Festival di musica antica | A Gratteri l'ottava edizione - Live Sicilia

Festival di musica antica | A Gratteri l’ottava edizione

Festival di musica antica a Gratteri dal 30 agosto al 13 settembre

Parallelamente al festival, organizzato dall'associazione Musicamente, si terrà uno stage di musica barocca. Tra gli artisti che si esibiranno, anche il violoncellista Giovanni Sollima.

dal 30 agosto al 13 settembre
di
0 Commenti Condividi

GRATTERI (PA) – Torna l’appuntamento con il Festival di Musica di Gratteri, giunto all’ottava edizione, e con lo Stage di Musica Barocca, giunto alla quinta edizione. La scelta culturale che sta alla base dell’iniziativa è quella di coniugare musica di qualità e promozione del territorio, attraverso un percorso che offre l’opportunità di ascoltare ed apprezzare alcune tra le più belle partitura di musica antica e di conoscere e riscoprire luoghi storici e suggestivi del Parco delle Madonie, dove sorgono importanti e bellissimi esempi di monumenti storici. La trecentesca Matrice Vecchia, costruita per volere della nobile famiglia Ventimiglia, il Convento della Chiesa intitolata a S. Maria del Gesù, edificata nel 1150 e che oggi è sede del Comune, le altre molteplici chiesette antichissime, i boschi e gli incantevoli panorami sul mare rendono il paese di Gratteri un gioiello tutto da scoprire. Consolidatosi nel corso degli anni, il Festival appartiene ormai al patrimonio culturale della città di Gratteri e della Sicilia: un successo determinato dalla qualità dei concerti, dalla significativa affluenza di pubblico e di allievi dello Stage provenienti da tutta Europa.

Il primo concerto del Festival, che si svolgerà il 30 Agosto alle ore 21,00 nella Matrice Vecchia, avrà come protagonista Giovanni Sollima con l’Arianna Art Ensemble. Sollima, un vero virtuoso del violoncello, un compositore fuori dal comune, che grazie all’empatia che instaura con lo strumento e con le sue emozioni e sensazioni, comunica attraverso una musica unica nel suo genere, dai ritmi mediterranei, con una vena melodica tipicamente italiana, ma che nel contempo riesce a raccogliere tutte le epoche, dal barocco al “metal”. Reduce da una tournee’ di grande successo con Riccardo Muti , il violoncellista Yo-yo Ma e la Chicago Symphony Orchestra, Sollima a Gratteri propora’ brani inediti di autori napoletani del periodo barocco , ma non mancheranno sorprese per il pubblico .

“Teodoro Baù in concerto” sarà il secondo appuntamento del Festival e si svolgerà il 31 Agosto nella Chiesa Santa Maria di Gesù alle 21,00, con la partecipazione di Cinzia Guarino al clavicembalo e Alessandro Nasello al flauto. Giovane virtuoso della viola da gamba , strumento dal suono affascinante, intraprende in giovane età lo studio della viola da gamba, e si diploma nel 2012 con il massimo dei voti, lode e menzione speciale sotto la guida dei maestri Claudia Pasetto e Alberto Rasi presso il Conservatorio di Verona. E’ risultato vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali, tra i quali il “Premio Nazionale delle Arti – 2010” come solista. Saranno eseguite Musiche di J.S. Bach, Barriere, Telemann.

Il Festival proseguirà lunedì 1 settembre alle 21,00 con il terzo concerto tenuto da Alessandro Tampieri, violinista ravennate, che suonerà anche con l’Orchestra M.A.G. (Musica Antica Gratteri) della quale faranno parte tutti i docenti ed i migliori allievi del V Stage, per il quale Tampieri sarà Docente di Violino e Musica d’insieme. Tampieri ha fatto parte fin da giovanissimo dell’Accademia Bizantina collaborando dapprima come violinista e successivamente come violista.Con quest’ultimo strumento ha svolto attività concertistica come solista, camerista e in orchestra sinfonica e d’opera (Filarmonica e Teatro alla Scala) dedicandosi anche alla musica contemporanea con collaborazioni con Luciano Berio e Azio Corghi per registrazioni discografiche e prime esecuzioni. Collabora con Il Giardino Armonico, Divino Sospiro (Lisbona), Academia Montis Regalis, Artaserse (Philippe Jaroussky), Imaginarium e l’Arpeggiata. Con questi gruppi si esibisce regolarmente nelle più prestigiose stagioni e festival di musica antica europei e americani. Ha effettuato numerose registrazioni per Teldec, Decca, Naive, Harmonia Mundi, Hyperion, Virgin e per le principali radio europee e nordamericane. E’ docente presso il Conservatorio di Musica di Monopoli.

Concluderà la VIII edizione del Festival, il Consort di Dulciane A. Il Verso, il 13 Settembre alle 21,00 nella Chiesa di Santa Maria di Gesù L’attività artistica dei componenti del Consort si svolge da alcuni anni collaborando con gruppi specializzati nelle esecuzioni su strumenti d’epoca quali Europa Galante, Zefiro, Esperion XX, Elyma, ensemble Cantatio, Les Elements, Complesso Barocco, Bach Collegium Japan, Académie baroque européene d’Ambronay, Jeune Orchestre Atlantique di Saintes, AbChordis, Collegium Pro Musica, Antonio il Verso, Ensemble barocco Zurcher hochschule der kunste, I Barocchisti, Riflesso Armonico, Concerto Romano, Camerata Artemisia Gentileschi, Ensemble Festa Rustica, Orchestra Barocca Orfeo Futuro, Ensemble “Alessandro Scarlatti” del Conservatorio di Palermo diretti da F. Biondi, A. Bernardini, J. Savall, G. Garrido, A. Curtis, M. Suzuki, S. Kuijken, T. Hengelbrock, J. Duxbury, G. Antonini, E. Onofri e I. Schifani. Nel concerto di Gratteri la formazione artistica sarà composta da Maurizio Barigione, Alessandro Nasello, Giovanni Battista Graziadio, Giuseppe Davì alle dulciane, Andrea Inghisciano al cornetto, Paolo Rigano al liuto, Cinzia Guarino al clavicembalo e Matteo Scarpettini alle percussioni.Saranno eseguite musiche di musiche di Susato, Mainero, Praetorius

Tra i protagonisti del Festival anche il collezionista Giuseppe Accardi, che darà in prestito all’associazione Musicamente una violetta da gamba costruita a Parigi nel 1737 e un clavicembalo del ‘500, quest’ultimo descritto come “uno strumento quasi unico, d’importanza indiscutibile, che con grande sacrificio ho riportato in Sicilia dall’Olanda. Essendo anche un appassionato di violino, nella mia vita ho avuto la fortuna di possederne diversi, tuttavia qualche anno fa un caso fortuito mi ha portato ad avere una violetta francese del ‘700. E’ uno strumento che ti offre la soddisfazione di riprodurre ed ascoltare il suono raffinato di quella musica che contraddistinse una Parigi fortemente caratterizzata dall’amore per la cultura e per la musica. La mia collezione, inoltre, può contare anche su cinque fortepiani dell’epoca del classicismo viennese di una qualità così elevata da permettere di scrivere quella letteratura pianistica oggi nota in tutto il mondo”.

Lo Stage di Musica Barocca si svolgerà parallelamente al Festival nelle ore diurne dal 30 agosto all’1 settembre 2014 con i seguenti docenti e per le seguenti discipline: Alessandro Tampieri, violino, viola e musica d’insieme, Teodoro Baù, viola da gamba, Alessandro Nasello, flauto dolce e musica di insieme per strumenti a fiato, Cinzia Guarino, clavicembalo e b.c., Paolo Rigano, liuto. Per informazioni e iscrizione ai corsi : e-mail assmusicamente@gmail.com – tel. 380 4374417


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *