Residenze universitarie come ostelli | L'iniziativa di Ersu e Comune - Live Sicilia

Residenze universitarie come ostelli | L’iniziativa di Ersu e Comune

La residenza universitaria Hotel de France in piazza Marina.

Circa 300 posti letto a tariffe approvate dall'Ente.

PALERMO
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – Nell’anno di Palermo Capitale dei giovani, l’Ersu mette a disposizione degli studenti che vengono in vacanza cinque residenze universitarie del centro storico, con tariffe approvate dall’Ente, per un totale di circa 300 posti ed una disponibilità complessiva di oltre 140 stanze. Il servizio è offerto da oggi e fino al 3 settembre e riguarda Casa del Goliardo (26 stanze), Casa Biscottari (31), Schiavuzzo (49), Santissima Nunziata (25) e Foresteria Hotel De France (10).

L’iniziativa “Palermo si fa giovane” è stata presentata questa mattina a Villa Niscemi dal presidente dell’Ersu Alberto Firenze, dal sindaco Leoluca Orlando e dagli assessori alle Politiche giovanili e alla Riqualificazione urbana, Giovanna Marano ed Emilio Arcuri. L’amministrazione comunale lo scorso gennaio ha stipulato un’intesa con l’Ersu. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
2 Commenti Condividi

Commenti

    Vi siete dimenticati dell’ Hotel Patria , da quanti decenni ci lavorate ? Non è che sia
    così difficile finirlo . Perché ogni tanto non parlate di ciò che non siete riusciti a
    realizzare ? Eppure in pochi mesi lo si potrebbe ultimare e usare come residenza ,
    visto che doveva essere questo il suo uso . Ma i decenni passano e la memoria
    fugge , tanto comunque vada , sono sempre soldi pubblici , quelli che si spendono.
    Ma una curiosita che fine farà questo benedetto Hotel Patria ?

    sono certo che se il sindaco Orlando l’avesse saputo ad inizio anno 2017, in campagna elettorale, a quest’ora sarebbe già finito. Occasione sprecata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.