"Ecco chi potrebbe | prendere il mio posto" - Live Sicilia

“Ecco chi potrebbe | prendere il mio posto”

"Ci sono due o tre persone che potrebbero prendere il mio posto". E scatta il toto-successori.

Berlusconi
di
7 Commenti Condividi

ROMA- Silvio Berlusconi vuole mandare in soffitta Forza Italia e dare vita ad un “nuovo movimento” guidato da un leader nuovo. Lo ha rivelato l’ex Cavaliere in una intervista. “Ci sono due o tre persone che potrebbero prendere il mio posto”, ha detto. Ma per scegliere il nuovo leader del centrodestra “non ci saranno le primarie – ha spiegato – perché i grandi leader (vedi De Gasperi, Craxi e lo stesso Berlusconi) non ne hanno mai avuto bisogno”. Fra i nomi dei suoi successori, in prima fila ci sono le figlie Marina e Barbara.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

7 Commenti Condividi

Commenti

    Azienda di famiglia: ramo politica ?

    In effetti con quella faccia può dire ciò che vuole, tanto come c’è chi vota Renzi ci sarà anche chi vota Mediaset.

    E il Popolo Italiano ? Non esiste più, tutto emigrato.

    Meno male che ci sono persone come lei Sig. Valerio a rappresentare i “paladini della legalità e della democrazia” Tutti quelli che odiano Berlusconi lo sono per definizione. Perfino Fini odiato e azzannato dalla sinistra definito fascista e delfino di Almirante padre della bossi Fini ecc.ecc. improvvisamente, non appena si separò da Berlusconi, venne riabilitato e ricevette applausi e consensi in parlamento e fuori da quella stessa sinistra che lo osteggiava pesantemente. E’ questo lo spartiacque: chi vota o sostiene Berlusconi è da abbattere da isolare da emarginare chi invece lo attacca lo insulta lo dileggia è un cittadino onesto ed è un “paladino della legalità e della democrazia” proprio come lei e come tutta la sinistra italiana.

    Signor Gino, sbaglia a considerarmi di sinistra o nemico di Berlusconi.

    Sono da sempre liberale (non certo liberista come i sinistri e come, un tempo, lo stesso Berlusconi) e quindi di Destra. Al contrario di Fini, che un tempo ho votato, sono di Destra Sociale, con una forte simpatia per Casa Pound.

    Ho creduto in Berlusconi e ne ho, amaramente, subito il tradimento. Pertanto non lo voto più, ne’ mai più lo voterò. Ormai voto solo per protesta, contro questo sistema iniquo e maggioritario, quando sarei invece per il proporzionale (1 Cittadino – 1 Voto), e per protesta ho votato sia M5S che Lega Nord.

    Ovviamente essendo un Federalista ed anti europeista convinto voto con maggiore impegno per la Lega, ma non dimentico tutte le castronerie di Bossi dopo la morte di Miglio. E neanche il M5S, con tutta la simpatia che suscitano le loro facce pulite e le loro buone intenzioni, mi dà molto affidamento.

    Penso che così sia oggi tutta la Destra italiana: allo sbando. E Berlusconi non ci rappresenta più. End of Game.

    Sig. Valerio nel suo commento parlava Forza Italia come “azienda di famiglia ramo politica” che non è esattamente un complimento. Sempre nel suo commento afferma che Berlusconi con” quella faccia” può dire ciò che vuole tanto troverà sempre qualcuno che lo vota credo lei pesasse a “qualche babbeo”. Infine parla di popolo italiano che non esiste più. Se le parole hanno un senso e un significato non vi è dubbio che il suo commento è molto negativo sia nei confronti di Berlusconi e di forza italia “partito azienda” e degli italiani “babbei” che lo votano mentre degli italiani “veri”( come lei) non esiste traccia tutti emigrati. La sua negatività non serve al centro destra. Berlusconi troppe volte è stato dato per “morto” mentre ha sempre giocato un ruolo di primo piano e sarà così anche in questa fase di transizione.

    @valerio Condivido pienamente le sue idee e spero che tanti, tantissimi italiani la pensino come noi per estromettere tutti questi personaggi che hanno distrutto una nazione.

    Lo abbiamo sostenuto con forza, quando ci illudeva di poter guidare una rivoluzione soft, tipo “garofani nei fucili”, lui che veniva dall’ombra di Craxi, di un socialismo europeo, moderato, moderno e rivolto a rivoluzionare tutto l’apparato statale, con un consistente passo indietro dello Stato, con una riconquistata dignità del Cittadino.

    Cosa ne è stato di tutto questo ? Delle mille riforme e semplificazioni della macchina burocratico amministrativa ?

    Si è perso negli attacchi alla magistratura politicizzata, condivisibile invero, ma mai sfociati in una radicale riforma di Magistratura e di ordinamento penitenziario. E’ andato bene solo in politica estera, ma un disastro in politica interna. Mediocre in economia, un disastro in Pubblica istruzione e Riforme, per non parlare degli interni.

    Poi, attaccato da tutti i poteri forti si è accasciato nel suo politichese strambo, fatto di cene ad Arcore e a Palazzo Grazioli, perso nei tristemente famosi ozi romani ha perso ogni carica dirompente.

    Forse ricattato e sotto minaccia per le sue imprese, per un conflitto di interessi fin troppo evidente, non ha trovato il coraggio di restituire la RAI al Servizio del Pubblico, ne ha fatto un centro di guerriglieri.

    Oggi è solo un povero vecchio stanco ed abbattuto, che a noi non può più dare niente, ma solo suscitare pietà. E non ha neanche la dignità di ritirarsi e di assumere il ruolo di Patron di un rinato movimento rinnovatore. Vuole ancora, stupidamente e senza forza, restare sulla scena per soddisfare un ego che non sa riconoscere la sconfitta.

    Sig. Valerio finalmente escono allo scoperto il suo odio e disprezzo verso Berlusconi. In verità traspariva fin dal suo primo commento che lei ha cercato maldestramente di nascondere. Le ha dato man forte il sig. piragna anche lui “paladino della libertà e della democrazia” anche lui come lei che si erge su un piedistallo per puntare il dito contro “l’uomo nero” il responsabile di tutti i mali colui che ha preso decine di milioni di voti dagli italiani ma considerati, dalle persone come lei, inutili perché espressi da persone di serie “b” non degne di appartenere alla società civile riservata alla sinistra e ai comunisti inconsapevoli come lei. Un uomo solo che per 20 anni ha avuto tutti contro: eserciti di finanzieri carabinieri magistrati che lavorano a tempo pieno contro di lui e le sue aziende migliaia di verifiche accertamenti controlli processi intentati su qualsiasi cosa fosse riconducibile a lui. Sindacati giornalisti movimenti associazioni girotondini popolo viola ecc.ecc che hanno fatto a gara per screditarlo accusarlo offenderlo addebitandogli ogni possibile negatività. Malgrado tutto questo piccolo grande uomo è ancora in piedi ed è tutt’ora al centro della scena politica nonostante valanghe di fango scaricati sulle sue spalle fin da quando è sceso in campo. Certo di errori ne ha commessi come tutti ma non è tollerabile un trattamento simile contro un solo uomo. Riguardo al suo “pensionamento” dovrete pazientare ancora per vederlo “fuori dai giochi” solo a quel punto ,finalmente, potrete gioire e gratificarvi per questo avvenimento tanto atteso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *