E Ardizzone rinuncia | all'auto blindata - Live Sicilia

E Ardizzone rinuncia | all’auto blindata

Il presidente Ardizzone

Il presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone, rinuncia all'auto blindata. "Può essere più utile ad altri".

"Più utile ad altri"
di
5 Commenti Condividi

PALERMO- Il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, ha incontrato questa mattina il prefetto di Palermo,  Umberto Postiglione, nell’ambito degli incontri istituzionali successivi alla sua elezione. Al rappresentante del Governo, l’onorevole Ardizzone ha comunicato l’intenzione di mettere a disposizione della Prefettura di Palermo l’autovettura blindata assegnata alla presidenza dell’Ars. “Ho deciso di rinunciare perché l’auto blindata può essere più utile ad altri uomini delle istituzioni o della società civile”.

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Perchè l’auto blindata se la persona non è ritenuta da proteggere?
    Cosa si intende proteggere,la persona fisica, o la carica istituzionale?
    Decisione plausibile ed apprezzabile.

    Stesso commento fatto già a venturino …..Siamo la barzelletta di tutti i parlamenti europei…Invece di risolvere problemi ben più gravi ,in una terra dove regna la povertà.la disoccupazione questi splendidi deputati da quando sono arrivati non fanno altro che a gara ,per farsi belli, a chi rinuncia a qualcosa , come se l’auto e qualche altro servizio possa risolvere tutto…SIETE RIDICOLI

    Un’altra cosa…perchè non attenzionate e puntate il dito a quelli che lavorano all’ars. dirigenti e non…come segretario generale e aggiunto e via dicendo…….con stipendi da 12000/13000 euro netti per 15 mensilità ….tradotti in lordo 24000/26000 circa….attenzione la maggior parte sicuramente vincitrice di concorsi…….forse ma molto forse….

    Complimenti! Finalmente una persona capace di dire no ad un privilegio!

    Caro Tequila (che nome!),

    Quando si desidera davvero un cambiamento, non ci si contenta di criticare ma si da una proposta concreta di soluzione (o un abbozzo di soluzione). Con un “attenzionate e puntate il dito a quelli che lavorano all’ars… ecc. ecc…” che sa più di invidia – anche a quelli che seguono le vostre vicende dall’estero – NON SI PUÒ INIZIARE NESSUN DIALOGO COSTRUTTIVO.

    Le consiglio di non invocare la dimensione europea se non la conosce. Verifichi le sue informazioni prima di infierire!

    Last but not least, i VERI RIDICOLI in Italia (Sicilia compresa!) sono tutti quelli che mischiando fave e ceci non solo discreditano permanentemente chi vuole lavorare sul serio ma distolgono l’attenzione dai veri problemi.

    Anche dall’estero: BRAVO ARDIZZONE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *