simile sentenza dopo 7 anni????

    L’alternativa era Orlando quindi sarebbe andata ugualmente male o persino peggio!
    Comunque, il tar non dice che i voti in più ottenuti da Cammarata non erano validi ma che la procedura seguita era illegittima indipendentemente dal consenso dei due candidati. Orlando non avrebbe vinto in ogni caso. Purtroppo ha poi vinto la volta successiva.

    Vabbè: solo questioni di tempi sfasati.
    M l’alternanza sempre quella è.
    Tanto alla guida della città si sono alternati, e si alterneranno, i soci della “olio fituso & padella spunnata”
    Quadriennio prima o dopo, non cambia nulla…
    Orlando è stato scalzato da cammarata che ê stato scalzato da orlando……

    Peggio di Cammarata, c’è solo Cammarata.

    Complimenti per la “velocità ” dei giudici del TAR. Dopo 7 anni si sono “accorti” che forse le elezioni del 2007 erano da annullare. Dopo i fatti di Genova dove si sono bloccati per anni i lavori di messa in sicurezza dei margini dei fiumi perché i i giudici amministrativi “erano troppo impegnati” è diventato prioritario riformare profondamente tali organismi giudiziari o abolirli . Attualmente i TAR, così come strutturati, sono un serio problema a causa della loro inefficienza e lentezza. Ricordiamoci che dove c’è inefficienza e lentezza spesso si annida la corruzione.

    I giudizi del TAR stanno ancora riflettendo….nell’aldilà.

    Orlando si è dimesso nel 2000 per candidarsi alla Presidenza della Regione. Cammarata fu eletto nel novembre 2001 forte di un elettorato ebbro del 61 a 0 e delle truppe cammellate di Cuffaro neo Presidente. Cammarata ha battuto Orlando con una partita che oggi sembra risultare truccata. Il termine scalzare l’uno o l’altro mi sembra improprio. Se mi è permesso il popolo elettorale palermitano si è scalzato da solo in questi ultimi ventanni facendo ruotare la vita amministrativa attorno a due soli nomi.

    Vedi che interessi che ci sono a governare Palermo .

    Non sono assolutamente d’accordo , con tutti i difetti che può avere Orlando e gli sbagli che ha fatto durante le sue amministrazioni ,resta di gran lunga superiore a Cammarata ,personalmente non sono abituato a mistificare tutto dico solo che dieci anni di gestione Cammarata hanno devastato questa città ,solo la miopia e l’ignoranza di molti palermitani ha potuto permettere che ciò accadesse.

    sai che perdita per Palermo?almeno non abbbiamo avuto per altri 5 anni Orlando e Catania

    I tempi di questa sentenza dimostrano la NON UTILITA DEL T.A.R.

    COSTI ED SENTENZE INUTILI (IL TAR DEVE RISPONDERE SEMPRE ENTRO I
    60 GIORNI ALTRIMENTI NIENTE SENTENZA E DANNO A LORO CARICO )

    CAMBIA E IN MODO SOSTANZIALE, NON AVREMMO ORLANDO ORA, MA UN ALTRO SINDACO, FORSE SAREMMO AMMINISTRATI MEGLIO DA UN SINDACO DI NUOVA LEVA

    che sarà scalzato dal gabibbo o rocco siffredi

    Ma di questi ritardi chi pagherà?

    Cammarata ha sfregiato e dato la botta finale a questa città già provata di suo

    Mi domando perchè paghiamo i giudici? Per chiudere le stalle quando i buoi sono usciti?
    A questo punto risparmiamo e chiudiamo i Tribunali.
    Ricordate il grande Albertone: ” Se non lo può essere la giustizia che almeno l’ingiustizia sia uguale per tutti.”

    nessuno dice una cosa i tempi biblici della magistratura i costi che lo stato paga quando viene emessa una sentenza sbagliata chi li paga lo stato quindi quei pochi cittadini onesti che pagano le tasse. Prima cosa da fare in italia riformiamo la giustizia

    nuove leve…..volti nuovi e giovani di età….ma mentalità uguale ai precedenti amministratori…quindi non cambia nulla….

    premetto, non sono berlusconiano, ma tra le tante cretinate dette da Berlusconi una era vera, responsabilità ai giudici per sentenze lunghe…lunghissime

    Cammarata il sindaco “cult”? piu che cult palermo è diventata trush……
    certo paragonare orlando a cammarata…..ci vuole rossore
    ricordo a tutti cosa era palermo fino al 2000 e cosa è diventata dopo 10 anni di cammarata………….

    Certo che non avere avuto Orlando come sindaco cinque anni prima ci è costato moltissimo.
    Si, ci saremmo attaccati al tram prima.

    perche’, il dopo cammarata e’ meglio? Non tolleravo Cammarata ma l’attuale mi pare gli faccia concor5renza…almeno cammarata era “statico”

    Io la ricordo Palermo nel 2000. La città era nel degrado, tutte le opere sbandierate da Arcuri su un binario morto e Orlando veniva inseguito ovunque dalle sue clientele elettorali di cooperative ed LSU inferocite che volevano fargli la festa. Sotto il Giornale di Sicilia riuscirono quasi a menarlo e un paio di vigili della scorta per difenderlo finirono in ospedale. Le strade ogni giorno messe a ferro e fuoco per le proteste da tutte le categorie di assistiti da lui sostentate con soldi pubblici in cambio del voto. Questa era Palermo quando si dimise scappando per candidarsi alla regione ed essere molto giustamente trombato.
    La colpa di Cammarata è che nell’arco dei 10 anni non si è discostato dal modello di governo di Orlando.

    santuzza biadda mia,grazie di non averci umiliati 5 anni in piu’ con Leoluca Orlando

    sarebbe stato meglio tacere

    @Cico,in effetti con Orlando Palermo e’ migliorata molto.Fai un piacere a te stesso,esci da casa cosi potrai vedere e’ ridotta Palermo ridota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *