Forza Italia prova a ripartire| E la Sicilia sta con Carfagna - Live Sicilia

Forza Italia prova a ripartire| E la Sicilia sta con Carfagna

Verso una nuova leadership. Elezioni anticipate permettendo. I commenti dei berlusconiani

Il punto
di
32 Commenti Condividi

Forza Italia prova a ripartire. E dopo la scoppola delle Europee, che ha visto il partito tenere al Sud e sprofondare al Nord, i berlusconiani questa settimana hanno avviato il percorso che dovrebbe portare a una nuova leadership. Ovviamente, con Silvio Berlusconi sempre padre del movimento da lui fondato. Il Cav in settimana ha comunicato ai gruppi parlamentari di avere affidato il coordinamento del partito al tandem Nord-Sud formato da Giovanni Toti e Mara Carfagna, provvisoriamente. Una mossa che placa certi mal di pancia, e nordisti (Toti era dato in predicato di uscire per creare un nuovo progetto con Nello Musumeci, prospettiva che adesso si allontana) e sudisti (solo al Mezzogiorno Forza Italia ha ancora percentuali a due cifre e la classe dirigente meridionale lamenta di essere sottorappresentata nelle stanze dei bottoni).

Il 13 luglio l’organismo nazionale del partito dovrebbe varare delle modifiche allo statuto, introducendo meccanismi di elezione per i coordinatori regionali e in qualche forma – si parla delle primarie, a cui Berlusconi è da sempre allergico – per la guida nazionale. Se il passaggio maturerà, si aprirà la conta tra Toti e Carfagna, con la Sicilia allineata e coperta dietro l’ex ministro Mara. Tutto questo se non si metteranno di mezzo le elezioni politiche anticipate che potrebbero far saltare i piani.

Il passaggio è considerato quanto mai significativo dai forzisti. “Vengono accolte richieste di maggiore democrazia avanzate peraltro da chi in passato è stato quasi sempre nominato. È un buon segnale che il Sud sia più rappresentato e che si possa instaurare un rapporto dialettico con la Lega, come ho sempre teorizzato”, osserva l’ex presidente del Senato Renato Schifani, che da tempo predica la necessità di ribadire l’identità forzista nel rapporto col Carroccio, anche con un’opposizione più decisa in Parlamento.

In una teorica sfida di domani tra Toti e Carfagna quasi tutta la Sicilia sarebbe schierata con la seconda. “Per noi siciliani forzisti, si legge Mara Carfagna e  si interpreta Gianfranco Miccichè. La nomina dell’onorevole Carfagna a coordinatrice nazionale di Forza Italia è, prima di tutto, garanzia di attenzione per il Sud”, dice Giuseppe Milazzo. Il capogruppo dà merito a Berlusconi e aggiunge: “Forza Italia riparte proprio dal Mezzogiorno, forte dei consensi che la sua classe dirigente ha saputo raccogliere, soprattutto in Sicilia e in Campania. Un apprezzamento va anche alla scelta di Giovanni Toti, che insieme a Mara Carfagna formano un tandem di altissimo profilo”. Del medesimo profilo i commenti di altri miccheiani doc. E in serata, ieri, si è espresso lo stesso Miccichè con un post su Facebook: “Forza Italia riparte dal Sud e da Mara Carfagna. Ancora una volta Silvio Berlusconi dimostra intuizione e lungimiranza. Mara, la Sicilia è con te”.

Di rilancio parla Marco Falcone, che augura buon lavoro a Carfagna e Toti per il quale il processo avviato deve “passare da un lato per il rafforzamento dell’identità di Forza Italia quale naturale pilastro di un centrodestra plurale e arioso; dall’altro, per una decisa apertura dei cordoni del partito a nuovi contributi e istanze di rinnovamento, per imprimere una decisa svolta sui contenuti e la struttura del movimento, utile a far tornare a casa i tanti elettori che hanno smesso di votarci”.

Qualcosa si muove, insomma. E dalle parti di Forza Italia questa è una notizia dopo il periodo di shock conseguente al sorpasso della Lega. “Vedremo se da movimento si diventerà partito. Certo, c’è l’incognita di un possibile voto anticipato ma chi può dire che ciò accada?”, ragiona il deputato forzista Francesco Scoma. Che sottolinea la vitalità dimostrata dalla lista forzista alle Europee: “Un risultato in cui c’è anche Saverio Romano, Raffaele Lombardo, Sicilia Futura: tutte realtà di cui dobbiamo tenere conto”. E questo è un altro tema. A proposito di Sicilia Futura, potrebbe arrivare il passaggio a Forza Italia di Daniela Cardinale, che è uscita dal gruppo del Pd. Quanto a Romano e Lombardo attendono il rimpasto che verrà, quello che Musumeci vorrebbe minimo.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

32 Commenti Condividi

Commenti

    Molto bene,se FI diventa un partito di centro moderato e non si schiaccia sulle posizioni della dx sovranleghista,avrebbe ampio spazio al centro.
    Potreste avere il mio voto in futuro

    L’unico partito che fa gli interessi dei lavoratori è Rifondazione Comunista che vuole fare la Patrimoniale a partire da chi ha un patrimonio da oltre 800 mila Euro per fare un vero reddito di cittadinanza e non come i grillini che hanno fatto il reddito di cittadinanza chiedendo soldi in prestito all’Unione Europea e tagliando le pensioni da 1500 Euro al mese lordi e poi Rifondazione Comunista prendendo tante migliaia di miliardi di Euro dalla tassa patrimoniale aumenterebbero di moltissimo gli stipendi dei lavoratori sia del settore pubblico e privato e inoltre metterebbero un tetto massimo ai costi della politica a 5mila Euro lordi al mese e vi ricordo che l’ex Segretario di Rifondazione Comunista Paolo Ferrero quando era Ministro della solidarietà sociale guadagnava 3 mila Euro al mese ed ha rinunciato al vitalizio e ora guadagna 1700 Euro al mese come impiegato a part-time alla Regione Piemonte e ovviamente Rifondazione Comunista vuole tagliare i costi delle spese militari e ripristinare l’articolo 18,quindi invito tutti i Siciliani a votare per Rifondazione Comunista perchè sono loro l’unico partito che fa veramente gli interessi dei lavoratori e dei poveri e dei poverissimi e ovviamente uno dei punti del programma di Rifondazione Comunista è quello di sconfiggere Cosa Nostra

    Forza Italia ormai ha deluso con queste alleanze con uomini del PD in Italia e in Sicilia in particolare. Ormai ha perso credibilità è il momento di cambiare partito

    Il futuro è costituito solo dalla Lega e da Matteo Salvini, ed a chi non dovesse piacere può sempre andarsene dall’Italia lasciandola ai veri italiani che votano Lega.

    Se il prossimo non è un governo tecnico…ti pago un caffè

    talè scappa tu. E stai fuori dalla sicilia, traditore rinnegato

    Peccato x voi siete sotto costituzione.

    I voti di Mussomeli saranno di grande aiuto per Forza Italia….Miau !!

    (Spero di essere letto)votate e fate votare per Rifondazione Comunista perchè è l’unico partito che fa gli interessi dei lavoratori e che vuole fare la Patrimoniale a partire da chi ha un patrimonio da oltre 800 mila Euro per il reddito garantito ai disoccupati e non come i grillini che hanno fatto il reddito di cittadinanza chiedendo soldi in prestito all’Unione Europea e tagliando le pensioni da 1500 Euro al mese lordi e poi Rifondazione Comunista prendendo tante migliaia di miliardi di Euro dalla tassa patrimoniale aumenterebbero di moltissimo gli stipendi dei lavoratori sia del settore pubblico e privato facendo apposite leggi e inoltre metterebbero un tetto massimo ai costi della politica a 5mila Euro lordi al mese e vi ricordo che l’ex Segretario di Rifondazione Comunista Paolo Ferrero quando era Ministro della solidarietà sociale guadagnava 3 mila Euro al mese ed ha rinunciato al vitalizio e ora guadagna 1700 Euro al mese come impiegato a part-time alla Regione Piemonte e ovviamente Rifondazione Comunista vuole tagliare i costi delle spese militari e ripristinare l’articolo 18,quindi invito tutti a votare per Rifondazione Comunista perchè sono loro l’unico partito che fa veramente gli interessi dei lavoratori e dei poveri e dei poverissimi,per favore vi prego non limitatevi solo a mettere mi piace ma copiate e incollate questo messaggio nelle vostre bacheche di Facebook

    Forza italia è di centro come disse Berlusconi nel 1998 al primo congresso nazionale. Francesco anni fa il centro era formato da Forza Italia, Udc.

    Forza Italia è Berlusconi. Berlusconi è Forza Italia. Il partito x tentare di ripartire ha bisogno alla guida uno dei figli di Berlusconi come Marina Berlusconi.

    EGREGIO FRANCESCO,CI VUOLE SOLO PAZIENZA,BASTA ASPETTARE LO SFASCIO TOTALE IN ARRIVO GRAZIE AL GOVERNO STELLINRAZZISTA.

    Toti, Carfagna ecc… non portano voti.

    Con quale coraggio si presentano agli italiani dopo che hanno governato per 5 anni con i compagni Renzi & simili… prima sostenendoli politicamente, poi con 35/40 onorevoli di forza italia “voltagabana… Alfano & simili”. La Carfagna insieme a Micciche e mettiamoci pure al siciliana Prestigiacomo sono tutti comunisti (Gela docet). Alfano ha avuto il coraggio di non farsi “trombare” alle ultime elezioni… Forza Italia scomparirà, insieme a questi “cattocomunisti” alle prossime elezioni politiche. Forza Lega, forza Salvini

    I veri Italiani? “Scappare via” è meglio che indossi un bel abitino da cerimonia e col cappello in mano si presenti presso un istituto di ricerca generica di mediocri che possano dargli una mano a riprendere gli studi “ab initio”.

    Certo che questi pseudo-politici che parlano del nulla eterno mi fanno tenerezza, poi la Carfagna me ne fa un po’ di più. Dai fautori delle promesse ventennali realizzate col piffero di un pifferaio scaduto alla nuova stabilizzazioni della mediocrità c’è una sottile differenza: le prese in giro diventano più palpabili e meno credibili. Brava gente gli Italiani pifferai e solerti festaioli che si incamminano verso mete fatte da puzzolenti residui tossici e da delinquenti ormai istituzionalizzati. Italiani brava gente, molto brava

    Bene, con la Carfagna forza italia retrocede nei dilettanti; è proprio vero che noi siciliani dimentichiamo chi ci ha trasformato in colonia.

    Non governarono con Renzi ma solo 1 anno con Letta. Con Renzi era un accordo sulle riforme costituzionali. Forza Italia governo dopo avere vinto le elezioni politiche x ben 3 volte, Salvini governo senza aver vinto le elezioni ma x accordo post elettorale.

    Si è vero, ma vallo a raccontare ai tantissimi palermitani che anzicchè 800.000 euro superano ampiamente la soglia degli 8 milioni di euro. Ho lavorato nel settore bancario e ti posso assicurare che sono alcune migliaia.

    STATE SERENI!

    verità, i 25/30 onorevoli di forza Italia eletti con i voti del centrodestra che hanno governato con Renzi 5 anni (Alfano docet) dove li metti? Forza Italia deve scomparire poichè si vendono al migliore offerente…!

    forse la signora carfagna ha dimenticato quando e’ stata al governo x tanti e tanti anni , vorrei chiederle ma cosa ha fatto lei e il suo partito x il sud ??!!! io le rispondo con certezza il nulla. solo chiacchere al momento del voto. adesso volete governare ma non credo che vi voteranno in tanti , e’ piu’ probbabile che vi votino chi si aspetta qualcosa di personale…. bisogna essere scemi x dimenticare cosi’ in fretta .

    chiara alle elezioni del 2013 c’era il pdl, nel pdl ci sono state varie scissioni tra qui quella degli Alfaniani, Verdini che governarono con il pd di Renzi, Gentiloni.
    Forza Italia venne ricostituita nel Novembre del 2013.

    Forza Italia, pdl, sbagliarono mosse x interessi di poltrone, se no oggi non sarebbero a questo punto di consensi cosi basso.

    Stai sereno tu quando cadrà il tuo governo.

    Anche il tuo partito non ha fatto niente x il Sud.

    Stai sereno tu perchè in Europa non conti nulla.

    Quello che non sta sereno è il tuo governo perchè sono obbligati a trovare un accordo con la Ue ostile verso loro.

    Bene così sono due i partiti che non hanno fatto niente per il Sud. Buono a sapersi.

    non so a quale partito ti riferisci io non voto da almenno 3 legislature, e fin quando al governo si vedono sempre le stesse facce e le stesse finte promesse io non votero’ x nessuno. prima di dire il mio partito non ha fatto nulla accertati se ho votato e x chi.

    Chi non vota ha grosse responsabilità e non ha la possibilità di lamentarsi di niente. Si diventa così liberi di criticare tutto e tutti, troppo comodo. Se vuole prendere posizione si iscriva ad un partito, quello che ritiene più vicino ai suoi ideali, e si faccia sentire. E per carità, senza rancore, cerchiamo di essere costruttivi per il bene comune. A risentirci.

    Ancora forza Italia? ancora berlusca e le sue olgettine? ma veramente gli italiani hanno memoria corta e sono autolesionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *