Esperti, Orlando rinnova| gli incarichi al Comune - Live Sicilia

Esperti, Orlando rinnova| gli incarichi al Comune

Il sindaco ha prolungato di otto mesi l'incarico a Dontella Gariffo, dopo aver a metà agosto scelto Alessandro Lombardi.

palazzo delle aquile
di
4 Commenti Condividi

PALERMO – Il sindaco Orlando rinnova l’incarico di esperto, per altri otto mesi, alla storica collaboratrice Donatella Gariffo. A fianco del Professore da oltre 10 anni, prima in Parlamento e ora a Palazzo delle Aquile, si vede riconfermare il compito di esperto per i rapporti istituzionali e le relazioni internazionali per 3.444 euro lordi al mese per un totale di 27.553. Una questione, quella degli esperti, assai controversa dato che il Comune ha dovuto chiedere ben due pareri alla Corte dei Conti che nel secondo ha cambiato idea, sancendo la possibilità del rinnovo dell’incarico. Secondo la normativa vigente, gli enti locali possono spendere solo il 20% di quanto spendevano nel 2009 e il tetto per Palermo è fissato a 89mila euro l’anno.

A metà agosto il primo cittadino aveva conferito un altro incarico di esperto, per un anno, ad Alessandro Lombardi per curare i social netowrk: 3.444 euro lordi al mese, per un totale di 41.329, per l’uso dei mezzi on line.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Orlando devi dare gli incarichi ai tuoi amici per debbellare i posteggiatori e gli abusivi, inoltre dai l’incarico a qualche amico tuo di togliere i cani randagi dalle strade dove tu sei sindaco.Basterebbe poco per vivere meglio.

    Caro Signor Sindaco,
    Le scrivo queste poche righe per segnalarLe un problema che angustia tutti i cittadini onesti che risiedono e dimorano nel territorio della città che Lei con tanto impegno cerca di amministrare al meglio, e che sicuramente gli operatori del Corpo della Polizia Municipale potranno certamente alleviare se non risolvere del tutto stando seduti davanti ad un computer negli Uffici dove sono allocati.
    Ad inizio del mese di agosto mi scade l’assicurazione dell’utilitaria di cui sono proprietario, considerato che, in questo periodo la coperta si fa sempre più corta, comincio a vedere i vari siti internet delle varie compagnie on-line per trovare l’ offerta più conveniente. Così mi sono accorto che appena immettevo la targa del veicolo i siti di alcune Compagnie mi davano già la classe di merito del bonus-malus e la Compagnia presso cui ero assicurato. Stupore, incredulità, meraviglia !!!! IL GRANDE FRATELLO DI ORWELL si era manifestato davanti a me e per cose che mi riguardavano direttamente.
    Poi ho pensato che le compagnie di assicurazione sono aziende private e che mirano soltanto e innanzitutto al profitto, quindi questi Signori avevano accesso ad una banca dati aggiornata gestita da una società terza, che mette a disposizione i dati per assicurare un automezzo senza turlupinare la compagnia assicuratrice.
    Ho continuato la mia indagine di mercato, mi sono messo anche a cercare attraverso il PREVENTIVATORE del Ministero dello Sviluppo Economico, creato per lo scopo sigh!!!! Ve lo raccomando!!! Finchè sono tornato alla compagnia con cui intrattenevo il rapporto assicurativo e ho eccepito per l’aumento eccessivo tra il “premio” dell’anno scorso e l’offerta di quest’anno . Dall’altro capo del telefono la mia interlocutrice mi risponde in maniera serafica “…….nella sua città è stato accertato che girano molte più macchine senza assicurazione, rispetto ad altre realtà e quindi le compagnie sono più esposte e mettono più soldi nel fondo di solidarietà rispetto ad altre località…..” Questo è vero ed è assodato anche dalla stampa .
    Dirla come la dice un suo ex-collega di partito, sembrerebbe semplicistico ma è così che mi sono sentito : “Cornuto e mazziato” non solo voglio assicurarmi ma devo pagare pure per chi questo dovere non lo sente. Bel principio di solidarietà, il cittadino onesto che vuol stare nella legalità viene beffato e vilipesa una intera comunità da chi ha fatto il suo credo di vita l’illegalità.
    Ecco perché mi rivolgo a Lei caro Signor Sindaco, perché nella risposta dell’operatrice della assicurazione non sono stato offeso io ma tutta la città di Palermo la comunità cittadina per intero;
    considerato che le casse del Comune piangono e piangeranno ancora per chissà quanto tempo, tanto da far nascere ancor più tristi le ormai prossime aree metropolitane, perché non creare un gruppo di lavoro della Polizia Municipale che cominci ad esaminare le immatricolazioni degli ultimi 15 anni, considerato il vetusto parco macchine circolante, e provvedendo ad incrociarlo con la banca dati della CONSAP S.p.A.,che ha per Legge la tenuta del Centro Informazione Italiano (coperture assicurative r.c. auto) se ne scoprirebbero delle belle, con giusto ristoro per le casse del Comune e per il rispetto della collettività, sconfiggendo una piaga pericolosa. Non mancherà a Lei ed ai suoi dirigenti emanare un provvedimento che nel rispetto della Legge colpisca i “fuorilegge” facendo così da guida agli altri Enti Locali del Paese .
    Ah dimenticavo, il motto della CONSAP, si trova nella home page del sito, è il seguente :
    La professionalità, la competenza, il profondo senso del bene comune. Per CONSAP, essere. al servizio del Paese significa unire i principii fondamentali del saper fare a quelli inderogabili della tutela dell’interesse pubblico, e trasformarli in fatti concreti ogni giorno .

    Grazie per la attenzione che vorrà prestare a questo mio suggerimento, Le porgo i più sentiti auguri di buon lavoro. Grazie per la Sua attenzione e Buon Lavoro
    Palermo, 27/08/2014.
    Un cittadino offeso

    Oltre al discorso assicurativo delle auto vedrei anche dei controlli sulle moto, in pratica le assicurazioni dovrebbero inviare all’ACI l’avvenuto pagamento del premio quindi inviare i tabulati delle auto e moto non ancora assicurati alla Polizia Municipale per elevare le sanzioni( se il sanzionato dice non uso l’auto deve dimostrare di avere un box o esibire le bollette pagare al garage) ,inoltre si potrebbero fare dei controlli mirati sulle macchinette 50cc che hanno velocita’ impressionanti (mi riferisco all’elaborazione), basterebbe controllarne 10 al giorno nelle officine convenzionate col Comune.

    E il Comune di Palermo incasserebbe ciò che è dovuto anche sullla ROTONDA di VIA BELGIO: chi arriva dall’autostrada non rispetta assolutamente lo STOP!!!!
    Mettete una telecameraaaaaa e incassate il dovuto da quegli automobilisti indisciplinati che sconoscono le regole del codice della strada.
    Per non parlare poi degli attraversamenti di viale michelangelo!!!!! Tutte le moto scavalcano la carreggiata! Mettete anche lì le telecamereeeeeee!!!!!
    Questi sì che sono soldi che la gente deve sborsare perchè commette delle infrazioni e NON LE TASSE DI CUI CI TORMENTATE COMPRESA LA TARI!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *