Governo giallo-verde? | Meloni non ci sta - Live Sicilia

Governo giallo-verde? | Meloni non ci sta

La coalizione in subbuglio per il governo "giallo-verde"

 

L'approdo
di
3 Commenti Condividi

Un governo politico sta nascendo. Sono ore frenetiche quelle che vedono emergere la possibilità di una nuova maggioranza parlamentare, dopo il complicato risultato elettorale del 4 marzo scorso. Ventiquattro ne hanno chieste Salvini e Di Maio a Mattarella, quando il Capo dello Stato sembrava già varcare la soglia del suo studio al Quirinale per dare comunicazione di chi avrebbe dovuto guidare il governo “neutrale”. Una giornata che sembra un’eternità a chi osserva ma che scorre senza sosta per chi tratta. E i colpi non sono da escludere. “Di tregua” non sarà, di compromesso forse sì.

Sul governo “giallo-verde” il centrodestra è in subbuglio  Il pressing di Matteo Salvini su Berlusconi ha avuto i suoi frutti: “Che Lega e Cinque stelle facciano il governo – ha dichiarato ieri in un comunicato il fondatore di Forza Italia -. Vediamo se sono capaci! Noi staremo all’opposizione, ma il centrodestra non si spacca”. Sembra così essere finito in Forza Italia lo spauracchio del voto estivo, un’ipotesi che gli azzurri avrebbero evitato in ogni maniera, temendo un tracollo elettorale. L’ eccessivo protagonismo del leader leghista avrebbe potuto assestare loro un colpo fatale, scippando voti, collegi e seggi anche al sud.

Scarso entusiasmo per il nascituro governo anche da Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia ha riunito ieri i suoi cinquanta parlamentari per fare il punto della situazione. “Il governo nasce in grande confusione” avrebbe detto l’ex ministro della Gioventù nella relazione finale dell’incontro, attendendo ancora le mosse di Mattarella e prospettando di andare all’opposizione.

Ad esultare, in questo momento, c’è la Lega. Il Carroccio starebbe per convincere Luigi Di Maio su un premier leghista (sarebbe la prima volta nella storia d’Italia) che possa essere garante di tutta la coalizione ed avere le “simpatie” degli alleati Berlusconi e Meloni.

 

 

 

 

 

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    La meloni è stata chiara o NO allo Ius Soli e NO alle leggi antifamiglia e Ministero Famiglia a Fratelli d’Italia o altrimenti niente fiducia al governo Lega-M5s e dopo il no di Berlusconi non otterebbe la fiducia ne alla camera ne al senato, non ha i numeri. E comunque lo sappiamo tutti che è un governo che nasce sfiduciato per portyarci alle elezioni del 15/22 luglio. Quindi NO Meloni NO Party.

    E comunque in questo momento alla Camera riunione tra Salvini e Di maio per “convincere” Giorgia Meloni e “formare” il governo i primi nomi sono… GIOGETTI PREMIER, DI MAIO ESTERI, SALVINI INTERNI, BORGI FINANZE, FIORAMONTI SVILUPPO ECONOMICO, TRIDICO LAVORO, CALDEROLI RIFORME COSTITUZIONALI, FRACCARO RAPPORTI PARLAMENTO, e fra gli altri ministeri per il momento lasciato libero quello della Famiglia per Giorgia Meloni.

    La Meloni dovrebbe preoccuparsi per il pessimo lavoro del suo partito in Sicilia. Sfortunatamente li ho votato ma non farò mai più questo errore. Cara Meloni cerca altre persone a rappresentarLa qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *