"Da sette mesi senza stipendio, | manca anche la carta" - Live Sicilia

“Da sette mesi senza stipendio, | manca anche la carta”

La difficile situazione del Consorzio Asi di Agrigento, in attesa dell'attuazione della riforma che istituisce l'Istituto regionale per lo sviluppo delle attività produttive. In 34 non ricevono le spettanze da giugno. Giusy Scanio, funzionario direttivo dell’Asi di Agrigento: "Siamo una nave senza nocchiere".

7 Commenti Condividi

AGRIGENTO –  Un ente sommerso dai debiti e che da sette mesi non paga gli stipendi ai propri dipendenti. E’ l’Asi di Agrigento, che vive un momento difficile nel passaggio al nuovo Istituto regionale per lo sviluppo delle attività produttive. Difficoltà che emergono anche dalle parole di Giusy Scanio, funzionario direttivo dell’Asi di Agrigento.

Qual è l’attuale situazione del consorzio?
“L’Asi di Agrigento, al momento, è sommersa dai debiti. Non so come questa situazione sia nata, ma di fatto ci sono più di venti milioni di euro di debiti. C’è un pignoramento in atto per cui gli stipendi sono stati bloccati. Negli uffici non c’è una guida e non abbiamo un dirigente che ci dica cosa fare per cui noi funzionari cerchiamo di portare avanti l’amministrazione giornaliera. Manca persino la carta per le fotocopie, eppure arrivano richieste da deputati che chiedono documenti relativi alle passate gestioni”.

Quanti sono i dipendenti coinvolti e da quanto tempo non percepite gli stipendi?
“Siamo 34 dipendenti. Non percepiamo gli stipendi dal mese di giugno fino ad oggi. Ci siamo rivolti a diverse istituzioni come prefetto, assessorato regionale alle Attività produttive, sindacati e abbiamo cercato di far pervenire le nostre richieste al presidente della Regione, però ad oggi non abbiamo raggiunto nessun obiettivo. Materialmente non ci aspettiamo più niente perché le abbiamo provate tutte. Stiamo aspettando che si sblocchi il pagamento di almeno tre mensilità. Ci hanno detto che ci sono dei mandati firmati dal dirigente generale Pirrone. Sono arrivati alla cassa regionale e sono bloccati la da una quindicina di giorni ormai. Ci dicono che sono bloccati perché la banca non riesce a trovare la liquidità per pagarci tre stipendi su sette. Le precedenti mensilità invece non le riceveremo, almeno per il momento, perché sono bloccate dal pignoramento”.

Voi intanto avete continuato a lavorare seppur in condizioni precarie.
“Siamo sette funzionari direttivi, abbiamo cercato di vestirci da responsabili cercando di mandare avanti l’ordinaria amministrazione: il protocollo, il personale, le richieste di lotti, l’ufficio contabile. Abbiamo cercato di portare avanti tutto ma solo con le nostre forze. Non c’è guida di nessuno”.

Come vivete questa condizione nell’ambiente di lavoro?
“Il consorzio in questo momento è paragonabile ad una nave senza nocchiere. La situazione non è affatto semplice perché quando ci sono queste problematiche si creano più dissapori tra colleghi rispetto alla normalità: gli animi sono più esasperati. Stiamo aspettando che venga attuata la legge che istituisce l’Irsap in sostituzione dei consorzi Asi. Stiamo tutti aspettando che venga fatta una pianta organica perché ci sentiamo allo sbaraglio”.

Avete scritto una ‘Nota di auguri alle Istituzioni’ che lei ha definito “ironica…”.
“Noi stiamo solo aspettando che ci venga dato quello che è nostro. Vogliamo vedere questa legge finalmente attuata e speriamo che presto questa situazione venga risolta”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

7 Commenti Condividi

Commenti

    Pur condividento la giusta lamentela dei dipendenti dell’ASI di Agrigento , ho avuto notizia, che con l’interessamento dell’Assessore alle Attività Produttive sono state pagate proprio stamattina 3 mensilità , presumo che con l’arrivo ora del Commissario Cicero presto tutto si regolerà.

    Si ma adesso il nocchiere è arrivato, perchè la Giunta Regionale l’altro ieri ha deliberato la nomina del Commissario Straordinario IRSAP Alfonso Cicero. E già stamattina 21 Dicembre abbiamo percepito i primi tre stipendi e abbiamo certezza che gli altri saranno pagati entro breve tempo. Grazie alla Redazione e al Dr.Martines per la disponibilità a dare visibilità e voce al nostro S.O.S. Buon lavoro e Buone
    festività Natalizie alla Redazione e ai lettori di Live Sicilia”.

    per ciuri ciuri

    Da oggi i dipendenti ex ASI sono dipendenti IRSAP e hanno un Commissario Straordinario e sanno che l’Assessore Vancheri e l’Assessorato Attività Produttive si prodigheranno affinchè la Legge Regionale 8/2012 venga applicata in tempi brevi. La nota del funzionario e dei dipendenti ex ASI è stata fatta prima della nomina del Commissario Cicero e quindi con tutta la ragione del caso; dopo sette mesi senza stipendi sfiderei chiunque a portare avanti la protesta civile ed educata che hanno portato avanti questi dipendenti ASI di Agrigento, in silenzio e lavorando responsabilmente. Se si sono un pò lamentati, prima della nomina del Commissario Cicero, può essere che avevano un pò di ragione?

    per Saffo

    Avevate totalmente ragione a lamentarvi specie quelli dell’ASI di Agrigento ,e riconosco che l’anno fatto in modo molto civile , mi risulta che l’Assessore Vancheri si è impegnata molto affinchè i primi 3 stipendi arrivassero prima di Natale , e c’è riuscita , e credo che qualche dipendente dell’ASI di Agrigento è a conoscenza dell’impegno dell’Assessore. Come credo che ora tutto verrà stabilizzato con l’arrivo del Commissario Cicero , con lui siete in buone mani, non credo poteva arrivare persona migliore.

    per ciuri ciuri

    Alcuni dipendenti abbiamo sempre tifato per l’Assessore

    Per ciuri ciuri

    Alcuni abbiamo sempre tifato apertamente per l’Assessore Venturi prima e per l’Assessore Vancheri dopo; per il Commissario Cicero abbiamo anche lottato, sappiamo veramente quanto vale! Abbiamo saputo dell’interesse dell’Assessore Vancheri per i nostri stipendi…sappiamo anche che ci avrebbero lasciati senza se non ci fosse stato l’intervento giusto per quella che è sempre stata una giusta causa. Alcuni balordi hanno fatto di tutto per bloccare i nostri stipendi, e ci hanno presi in giro con false promesse, false motivazioni e scuse varie ma alla fine ci ritroviamo come dici tu e come pensiamo, sempre ” alcuni” , nelle buone mani del Commissario Cicero.

    Per Saffo

    stai tranquillo adesso ci sarà nuova vita nelle ex ASI con l’Assessore Vancheri e il Commissario Cicero non ci sarà più spazio per i “truffaldini e mafiosi o pseudo mafiosi ) regnerà la giustizia e la legalità , come ho già detto Cicero e un stacanovista non si stanca mai nel lavoro dategli tempo e aggiusterà tutto , anzi se hai dei suggerimenti, proponili lui se ritiene che sono validi ne terrà sicuramente conto .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.