FdI, a Catania una prova di forza che guarda alle amministrative - Live Sicilia

FdI, a Catania una prova di forza che guarda alle amministrative

I patrioti siculi sono pronti a sfoggiare tutta la loro potenza di fuoco.
LA FESTA REGIONALE
di
1 Commenti Condividi

CATANIA – I patrioti siculi sono pronti a sfoggiare tutta la loro potenza di fuoco. Oggi pomeriggio a Catania parte la tre giorni della festa regionale del Tricolore, una kermesse che consentirà al partito siciliano di mettere in bella mostra il bottino di ministri, deputati, assessori e senatori incassati nella doppia tornata elettorale regionale e nazionale. 

I rapporti di forza nel centrodestra sono cambiati, come testimonia la premiership di Gioria Meloni e anche nella partita regionale FdI ha mostrato i muscoli strappando quattro assessori (due in deroga al principio cardine fissato da Renato Schifani), il presidente dell’Ars e due presidenti di Commissione (entrambi di primo pelo all’ARS facendo storcere il naso a diversi alleati). 

La location non è casuale, Catania è la città più importante tra quelle chiamate al voto in Sicilia in primavera. E i meloninani, forti dei risultati dell’ultima tornata elettorale e dello storico radicamento territoriale nella loro roccaforte storica (”pupilla dei miei occhi” ebbe a dire Giorgio Almirante della città dell’elefante), intendono giocare la parte dei leoni. Realisticamente lanciando un’Opa sulla sindacatura (Lega permettendo). Un messaggio chiaro agli alleati del centrodestra che domenica Salvo Pogliese (padrone di casa e organizzatore della tre giorni) ha riunito all’interno di una tavola rotonda dal sapore pre-elettorale: “Il centrodestra per Catania e la Sicilia”.   

Il presidente Renato Schifani, Il presidente dell’Ars Gaetano Galvagno, Salvo Pogliese (Coordinatore FdI Sicilia OrIentale), Giampiero Cannella (Coordinatore Sicilia Occidentale), Gianfranco Miccichè (Comm. Forza Italia Sicilia), Marco Falcone (Commissario Forza Italia Provincia Catania), Roberto Di Mauro (Coord. Regionale MPA), Nino Minardo (Coord. Regionale Lega), Decio Terrana (coordinatore regionale dell’Udc) e Andrea Messina (Dc) saranno i mattatori dell’evento. 

Nel corso della tre giorni saranno a Catania il presidente del Senato Ignazio La Russa, la pattuglia di deputati nazionali e regionali al gran completo, Il presidente dell’ARS Gaetano Galvagno. Ma anche i ministri Adolfo Urso, Nello Musumeci e Francesco Lollobrigida. Ciliegina sulla torta un fratello d’Italia che negli ultimi mesi si è sentito figlio unico: Raffaele Stancanelli. L’eurodeputato, in rotta di collisione con il partito dopo le dolorose vicende legate al mai nato Musumeci bis, sarà uno degli ospiti della kermesse. Che ci sia un tentativo di riavvicinamento in corso? Staremo a vedere. 

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Hanno una fame di potere incontrollabile, finiranno peggio di Renzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *