Imbarazzo a "The Voice" |Eliminata l'ex Jalisse VIDEO - Live Sicilia

Imbarazzo a “The Voice” |Eliminata l’ex Jalisse VIDEO

Alessandra Drusian, ex cantante del duo vincitore di un'edizione del "Festival di Sanremo", tenta di risalire la china attraverso il talent show di Rai 2. Ma nessuno dei quattro coach pigia il bottone rosso e gira la poltrona. Il dibattito post eliminazione è incandescente sia in studio che sul web.

LA FIGURACCIA
di
6 Commenti Condividi

Una settimana dopo l’esplosione del fenomeno “Suor Cristina” di cui parla tutto il mondo, nello studio di “The Voice of Italy” cala il gelo per una gaffe che ha messo in imbarazzo i quattro coach. Durante la terza serata della Blind Audition, sul palco sale un talento già noto nel panorama della musica italiana. Si tratta di Alessandra Drusian, ex cantante dei Jalisse, il duo vincitore dell’edizione 1997 del “Festival di Sanremo” con il brano “Fiumi di parole”. Una meteora che, a 44 anni, desidera rimettersi in gioco e risalire la china. “La mia valigia è ancora piena”, dice nella sua presentazione. Nel backstage a supportarla c’è Fabio Ricci, l’altro componente del duo sposato due anni dopo il successo sanremese. Il musicista ha appeso lo strumento al chiodo per concentrarsi sulla voce della moglie che, sul palco di “The Voice”, si gioca il tutto per tutto in versione solista con “Io canto” di Riccardo Cocciante.

Ma non sarà il talent show di Rai 2 a concedere alla Drusian una seconda chance professionale, dal momento che nessuno dei quattro coach ha pensato di pigiare il bottone rosso e girare la poltrona. Estremo imbarazzo da parte loro, una volta svelata l’identità dell'”aspirante” cantante. “Hai cambiato i capelli, non ti avevo riconosciuta…sai perchè non mi sono girata? – si arrampica sugli specchi la Carrà – tu hai cercato di cambiare la canzone, però mi rimane nelle orecchie Laura (la versione della Pausini, ndr)…ti chiedo scusa e ti faccio i migliori auguri”. “La canzone, l’interpretazione, l’attitudine, l’atteggiamento non fanno per me – commenta J-Ax – sarebbe stato come portare i Sex Pistols a Sanremo”. Tutta colpa dell’emozione, secondo Noemi. Piero Pelù sostiene invece di non essersi voltato per una “ragione di stile”: “Avrei fatto fatica a farti cantare nella mia squadra con uno stile più aggressivo, un pò meno classico…Ciò non toglie che noi quattro abbiamo fatto una figuraccia!!!”.

Salutata la Drusian, i quattro coach dissentono tra loro proprio in merito alla tanto vituperata “figuraccia”. “Siamo obbligati a conoscere i Jalisse?“, dice senza peli sulla lingua J-Ax. Noemi concorda con il rapper: “Secondo me vi fate troppo problemi. C’è il rispetto (per una vincitrice di Sanremo, ndr), è vero, ma c’è anche il qui e ora”. L’ex leader dei Litfiba chiude la questione coniando un nuovo slogan: “The Voice, il programma che non guarda in faccia nessuno“. Su Facebook il dibattito sull’esclusione dell’ex Jalisse è incandescente: “Hanno fatto strabene a non girarsi! The Voice è per chi deve entrare nel mondo della musica, non per chi c’era e poi è uscito o quasi…”, “Se i Jalisse si sono estinti un motivo ci sarà”, “Brava per carità ma nulla di che. Mica perché ha vinto Sanremo doveva aver diritto a The Voice. Ha avuto la sua possibilità ora lasciamola a chi ha del talento ancora sconosciuto”, “Ha sorriso e voleva dare l’idea di non essersela presa, ma penso che per una vincitrice di Sanremo sia stata una grossa umiliazione”.

GUARDA L’ESIBIZIONE DI ALESSANDRA DRUSIAN


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    Peccato che di sconosciuti non ce n’è nemmeno uno!!!

    PERCHE’ CONTINUATE A SCRIVERE “EX” LEADER DEI LITFIBA ???

    PIERO PELU’ E’ IL LEADER DEI LITFIBA, AGGIORNATEVI ! DAL 2009 E’ TORNATO !
    E’ SOLO IN PAUSA CON LA BAND !

    Non ci sono alternative: o sono incompetenti i giudici di “The Voice” o sono incompetenti i giudici di Sanremo.

    La seconda che hai detto.

    Il genere di musica che propongono i Jalisse non va più da almeno trentanni e di conseguenza non vende dischi.
    I giudici di “The Voice” è gente come la Carrà (successo mondiale nello spettacolo, nella musica e nel ballo da 50 anni), Piero Pelù (cavalca il rock italiano da 30 anni, con centinaia di concerti a pagamento e milioni di dischi venduti), J-Ax (Da 20 anni ha venduto milioni di dischi come pioniere del genere Hip hop italiano), Noemi (giovane talento in grado di spaziare dal Soul al Pop, dal Rhythm and blues al Rock , dal Blues alla Musica d’autore).

    anima candida, innanzitutto i Jalisse all’estero hanno venduto (600.000 copie in Germania, per dire). Poi lì si è presentata solo Alessandra, non i Jalisse e quindi non si capisce cosa c’entri il loro genere (che attualmente è orientato al pop-rock, genere non esattamente fuori moda). Alessandra ha una voce bellissima ed è tecnicamente preparata. E il suo stile di canto non è che non va più, perché a) è senza tempo e b) va molto di moda in certi tipi di metal che all’estero vendono molto. Non a caso i Jalisse ascoltano metal.
    In ogni caso, i giudici di The Voice sono palesemente incompetenti e di canto non ne capiscono un ciufolo. Noemi è ingolatissima e afona, probabilmente piena di noduli. J-Ax e Pelù non sanno come si canta in modo corretto e salubre, idem la Carrà. Semplicemente si è presentata una cantante troppo preparata per loro. Che vadano a studiare un po’ di canto anziché imbarcare incompetenti nel loro carrozzone e sfornare cantanti indecenti.
    Auguro ai Jalisse di poter andare all’estero a far carriera in paesi dove c’è gente più aperta mentalmente e che ne capisce di musica. D’altra parte i Lacuna Coil, che fino a un po’ di anni fa sfornavano bei dischi (ora decisamente meno), sono dovuti fuggire all’estero per avere successo e vendere milioni di copie. D’altra parte da noi a scalare le classifiche ci pensano Emma Marrone e Alessandra Amoroso, mentre in Norvegia c’è un genio del calibro di Susanne Sundfor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.