Gruppo di FI all'Ars in tilt | Divisi tra pro e contro Miccichè - Live Sicilia

Gruppo di FI all’Ars in tilt | Divisi tra pro e contro Miccichè

Scoma: "Figuccia è in trattativa con altri partiti".

VERSO LE REGIONALI
di
47 Commenti Condividi

PALERMO – “Sulle prossime elezioni regionali Gianfranco Miccichè non si trinceri dietro un mandato del gruppo parlamentare per le sue azioni, che allo stato sembrano ondivaghe e cervellotiche. Il gruppo di Forza Italia non ha dato un mandato a lunga scadenza tanto da giustificare l’assenza di confronto di questi mesi”. Torna anche oggi sul tema delle prossime elezioni del 5 novembre il deputato regionale di Forza Italia Vincenzo Figuccia. Nel mirino del parlamentare, che ha già dimostrato le sue simpatie per il candidato Nello Musumeci, c’è ancora una volta il coordinatore degli azzurri in Sicilia, che due giorni fa ha sospeso gli incontri sul nome del candidato alla Presidenza della Regione almeno fino a dopo Ferragosto.

“Sulla scelta del candidato presidente della regione serve maggiore condivisione e Miccichè – aggiunge Figuccia – in questo periodo sembra più un misantropo che colui che media o incontra i parlamentari e la base. Tenere i telefoni spenti a ferragosto, per Miccichè non è ammissibile. Non possiamo più perdere tempo anche perché le elezioni sono alle porte. Quindi lo sconsiglierei di starsene chiuso magari in qualche salotto. Quanto ad Alfano e Castiglione penso che dire di avere un candidato da sottoporre sia al centrodestra che al centrosinistra sia il pessimo modo di avviare un confronto. Tanto più che la gente non vuole sentire di trovarsi Alfano in coalizione. Oggi serve una politica che rompa con gli schemi del passato e con i suoi protagonisti, ma che metta al centro i giovani che fuggono dalla Sicilia, le imprese, le famiglie, i disoccupati e i licenziati”.

In difesa del coordinatore di Forza Italia è intervenuto un altro parlamentare regionale di Forza Italia, Riccardo Savona: “Ho l’impressione che qualcuno abbia scambiato il movimento politico di Forza Italia per un suk dove vendere i propri prodotti gridando a più non posso. La polemica a tutti i costi come certificato di esistenza in vita, l’offesa gratuita a dirigenti d’alto calibro nel disperato tentativo di godere di un risalto mediatico espongono tutti noi che lavoriamo quotidianamente nel silenzio e nel senso di responsabilità ad un ludibrio inaccettabile. Miccichè non è soltanto il coordinatore regionale di Forza Italia (ruolo che già da solo meriterebbe il rispetto di ogni dirigente di partito), ma è il soggetto delegato dal Gruppo Parlamentare di Forza Italia all’Ars ad effettuare tutte le trattative utili alla individuazione di un candidato presidente che guidi una coalizione di centrodestra vincente. Chi non condivide ha tutto il diritto di dissentire, nelle sedi adeguate. Altrimenti ha il diritto di uscire dal Partito, cosi come noi abbiamo tutto il diritto di non vergognarci di leggere i giornali”.

“Dentro Forza Italia non ci sono i contrasti di cui si è parlato in questi giorni. Il 99 per cento dei parlamentari regionali condivide la linea di Gianfranco Micicchè. È solo Vincenzo Figuccia che è uscito fuori dal coro con un atteggiamento provocatorio. Apprendiamo con stupore che è in trattativa con altri partiti e che sarebbe pronto a candidarsi con l’Udc o con il movimento di Nello Musumeci. Non è quindi legittimato a parlare per conto di Forza Italia. Non è la prima volta che Figuccia si comporta così: eletto nell’Mpa, da cui e’ stato espluso, e’ transitato in Forza Italia”. Lo ha detto Francesco Scoma, vice commissario regionale di FI, replicando alla notizia di malumori interni al partito. “D’altronde – sottolinea Scoma – l’episodio di Sabrina Figuccia, sorella del deputato che, tradendo i nostri elettori, non ha aderito al gruppo di Forza Italia al Comune, ci fa capire a che punto è arrivato il comportamento di questa famiglia”.

Intanto, Angelino Alfano ha fatto sapere ai suoi interlocutori (Pd e centrodestra) che per sciogliere le riserve ci vorranno ancora dei giorni, probabilmente tutta la prossima settimana in cui Area popolare proverà l’ultimo blitz sia con i Dem che con Forza Italia per strappare non solo la candidatura per palazzo D’Orleans, ma un’intesa più ampia che possa offrire garanzie per il futuro in vista della ‘battaglia’ sulla legge elettorale con cui andare alle urne nel 2018.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

47 Commenti Condividi

Commenti

    Se il centro-destra vuole tornare a vincere bisogna dare credito a quanto afferma l’onorevole Figuccia. Non capisco perché mi dici che ti ostini a cercare un proprio candidato pur di avere dei meriti.

    Basta con la vecchia politica. Basta con i vecchi coordinatori di partito lontani dalle strade delle città e delle problematiche che le affliggono ogni giorno. Sono convinto che se il centro-dx resterà unito su Musumeci ha la possibilità di vincere. Perché non appoggiare l’argomentazione di Figuccia?! Mi trovo d’accordo con lui.

    Figuccia futuro assessore!!!

    A novembre li mandiamo tutti a casa vogliamo volti nuovi…un esempio Vincenzo Figuccia!!!!

    Da elettore di centro dx sposo pienamente la causa dell’ onorevole Figuccia che da sociologo ha una sensibilità sopraffine verso la comunità è che riconosce in Musumeci un candidato spendibile, integro, proponibile e credibile.

    Quanti bugiardi che non fanno nulla per lottare per i diritti dei siciliani … l unica persona che se ne sta occupando seriamente è lui Figuccia!!!

    Micciche’, Savona vecchia politica improponibile. Avanti Figuccia… rappresenti il popolo la gente e il rinnovamento

    Dobbiamo rinnovare il centrodestra per dare una speranza alla Sicilia, di certo se debbono decidere Savona e Micciche’ NON VOTERÒ forza italia

    Micciche’ dovrebbe avere il buon senso di farsi da parte, rischia di fare perdere nuovamente il centrodestra. Spero in un rinnovamento della classe dirigente con Vincenzo Figuccia

    Bene Figuccia, che non le manda a dire ad una classe politica il cui ciclo si è ormai chiuso.

    Non capisco perché ci si ostini a continuare con Micciche’, forse per fare fallire il centrodestra consegnando la Sicilia ai grillini?
    Forza Vincenzo Figuccia, la parte sana del centrodestra è con te

    Gli elettori sono sempre più confusi , vogliamo Nello Musumeci presidente

    Miccichè Miccichè ma ancora questo è in grado di discutere di politica …vuole consegnare la.sicilia a chissà chi. Figuccia sei un asso …per questo le tue posizioni danno fastidio

    Ancora Miccichè che è rimasto il vecchio travestito da nuovo..forza Italia senza di te Figuccia è finita dillo a questi scienziati

    L’onorevole Figuccia ha ragione a proporre una nuova politica che rompa col passato e si distacchi totalmente da personaggi che ormai risultano obsoleti e pesanti per i cittadini.

    Chi non condivide fuori dal Partito….bella questa democrazia in Forza Italia. Ma il Presidente Berlusconi ne è a conoscenza? Piuttosto chezittire Figuccia si preoccupino di capire davvero cosa farà il partito. Continuando di questo passo o si perde o si va con il pd (quindi si perde comunque)

    Mentre in questi giorni il nostro Onorevole Figuccia faceva lo sciopero della fame cn quelle povere persone a 50gradi all’ombra gli altri si stavano felicemente al fresco, quindi chi meglio di lui può rappresentarci?

    Sono convinto che solo attraverso un autentico rinnovamento il centrodestra potrà tornare a governare la Sicilia, chiaramente il cambiamento trova delle resistenze nella parte più vecchia del partito, non a caso Miccichè, Savona, ecc. hanno paura del nuovo che avanza, ovvero Vincenzo Figuccia che esprime liberamente il proprio pensiero senza fasi imbavagliare.

    MA BASTA!!! Ma finiamola qua … ancora non avete capito
    che la festa è finita prima ancora di cominciare?
    La forte corrente di opinione pubblica che favoriva il centro destra
    si è esaurita sotto i colpi di testa di Miccichè …
    io ero tra quelli che si era illuso, anche se in fondo dubitavo fortemente
    che questo mentecatto fosse stato reso innocuo, infatti i dubbi sono stati confermati.
    Di tutto aveva bisogno il centrodestra, di tutto tranne che di Miccichè
    e i suoi doppi-tripli-quadrupli giochi tra pseudo-politica e vera incompetenza.
    Que pò di fiducia che si stava consolidando si è sciolta subito come neve al sole
    anche da destra voteremo per i 5Stelle …
    L’era di Berlusconi si chiude nel modo più vergognoso possibile
    a Palermo, con inevitabili ripercussioni a livello nazionale che fra qualche mese
    daranno conferma della fine certificata di un’era di centro destra.
    il “Cesare” Berlusconi finisce miseramente pugnalato dal suo “Bruto” Miccichè.

    Miccichè!?!?Già solo il fatto che corre dietro Alfano non mi scende giù.Basta con i volta bandiere vogliamo coerenza chiarezza e persone che scendono in piazza a sentire le problematiche della gente,la stessa gente che vita.Figuccia aria fresca persona combattiva giovane che ama la sua terra… Non c’è da aggiungere altro

    Buttate fuori Miccichè. Farà perdere il centrodestra

    Nnà, ma pensi davvero che la gente possa votare per chi divide le persone in buoni e cattivi o in traditori e fedeli. Ma dove vivi? Da soli non si va da nessuna parte,il maggior partito del cdx è FI dunque spetta a Miccichè il compito di creare la coalizione. Musumeci come al solito è partito da solo senza tenere conto di niente e di nessuno tentando di portare dalla sua parte quanta più gente possibile e scavalcando i potenziali alleati. Si considera presidente predestinato, resterà solo predestinato a vita.

    intanto inviterei l’on. Savona a non fare richiami a quell’unità interna a F.I che palesemente non si vede poi secondo me per quel che ha fatto in questa legislatura lui è candidato ai prossimi venti esclusi !!!!

    Miccichè sta rovinando il partito, sta facendo di tutto per spaccare e con la sua politica (che ancora sino ad oggi non riesco a capirne il fine) porterà al fallimento. Gli elettori di FI lo sbandierano ai quattro venti che non vogliono Alfano ma a quanto pare la voce del popolo non interessa ai fini politici di Miccichè. NON CI SENTIAMO RAPPRESENTATI DA MICCICHÈ

    La misantropia a cui si riferisce l’on Vincenzo Figuccia è un termine molto edulcorato per definire il vero volto animistico di Gianfranco Miccichè che tanti danni di immagine ha creato al partito in sicilia, e gli italiani a favore o contrari sanno bene la storia.

    Carissimi conterranei, già una volta Micciche’ si è reso colpevole del disastro elettorale in Sicilia, altro che dirigente di alto rango, è un politico al quale non si può prestare più alcun credito, e bene fa Figuccia che dentro le file di un partito , rappresenta una ideologia comune a tanti senza perdere la dignità e svendere il proprio pensiero alle riverenze per un dirigente di alto rango( mi viene da ridere…. Chi usa queste espressioni ancora non ha capito nulla) . Per il resto io sceglierò nuovamente musumeci: memori di questa passata esperienza dobbiamo essere in grado di valutare le persone….i parti e i dirigenti sono acqua passata, come Crocetta! Svegliamoci per la Sicilia per i nostri figli, per noi e le nostre famiglie, per i nostri anziani e i nostri disabili!!! Svegluamici prima che sia tardi!!!

    Figuggia interpreta il pensiero del 95% degli elettori di centro destra.Savona e Miccichè chi rappresentano?I congiuratori della Sicilia?I cospiratori anti Musumeci?La smettano di dire idiozie e lascino i siciliani decidere chi fare Presidente,e senza Alfano e band.

    Gli elettori sono speranzosi rispetto a quanto dice Figuccia. Lo vedo e lo sento ogni giorno. Spazio per la buona politica.

    Basta con le chiacchiere siamo già a novembre e ancora non abbiamo un candidato o comunque, si continua ad ignorare quanto sapientemente afferma l’onorevole Figuccia rispetto alla candidatura di Nello Musumeci.

    A Figuccia piace giocare su tutti i tavoli.
    Fa parte di forza italia, fa lo sciopero della fame facendosi inquadrare dalle tv insieme a Cuffaro, ora appoggia Musumeci,
    Dice bene Savona chi non è d’accordo esca da forza italia, nessuno vieta a Figuccia di andare con Musumeci, quindi signor Figuccia ci dica se è carne o pesce.

    Miccichè ha già regalato nel 2012 la sSicilia a crocetta, questa volta non bisogna più permettergli di ripetere la scellerata scelta. Lui vuole salvare la vecchia politica ed i vecchi screditati politicanti. Rappresenta la continuità di una politica invisa ai siciliani per bene. È impossibile che Berlusconi non lo comprenda: ho il sospetto che si reggono il sacco a vicenda per i loro interessi. Finirà come a Roma con forza Italiaal 4 x cento ed i gGrillini al potere.

    Miccichè farebbe perdere pure la Juventus
    contro la Castellese con metà giocatori legati.

    MICCICHE’…No grazie !! Si vada a tesserare con Allenza Popolare e il suo amico ALFANO

    Ci credi veramente alle favole??

    Alfano, Miccichè, Savona, Romano, tutti esempi di coerenza e fedeltà a Forza Italia. Bravo Cavaliere. Siamo pronti per perdere un’altra volta!

    Facciamo un attino parlare i numeri, perché alla fine le elezioni vengono decise dai voti non dalle parole.
    Alle scorse comunali forza italia non ha raggiunto neanche il 10%. Questa è storia, giusto? Oppure discutiamo questo dato?

    Come si può pensare ad un partito senza il peso politico E QUINDI I VOTI di Figuccia? Vorrei chiederlo all’illustrissimo Gianfranco Miccichè, politico sopraffino ma ormai poco lucido. Chi li prende i voti in Forza Italia in queste regionali’ Lui, Savona e Milazzo? Quanto pensa di prendere, il 10%? Se va bene arriva al 5%

    Essendo coordinatore regionale DEVE farli questi ragionamenti, non deve guardare solo alla sua elezione!!! Mettersi dentro Alfano e mollare deputati come Figuccia e Musumeci ha dell’incredibile, un chiarissimo autogol!
    Miccichè 5 anni fa prese 1.500 voti, neanche il consigliere comunale potrebbe fare con questi numeri!

    Caro Figuccia ti ricordi che Forza Italia con coordinatore un certo Gibino era nei sondaggi al 5 %. Oggi con Micciche’ Forza Italia e’ al 13%.
    In politica contano i numeri.
    Quindi caro Figuccia allineati , oppure esci da Forza Italia, perche’ con questo atteggiamento stai diventando paranoico.
    Con affetto,Gil Cortina ex cons. d ella Provincia di Palermo di Forza Italia.

    Non giocare su tutti i tavoli significa accettare silenziosamente i diktat del capo? Questa per te è democrazia? Non conosci evidentemente il significato della parola!
    Fa benissimo a manifestare la propria idea, chi lo dice che deve cambiar partito chi non è d’accordo con le idee altrui? Si chiama confronto questo
    In un partito si è liberi di manifestare LIBERAMENTE il proprio pensiero senza essere cacciati non credi?
    Se poi si capisce che quel partito non è più casa propria si cambia, farlo a minima difficoltà significa essere voltagabbana.
    Non ci lamentiamo poi se la gente cambia partito allora

    Oggi al 13% Forza Italia lo è proprio con Figuccia. Non crede ex consigliere della provincia di palermo cortina?
    E se dovesse uscire? Si potrebbe tornare ai numeri “Gibini”
    Perché si dovrebbe allinea mi scusi? Per caso Miccichè ha discusso con gli altri la linea da seguire oppure sta facendo tutto da solo? Al massimo è in contatto con i suoi amici di partito, lui decide una linea e gli altri non possono dissentire. Se lo fanno devo andare fuori. Bella idea di democrazia che avete? Complimenti!

    Figuccia ha perfettamente ragione.
    Se il cavaliere lo ascolta abbiamo qualche speranza

    Un partito guidato male da un uomo in pieno conflitto di interesse all’interno…non si può essere coordinatore regionale e allo stesso tempo candidarsi…è un paradosso. Micciche’ manda tutto all’aria per in suo interesse personale!
    perdere Figuccia, Musimeci e tutti coloro che giustamente non ci stanno è un suicidio politico.
    Peccato perché un centrodestra “normale” avrebbe il consenso della gente stanca del PD.

    A mio avviso si commette un enorme errore se ci si affida a Micciche’ per le elezioni regionali, bisognerebbe sostenere la tesi dell’Onorevole Figuccia,persona competente e illustre,che ripone la Sua fiducia in Musumeci come Presidente della Regione Sicilia.

    Un solo nome Figuccia!!!io sto con lui…fuori Miccichè!!!

    Berlusconi tolga micciche’
    Figuccia presidente

    Basta con le divisioni. Ascoltare Figuccia che conosce bene quello che noi siciliani chiediamo.

    Nella storta illusione che tu possa spiegarmi cosa sia la democrazia, ti dico che le linee di un partito vengono dettate dai capi o dai coordinatori, non certo da Figuccia.
    Non mi pare che Figuccia a parte il suo libero pensiero, abbia il potere di prendere decisioni per forza italia, quindi è libero di andare con Musumeci invece di continuare imperterrito a rilasciare dichiarazioni.

    Chiamiamo le cose per nome e cognome: Miccichè è quello che ha fatto perdere le elezioni 5 anni fa e ci ha regalato Crocetta, con tutti i disastri in salsa Siciliana che abbiamo dovuto sorbirci.
    Alfano: traditore degli elettori del Centrodestra tutto, che ha favorito il colpo di stato bianco contro Berlusconi, e siamo arrivati, dopo Monti, Letta, Renzi e Gentiloni a non sapere quali altri sacrifici dobbiamo fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *