Tutto sulla maturità | Con la sorpresa - Live Sicilia

Tutto sulla maturità | Con la sorpresa

Tra date, indiscrezioni e certezze, si avvicina il momento più atteso dagli studenti dell'ultimo anno

esame di stato
di
0 Commenti Condividi

“Le tracce per la maturità 2019 sono tutte pronte e ne ho anche aggiunta una ieri”. Il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti si è concesso un’indiscrezione, durante la puntata di Un giorno da pecora andata in onda ieri su Rai Radio 1. “Mi sono detto perché ‘non proporre anche una cosa di questo tipo’. Mi è venuta in mente alle 5,30 di mattino ma ci riflettevo già da qualche tempo”, ha aggiunto. Sale così a dodici il numero delle tracce tra cui il ministro, rigorosamente da solo, sceglierà le sette ufficiali che il 19 giugno faranno tremare o gioire i maturandi in occasione della prima prova. “Da solo – ha precisato Bussetti – perché è necessario mantenere la completa segretezza”.

Cresce il mistero sulle tracce, ma tengono banco anche le novità. La pagella immacolata (6 in tutte le materie compresa la condotta) non sarà più l’unico requisito per sedersi davanti alla commissione: i candidati ne avranno la possibilità anche riportando una singola insufficienza, ma il consiglio di classe dovrà motivare la scelta di averli “accettati” ugualmente.

Il 2019 potrebbe essere un anno da record. Il ministero dell’Istruzione registra un primato per l’ultimo decennio: sono oltre 520 mila gli studenti dell’ultimo anno dei licei e degli istituti tecnici e professionali in procinto di essere scrutinati dai professori interni. Inoltre La Repubblica segnala il dato del forte incremento dei privatisti, adulti che per varie ragioni hanno abbandonato gli studi senza completare i cinque anni di scuola superiore o giovanissimi bocciati una o più volte. Che sia per colmare la lacuna o per recuperare il tempo perduto o per tentare il “salto”, i privatisti dovranno superare un esame preliminare.

Ma esame di Stato significa anche sotterfugi e controlli: niente pantaloncini corti, infradito e soprattutto cellulari. “Se si viene sorpresi con uno smartphone, si viene espulsi”, ha detto il ministro a Radio 1. In ogni caso, è stato annunciato l’isolamento delle scuole dalla rete.

Il calendario

  • 17 giugno 2019, ore 8,30 – riunione plenaria
  • 19 giugno 2019, ore 8,30 – prima prova scritta
  • 20 giugno 2019, ore 8,30 – seconda prova in forma scritta, grafica o scritto-grafica, pratica, compositivo-esecutiva, musicale e coreutica
  • 25 giugno 2019, ore 8,30 – terza prova scritta (negli istituti in cui sono presenti i percorsi “EsaBac” ed “EsaBac techno”, e nei licei con sezioni a opzione internazionale cinese, spagnola e tedesca)

Prove suppletive:

  • 3 luglio 2019, ore 8,30 – prima prova scritta suppletiva
  • 4 luglio 2019, ore 8,30 – seconda prova scritta suppletiva
  • 9 luglio 2019, ore 8,30 – terza prova scritta (per le scuole interessate)

Il punteggio attribuito a ciascuna prova scritta sarà pubblicato almeno due giorni prima della data fissata per l’inizio dello svolgimento dei colloqui, intervallo da considerare come due giorni feriali di calendario (per esempio, se la pubblicazione avviene lunedì si inizia mercoledì, o se avviene di sabato si inizia il martedì).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *