Dai Mondiali al gol col Cesena |Il Palermo riparte da Gonzalez - Live Sicilia

Dai Mondiali al gol col Cesena |Il Palermo riparte da Gonzalez

La grinta di Pipo Gonzalez (foto Facebook Palermo calcio)

La rete di testa del costaricano, nel recupero del match contro i romagnoli, ha riacceso la piazza rosanero che attendeva da tempo il primo squillo in serie A. Anche grazie al talento del difensore sudamericano Iachini lancia il piano salvezza per la sua squadra.

il personaggio
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – 92′ al ‘Barbera’, Dybala calcia un corner nell’area del Cesena sul quale si avventa come un rapace Giancarlo Gonzalez. Colpo di testa in anticipo sui difensori romagnoli e 2-1 che consegna al Palermo il primo successo di quest’anno in serie A. Decidiamo di ripartire dalla cronaca essenziale dell’ultima azione di Palermo-Cesena perchè è da lì che inizia il racconto della seconda ‘rinascita’ dei rosanero di Beppe Iachini. E il protagonista del successo, come accade spesso nelle favole a lieto fine, è quello che non ti aspetti.

Costa Rica, Norvegia, Stati Uniti e Italia, con la parentesi di circa tre settimane in Brasile per i Mondiali di calcio. La carriera calcistica di Giancarlo, detto ‘Pipo’, Gonzalez Castro si può riassumere con queste decisive tappe geografiche. Dopo gli inizi nella sua patria il centrale classe ’88 ci mise poco tempo a far conoscere le sue qualità. Se ne accorsero in Europa tanto che nel 2012 ‘El Pipo’ emigra in Scandinavia passando dal Alajuelense ai norvegesi del Vålerenga. Il vizio del gol Gonzalez lo ha sempre avuto, così come ha dimostrato ai suoi nuovi tifosi nel suo esordio al ‘Barbera’, e in pochi anni mette da parte un bottino di ben 9 reti, compresa quella realizzata con gli americani del Columbus Crew. Quest’estate arriva poi la chiamata del Palermo che dopo l’ottimo Mondiale con il Costa Rica offre 5 milioni di dollari, cifra record per un difensore acquistato nella Mls.

Il resto è storia recente: l’infortunio al ginocchio appena sbarcato in Sicilia, il graduale recupero e quella maglia col 12 sulle spalle, numero insolito per un centrale di difesa, che svetta in mezzo a un nugolo di giocatori in bianconero per legittimare una prestazione da 10 in pagella. Il costaricense, che l’ex ds Ceravolo strappò ad una agguerrita concorrenza, d’altronde piace tantissimo a Beppe Iachini, che in lui rivede il medesimo spirito guerrirero che metteva lo stesso allenatore quando c’era lui a correre in mezzo al prato della ‘Favorita’. Proprio intorno a questo spirito il gruppo rosanero ha fatto quadrato con un obiettivo ben preciso: la salvezza.

La classifica, a sette giornate dal via, adesso inizia a delinearsi. La vittoria contro il Cesena ha l’effetto di rilanciare infatti il Palermo in quartultima posizione, occupata oltre che dai rosanero anche dalle altre due neopromosse Cesena ed Empoli. In attesa che proprio i toscani giochino nel posticipo contro il Genoa, i siciliani si ritrovano in un sol colpo davanti a Cagliari, Chievo, Sassuolo e Parma. Gli emiliani di Donadoni, nello specifico, dopo l’ennesima sconfitta stavolta contro l’Atalanta, che sale a 7 punti, adesso occupa solitaria proprio l’ultima posizione. Adesso sul cammino dei rosa si presenta un trittico complicato con Juventus e Milan in trasferta alternate dal Chievo Verona in casa. Sull’onda dell’entusiamo per il recente successo, Gonzalez e compagni potrebbero regalare sorprese sia allo ‘Stadium’ che a ‘San Siro’ anche se in molti vedono già lo scontro con i clivensi come l’unico in cui poter mettere in cascina punti buoni per la classifica.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    3 partite 4 punti.

    Trentotto partite; alla media di un punto,tre a partita . siamo salvi. Giuliano se la tua media è esatta non c’e’ risposta piu’ logica. FORZA PALERMO

    smettetela di RISPONDERE alle provocazioni dei VIGLIACCHI (che infatti sono SCOMPARSI quasi tutti).
    E NON offendete quei sani tifosi del CATANIa che stanno vivendo un VERO dramma.
    TENIAMO la munnizza fuori da qui, dai.

    Questo mi sembra un buon giocatore, forza Gonzalez

    Ma con chi c’e’ l’ha? Qua non c’e’ ne catania ne tanto meno i catanesi,il dramma dei tifosi? E’ il dramma della società d’appartenenza!Caro Sansone.
    Io ho risposto ad un pseudo tifoso non voglio sapere se Giulio è di quale casacca ma se dovessi dire il mio parere direi che giulio è tifoso del Catania sta vuata ca ci magliuscula pi capirini cu su i viaru paleimmitani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *