L'Udinese certifica la crisi rosanero| Nestorovski illude, tris dei friulani - Live Sicilia

L’Udinese certifica la crisi rosanero| Nestorovski illude, tris dei friulani

Sotto una pioggia battente apre Nestorovski, poi il pari di Thereau e la doppietta di Fofana.

serie a, 10 ^ giornata
di
47 Commenti Condividi

PALERMO – Una nuova rimonta casalinga, una vittoria fra le mura amiche che tarda ad arrivare e che ormai sembra divenuta un tabù. Per gli uomini di Roberto De Zerbi quella contro l’Udinese doveva essere la gara della svolta e invece manda ancor più nel tunnel i siciliani che beccano un 3-1 contro i friulani di Del Neri dopo i due 4-1 di fila contro Torino e Roma. Undici reti subite e solo due realizzate, un dato sconfortante per il gruppo dell’ex tecnico del Foggia che non trova il bandolo della matassa contro un avversario non irresistibile venuto in Sicilia senza particolari pretese e che torna a casa con bottino pieno. Da salvare nei 90′ contro i bianconeri solo l’avvio, Nestorovski in gol dopo appena 10′, poi solo confusione e poche idee in avanti.

LE SCELTE De Zerbi si presenta con uno spregiudicato 4-2-3-1 con l’esordio dal 1’ di Pezzella e l’avanzamento di Aleesami sulla trequarti al fianco di Embalo e Diamanti. In attacco Nestorovski chiamato a riscattare le ultime due opache prestazioni con Torino e Roma. A centrocampo turno di riposo per Bruno Henrique con il ritorno di Hiljermark dall’inizio. Del Neri si affida al trio composto da Thoreau, Zapata e Matos lasciando in panca lo spagnolo De Paul.

SEMPRE NESTOROVSKI I rosa partono col piede sull’acceleratore e dopo appena 10’ dal fischio iniziale passano in vantaggio con il loro bomber. Nestorovski approfitta di uno svarione difensivo di Widmer per presentarsi in area friulana. Inutile l’intervento di tre difensori bianconeri, nell’occasione con la maglia blu, con il macedone che si accentra e lascia partire un sinistro che Angella devia in maniera decisiva nella porta difesa da Karnezis. Primo gol al ‘Barbera’ per il numero 30 rosanero e quarto centro stagionale per la punta che sfata finalmente un tabù che lo vedeva ancora a secco fra le mura amiche.

PARI OSPITE L’Udinese prova ad organizzarsi per impensierire i padroni di casa e dopo una serie di attacchi sterili trova il pari con Thereau. Il francese al 36’ controlla un cross di Widmer nel cuore dell’area piccola e approfittando della marcatura lenta di Goldaniga trafigge Posavec con un preciso destro. I friulano potrebbero andare ribaltare il risultato poco dopo con Matos ma Posavec si oppone prima all’ex Carpi e poi alla conclusione di Fofana. In chiusura di prima frazione si fa rivedere il Palermo in avanti con Embalo che prova a superare Karnezis di testa trovando il greco pronto. Il primo tempo si chiude sul punteggio di 1-1.

L’UDINESE LA RIBALTA I cambi, Diamanti e Pezzella fuori per Sallai e Chochev, cambiano la fisionomia della gara con un Palermo più sbilanciato in avanti che si presta ai contropiede ospiti. al 73’ arriva dunque il gol dei bianconeri con il francese Fofana che approfitta di un errore di Embalo per battere Posavec con un bel destro a giro che coglie impreparato Posavec. Gli uomini di Del Neri però non si fermano e approfittando delle sterili sortite offensive dei rosanero si portano addirittura sul 3-1 ancora con il calciatore scuola Manchester City in contropiede su assist di Badu. Al 90′ è ancora una sconfitta per i rosanero, la terza di fila. 

IL TABELLINO

Marcatori: Nestorovski 10′, Thereau 36′, Fofana 73′, 80′.

PALERMO: 1 Posavec; 3 Rispoli, 15 Cionek, 6 Goldaniga, 97 Pezzella (Chochev 58′); 10 Hiljemark, 14 Gazzi (Quaison 81′); 11 Embalo, 23 Diamanti (Sallai 58′), 19 Aleesami; 30 Nestorovski. A disp: 57 Guddo, 68 Fulignati, 2 Vitiello, 4 Andelkovic, 24 Bouy, 25 B. Henrique, 28 Jajalo, 89 Morganella. All: Roberto De Zerbi.

UDINESE: 1 Karnezis; 27 Widmer, 5 Danilo (cap.), 4 Angella, 30 Felipe; 6 Fofana, 26 Kums (De Paul 64′), 23 Hallfredsson; 19 Matos (Badu 54′), 77 Thereau (Jankto 87′), 9 Zapata. A disp: 22 Scuffet, 25 Perisan, 2 Wague, 3 Samir, 18 Perica, 53 Adnan, 75 Heurtaux, 95 Evangelista, 99 Balic. All: Luigi Delneri.

ARBITRO: Daniele ORSATO (Schio).

NOTE: Ammoniti: Diamanti 12′, Pezzella 15′, Felipe 17′, Widmer 56′. Espulsi: Sallai 80′.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

47 Commenti Condividi

Commenti

    Forza ragazzi, mandate all’aria i piani del friulano.

    Un siti capaci ri fari 2 goal. Già facistivu pareggiare stimuoirti. Itivinni a travagghiare, schifiu. ZAMPARINI, VATTINNI.

    L’anno scorso la squadra è stata per 30 partite in mano a mercenari. Quest’anno vedo l’impegno dei ragazzi, ma non possono farci nulla, sono proprio scarsi. Possono impegnarsi quanto vogliono ma, poverini, non riescono a giocare una patita degna di questo nome E’ una buona squadra da C. Speriamo nel secondo tempo, ma ho forti dubbi sulla tenuta della squadra nei prossimi 45 minuti. Una delle squadre più scarse della serie A, forse pure il crotone ci supererà.

    Ohi ohi ohi ohi, non ti viu bellu bellu ! Stamu atterrannu !!! Eh eh eh eh…..

    Altra sconfitta… che batosta!
    Cala la notte sul Palermo. Poveri tifosi illusi!!!!

    tranquilli arriveremo terzi e vinceremo la coppa italia e la coppetta algida ahahahaha. a proposito prince ha cambiato nick oppure non tifa piu per zamparino? oppure si e finalmente reso conto che il mercenario di zamparino compra solo resche, ahahahaha

    All’Udinese la vittoria ed a voi la vergogna, siete il nulla mischiato col niente.

    Scusate non ho letto la classifica, chi c’è al penultimo posto?

    Ed anche stasera mi sono mangiato una bella bistecca.

    La serie B per voi sarebbe un lusso, meritate di scendere direttamente in Lega Pro.

    Non si può continuare così con un allenatore che continua a fare sperimenti pur sapendo di avere una rosa molto scarsa dl punto di vista qualitativo. De zerbi dimettiti…la serie A… questo Palermo….è altra cosa…….

    La ruota gira, oggi a voi e domani pure.

    Una cosa è certa:i pochi sostenitori di Zamparini sono dei grandi intenditori di calcio (balilla)

    Adesso Zampa esonera l’allenatore,non ci vuole molto x capire che nel campionato di serie a servono veri calciatori cioè validi tecnicamente,fisicamente.

    Si attendevano i manciacavaddi e sono arrivati. La sconfitta con l’udinese era prevedibile. La vergogna incarnata invece siete voi col vostro preside-linque-nte che avete ancora per padrone. Noi ci salveremo comunque, come sempre. Voi fallirete. Dunque divertitevi pure, sono le vostre ultime barzellette. 11 milioni di saluti dalla vostra capitale.

    Quart’ultimo in serie C u gadania. Muto

    Che squallore di commento!

    Occhio al colesterolo e ai debiti. Molto presto avrete argomenti solo per piangere, credeteci.

    E perché? Mica abbiamo comprato o venduto partite. La dignità è salva anche in caso di retrocessione. Voi dovevate essere radiati, ma arriverete lo stesso al risultato che meritate. È solo questione di tempo

    Aspetta, aspetta, i guai ancora per voi non sono finiti, che fretta c’è? Il tempo è galantuomo!

    Sei pronto a comprare ?

    Pazienza. Può essere che l’anno prossimo saremo in B…ma voi…quanno acchianate?

    Forse qualche zampasupporter si è cominciato a perdere strada strada.

    Non preoccupare Santo, meglio essere il nulla col niente, piuttosto che essere liotri macchiati di infamia e di vergona.

    C’è il Palermo, in serie A, perché, non lo sapevi visto che ieri eri friulano? Dai piuttosto un’occhiata ai bassifondi della C e scopri chi galleggia in quelle fogne

    Ma era di cairne i cavaddu?

    Ma perché usi 3-4 nick per scrivere, vuoi far finta che voi supporters liotri siete in tanti?

    Dici la stessa frase da 3 anni ormai caro Nello, Orazio, Turi, Agatino, Santo. Mi sa che sei rimasto sotto la ruota, bloccato.

    Non lo esonera, gli serve per perdere e portare in porto il progetto B-paracadute. Va in B, poi non risale e prende il paracadute, svende il Palermo e se ne va, finalmente.

    Credo che la partita contro l’Udinese ci abbia detto chiaramente chi siamo e dove possiamo andare, aver preso 11 gol in 3 partite suppongo non lasci ulteriori dubbi.
    Come al solito Azzamparini cambierà allenatore, altri soldi nelle tasche di tecnici disoccupati che non potranno cambiare il rospo in un principino.
    Nelle campagne acquisti ha sempre comprato prospetti fregandosene altamente delle esigenze dell’allenatore o di riempire quei ruoli che servono all’allenatore per dare un gioco alla squadra, quest’anno poi ha raschiato il barile,ha venduto il vendibile rimanendo con chi non ha avuto mercato.
    L’unica speranza è che da oggi cominci una giusta contestazione da parte dei tifosi che lo costringa a vendere altrimenti ci dovremo comprare il pallottoliere ad ogni partita futura.
    Oramai questa società è in svendita senza un progetto futuro che non va oltre l’interesse personale e finanziario di Azzamparino, lo è da qualche anno e se ne sono visti i risultati in campionati sempre sofferti.
    Questa squadra oltre a non avere un gioco, perchè non sono un gioco quei 4 pericolosi passaggetti al limite della propria area, non ha neanche elementi su cui poter contare per una speranza di risalita, lo stesso Diamanti che corre e si sbraccia per tutta la partita è poca cosa, mancano gli elementi su cui poter sperare di ricostruire nel girone di ritorno una squadra che possa tentare un recupero per la permanenza in A, sarebbero troppi e tanti gli innesti da dover effettuare, operazioni di difficile raggiungimento in un mercato invernale.
    Forse qualcosa si potrebbe fare con un forte ingresso di capitale, ma questo miracolo dovrebbe avvenire già da domani e non se ne vede l’inizio se non in chiacchere senza senso.

    Ma perché non te lo compri tu il Palermo ca parri assai?

    Bravo gufetto, statti sempre sulla luna ad attassare.

    I veri intenditori chi sarebbero, i finti tifosi faccioli come te? Andiamo bene!

    Che poi sarebbe dove vi trovate re resterete voi a vita perché vi comprate le partite. Almeno noi giochiamo onestamente e non siamo una società in mano a presidenti analfabeti o truffatori.

    Tutto secondo i piani. I mercenari dell’anno scorso almeno hanno salvato il Palermo…questi qui sono già retrocessi.

    domenica sera avevo prenotato due bistecche per giovedì, ma ieri sera non ho potuto fare a meno di ordinarne una terza! che goduria

    De Zerbi chi???????????????

    Un mediocre, presuntuoso insieme all’altro presuntuosissimo, evanescente e inconcludente Diamanti (capace solo di sbagliare passaggi, sbuffare e protestare…).

    Zampa, se ci sei batti un colpo (richiama Ballardini), anzi due e fai mettere fuori squadra Diamanti.

    Gianluca, i faccioli come te però sono sempre presenti.

    Godi, godi, 11 milioni di debiti vi porteranno dritti dritti alla radiazione, può darsi che neanche finite questo campionato. Poi vedremo che cosa scriverete. Siete il rituffo del nulla. Oltretutto marchiati di infamia e vergogna.

    Gianluca, e del paracadute (suddiviso per tre squadre), dopo aver rinunciato a una fortuna di diritti TV e pubblicità che ne fa? Si fa un bonifico sul suo conto corrente? Ma ce l’hai un barlume di logica? Ma andate a studiare prima di premere i tastini. Criticate zamparini per quello che veramente fà, cioè dilapidare il suo denaro e (cosa più grave) inaridire la passione di decine e decine di migliaia di tifosi. Il resto sono solo minkiate partorite dalla vostra presunzione. Siete solo degli pseudotifosi paranoici. I liotri sono più coerenti di voi quando ci insultano. Imparate dagli ultras. Chi non la pensa come te è supporter di zamparini? Ma va fatti na passiata

    Cagliostro, e tu saresti un ultras? A Palermo esisterebbero gli ultras??????? Ah ah ah, 10 gruppetti che cantano apetto nudo sarebbero gli ultras? Ma quanti anni hai? Io ne ho conosciuti ultras, ma negli anni 90. Anche se non lo sono mai stato, perchè considero l’ultras un pecorone (chi fa guppi è solo un pecorone senza identità), ne ho conosciuta di gente con la vostra “mentalità”, come vi definite, mi hai capito, vah. Il paranoico pseudotifoso sarai tu. Va passiati u cane.

    Ma era cairne i cavaddu?

    Ballardini? Sì sì è contento di venire…

    Gianluca, non sono un ultras, era solo per dire che bisognerebbe tifare a prescindere da tutto, da Zamparini e da tutto il resto. Ma non è neanche questo il punto fondamentale. E poi, scusa, che ne sai della mia mentalità? Tu dici (…da come vi definite…). Ma quando mai ti ho fatto queste confidenze? Discuto solo il fatto che dici un sacco di stronzate da mesi e mesi; se il tuo concetto di tifo non è uguale al mio non puoi dire che sono né pecorone, né fan di zamparino. E infatti non sono né l’uno né l’altro. Vedo solo che sei talmente arrogante da inventare cose che non stanno né in cielo né in terra e spacciarle per verità, come la storia del paracadute e non tollerare chi non la pensa come te. Tutto qui.
    P.S. Confermo: va fatti na passiata…. o scuru però

    I risultati ti danno torto. Questo termine dei presunti faccioli viene usato dalla bassa società,tra l’altro non affatto vero che la gente è “facciola” allo stadio,ognuno del proprio denaro fa cosa crede,quindi acquista il biglietto quando crede.

    PROCURATORE FEDERALE DEFERISCE IN CATANIA CALCIO”CATANESI, RIDETE RIDETE ALTRI DEFERIMENTI IN ARRIVOOOOOO”Sig. Pietro Lo Monaco all’epoca dei fatti Dirigente con poteri di rappresentanza del Catania Calcio S.p.A, per la violazione dell’art. 1 bis comma 1 del vigente C.G.S. (art. 1 comma 1 del C.G.S. vigente all’epoca dei fatti in contestazione) in relazione a quanto previsto dall’art. 16, comma 8, e 20, commi 2 e 9, del Regolamento Agenti di Calciatori in vigore dall’08/04/10 al 31/03/2015 per essersi avvalso dell’opera professionale dell’agente Alessandro Moggi, conferendo allo stesso formale mandato, mentre il medesimo assisteva di fatto anche il Sig. Nicola Legrottaglie, in assenza di formale mandato conferito, nell’ambito della stipulazione del contratto tra il citato calciatore e la società Catania Calcio S.p.A. del 26.08.2011, con ciò determinando una situazione di conflitto di interessi; – per la violazione dell’art. 1 bis comma 1 del vigente C.G.S. (art. 1 comma 1 del C.G.S. vigente all’epoca dei fatti in contestazione) dell’art. 22, comma 4, del Regolamento Agenti in vigore dall’08/04/2010 al 31/03/2015 nonché dell’art. 93, comma 1, delle N.O.I:F. per non essersi assicurato che il nominativo delll’agente Alessandro Moggi al quale al società aveva conferito mandato, fosse chiaramente indicato nel contratto stipulato con il calciatore Nicola Legrottaglie del 26.08.2011; – per la violazione dell’art. 1 bis comma 1 del vigente C.G.S. (art. 1 comma 1 del C.G.S. vigente all’epoca dei fatti in contestazione) in relazione a quanto previsto dagli artt. 16, commi 1 e 8, e 20, commi 2, 5 e 9, del Regolamento Agenti di Calciatori in vigore dal 08/04/10 al 31/03/15

    Ballardini? quello viene in una squadra dl genere? ahahah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *