"Hanno vinto i palermitani| E io rispetterò i patti" - Live Sicilia

“Hanno vinto i palermitani| E io rispetterò i patti”

FABRIZIO FERRANDELLI
di
22 Commenti Condividi

“Io sono un candidato del centrosinistra, e rispetterò i patti”. Il day after, per Fabrizio Ferrandelli, è dolcissimo. La sede di via Roma è piena. Lui sembra portare in visto ancora i segni dei festeggiamenti di ieri.

A fargli compagnia, tutti i “big” che hanno sostenuto una candidatura, comunque “voluta dalla società civile”. Certo, ci mancherebbe. Ma il parterre di esponenti politici presenti non è da poco. Dai tre democratici che da mesi, ormai, combattono una “guerra politica” col segretario Lupo: Antonello Cracolici, Beppe Lumia e Totò Cardinale, fino agli “eretici” Sonia Alfano e Rosario Crocetta, che non hanno sposato l’idea della coalizione chiusa. E oggi dispensano sorrisi.

Ma il protagonista è lui. Il giovane Fabrizio. “La faccia nuova che volevano i palermitani”, secondo Cracolici. Ma anche un “politico esperto, che conosce bene la macchina”, precisa Sonia Alfano. Lui si limita a dire che la sua è la vittoria della gente. Delle borgate, delle periferie: “È la dimostrazione – spiega in un’accaldatissima conferenza stampa – che i palermitani non vogliono più candidati calati dalle segreterie politiche. Vogliono persone che hanno dimostrato di sapersi spendere, impegnarsi nei quartieri, per le strade”.

Adesso, però, per fare il sindaco bisognerà convincere sia l’elettorato che ha sostenuto i rivali delle primarie, sia, magari, una fetta di elettorato “diffidente” nei confronti del centodestra: “Dobbiamo parlare a tutti – prosegue Ferrandelli – ai cittadini liberi, anche con chi, negli anni passati, magari, ha fatto scelte differenti. Mi sosterranno anche gli elettori di Borsellino, Faraone e Monastra? – si chiede – Penso proprio di sì. Fa parte delle regole democratiche. E i palermitani, giunti in trentamila, hanno dimostrato di credere nelle primarie”.

Primarie avvelenate dalle polemiche. O “inquinate” dall’interferenza di altre forze politiche, secondo qualcuno. “Io – puntualizza Ferrandelli – non ho mai contribuito ad alimentare questo clima. Ho sempre pensato che i miei non fossero avversari o, peggio, nemici, ma competitori interni. Adesso deve vincere la logica dell’inclusività e dell’unione, non delle divisioni”. E, quasi a voler sottolineare il concetto: “Io ho sempre detto, nelle settimane scorse, che avrei lottato fino all’ultimo voto. Ma anche – aggiunge – che, con la stessa forza e la stessa intensità, avrei sostenuto il candidato vincente. Sono certo che lo faranno anche gli altri”.

Una candidatura, quindi, in grado di unire non solo gli elettori del centrosinistra, ma “anche le generazioni. Sul mio nome – dice Ferrandelli – sono confluiti i voti di figli, genitori e nonni. Devo dire però – continua – che nei giorni scorsi sono stato vittima di una vera e propria campagna denigratoria che aveva il solo scopo di indebolire un candidato forte. Ma alla fine ha prevalso chi, in questi anni, ha lavorato nei quartieri e nelle periferie”. Un’ultima battuta sui presunti brogli ai gazebo: “Se ci sono dei dubbi vanno verificati attentamente – conclude Ferrandelli – anche perché il danneggiato potrei essere proprio io. Come, del resto, è accaduto al gazebo di piazza Campolo, dove il riconteggio ha portato più voti a me rispetto a Rita Borsellino”.

E a “brindare” con Fabrizio Ferrandelli era anche l’europarlamentare di Idv Sonia Alfano, che ha deciso di non seguire il partito nel sostegno a Rita Borsellino: “Ho scelto di appoggiare la candidatura di un ragazzo capace, che da tempo lavora al Comune con grande efficacia a che per questo motivo è oggi un punto di riferimento per tanti palermitani. Della gente, ovviamente…”. Della gente, non certo dei partiti. Che invece, secondo la Alfano, devono recitare un “mea culpa”: “La vittoria di Fabrizio – dice la Alfano – dimostra la cecità di chi è convinto di poter dire sempre l’ultima parola”. Frecciata indirizzata chiaramente a Leoluca Orlando, che, secondo dei rumors insistenti, potrebbe anche pensare di scendere in campo direttamente al primo turno: “Escludo che accada questo – spiega però Sonia Alfano – perché la coalizione ha sottoscritto un patto. Chi dovesse venir meno a quell’accordo, non farebbe altro che alimentare il sentimento di antipolitica e accrescere la diffidenza dei cittadini nei confronti della politica stessa”. Adesso il pensiero va al primo turno, una tornata nella quale “anche secondo Antonio Di Pietro, che ho sentito stamattina – precisa la Alfano – il centrosinistra dovrà fare quadrato attorno a Fabrizio Ferrandelli. Se poi qualcuno, per manie di protagonismo, lavorerà ancora per spaccare il centrosinistra, si prenderà la responsabilità di un eventuale ritorno della destra alla guida della città”.

“Oggi – dichiara un altro dei presenti alla ‘festa’ di Ferrandelli, l’europarlamentare del Pd Rosario Crocetta – si apre uno scenario nuovo e innovativo, europeo oserei dire. Ferrandelli è una novità incredibile in un panorama politico caratterizzato dalla gerontocrazia. Finalmente – ha aggiunto – c’è un ragazzo che rompe tutti gli schemi contro ogni previsione e contro le logiche e le decisioni di segretari nazionali”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

22 Commenti Condividi

Commenti

    Temo che il giovane Ferrandelli difficilmente attirerà il consenso di chi ha votato (o intendeva votare….) la Borsellino.

    La sinistra dopo le primarie di ieri ha perso le elezioni…. Che geni che sono, evidentemente si meritano di perdere! La sinistra in sicilia è veramente scarsa…

    Io ho votato per la Sig.ra Borsellino, non è andata.
    Adesso il mio unico candidato sarà Ferrandelli col quale dobbiamo stravincere e fare piazza pulita di chi ha inquinato e distrutto Palermo negli ultimi 10 anni.
    Svegliatevi palermitani!!!

    idem per gli elettori di faraone

    ferranelli sei solo, chiedi aiuto a Cracolici e suo compare Lombardo. Vediamo cosa si inventano questa volta.

    Quindi la sinistra compatta dovrà votare Lombar-delli, per affidare Palermo al catanese????

    Mi avete convinto ?! Soprattutto la Alfano e Crocetta dai commenti dei quali ho preso atto che Leoluca Orlando e Pierluigi Bersani sarebbero i vecchi apparati di partito mentre i giovani(???) politici Cracolici, Lumia e Cardinale rappresenterebbero la gente comune dei quartieri palermitani, la società civile, i movimenti e quant’altro di genuinamente democratico e innovativo avrebbe da proporre il “giovane(???)” Fabrizio, risicatissimo vincitore delle primarie non si sa di chi ?! Mi dispiace per l’abituale commentatore di codesto sito, Anello (al naso), al quale mi premurerò riverente di chiedere in prestito il copyright del suo nickname senza , però, essermi preventivamente cautelato con abbondante prosciutto per i miei occhi !
    La pur legittima aspirazione a riunificare una inesistente sinistra alle prossime elezioni di maggio andrà inesorabilmente delusa e il nostro(?) rampante e agguerrito giovane politico sarà costretto suo malgrado a tornare alla sua abituale occupazione, cioè a lavorare ! Mentre la Felicissima rimarrà per altri 5 anni in mano all’erede di Cammarata che ci sottoporrà in continuità ad un ulteriore martirio economico e sociale.

    Meno male che c’è striscia la notizia che ci farà vedere come sono andate le primarie a Palermo Vero Cracolix & Company (Lombardix ha colpito ancora)

    Ma l’IDV nn dovrebbe fare piazza pulita anche di Sonia Alfano??? anche lei solo un’opportunista.. passata da grillo a di pietro solo per un tornaconto personale… e ora che fa per le prossime elezioni cerca nuovi ponti?? Spero proprio che l’IDV nn l’appoggi più…

    Siete ridicoli. Il rancore a la rabbia vi faranno perdere ancora e poi ancora. Siete incapaci di accettare le sconfitte. Ma mi dispiace, dovrete rassegnarvi.

    Ferrandelli sindaco… ma anche no

    Ieri ho assistito a scene che neanche nei paesi del terzo mondo accadono. Gente che distribuisce 1 euro alle persone in cosa ai gazebo, politici dell’MPA che giravano tra la gente cercando di far votare il giovane Ferrandelli. Per non parlare di piazza campolo in cui sono stati tranciati i fili della lce per causare un black out. E non parlo per sentito dire, ero presente……è stata chiamata anche la digos che nulla può fare dato che si tratta di consultazioni non ufficiali.
    Semplicemente scandaloso!!!!!!!!! Ma l’alternativa quale sarebbe? Votare costa o cascio? Siamo messi veramente male signori miei.

    Al PD non bastano 249 milioni di euro di rimborsi elettorali, chiede anche 1 euro ai suoi iscritti per le primarie. Almeno sapessero che cosa ci fanno con tutti sti euro. Ribadisco che in Sicilia il PD non esiste più e neanche una sinistra alternativa.

    Visto che non si sa chi ha vinto.. parliamo di chi ha perso: Rita borsellino con TUTTI I PARTITI E LE SIGLE SINDACALI arriva al 33 per cento, 10.000 voti.
    Anche se al riconteggio dovesse passare avanti i partiti prendono il 33 percento di rita, tutti gli altri il 67.
    I partiti hanno perso.

    LA BORSELLINO DOVEVA STRAVINCERE INVECE E’ STATA UN FLOP!

    FORZA FABRIIIIIIII 🙂

    Oggi ha le mani pulite ma ne dovrà stringere tante che presto se le sporcherà anche lui. (citazione a memoria da “C’era una volta l’America”).

    @lirio cammarata
    vedi che per le primarie i partiti non beccano un euro perchè non si tratta di elezioni classiche ma di un qualcosa di “interno” ai partiti. Ogni gazebo costa un botto di soldi, normale che si chieda un contributo agli elettori. Non ci vedo nulla di strano se un cittadino partecipi attivamente ad un evento democratico. Altrimenti facciamo come il centro destra che catapulta dal cielo un candidato che tutti devono accettare senza potere parlare…..

    I rimborsi elettorali percepiti possono benissimo essere impiegati per organizzare tutti i gazebo di questo mondo senza dover chiedere altro alle tasche degli elettori. Le Primarie non sono fatte a fini elettorali?

    Adesso basta. Sono veramente stufo di sentire commenti del genere. Ferrandelli ha vinto le primarie e democraticamente sarà il candidato alle prossime elezioni comunali. Ha detto chiaramente e a più riprese che non ha mai fatto alcun accordo con Lombardo. Poi se Cracolici, Lumia e company decidono di votare e fare votare per lui, dovrebbe forse impedirglielo a fucilate? Un concetto deve essere chiaro: la critica è sacrosanta, ma giunti a questo punto chi decide di non votare ferrandelli o di fargli campagna contro o di non votare affatto è come se votasse il costa o cascio di turno!

    “Io di questo Partito democratico non mi fido più. Ha snaturato se stesso e si sta snaturando. Per me che si facciano le primarie non è un fatto assolutamente scontato …… I tempi dal Pd non me li faccio dettare”………………è la voce di Ferrandelli!!!

    http://www.youtube.com/watch?v=Kb5Mub5dLJE

    Appena adesso a Striscia la notizia
    Davide Faraone accusato, con tanto di intercettazioni VIDEO,
    di voto di scambio per una qualche cooperativa e disoccupati.
    INVALIDIAMO SUBITO QUESTE PRIMARIE FARSA.

    TUTTI AL PRIMO TURNO.

    Io stimo Ferrandelli , ma e’ un illuso . Chi lo ha appoggiato , Cracolici con Lumia, sono di fatto i tuttofare del PD contro ogni regola di rispetto della base del partito e del segretario regionale e perfino nazionale! Questo giochetto e’ riuscito loro e con un centinaio di voti di scarto hanno “vinto” le primarie ( i voti di Monasrrra candidata inutile de non a togliere voti alla Borsellink che l’ha tenuta in consiglio comunale e di Faraone che si e’ scordato di contrapporsi a Cracolici visto CGD già da tantissimo tempo si era autoconvinto di poter essere il Sindaco di Pslermo ed anche lui ha tolto voti alla Borselljno che era la candidata ufficiale unica capace di rappresentare il centrosinistra dopo che Orlando si e ritirato per appoggiarla,A quel punto le primatie non erano più becessarie ed infatti servivano solo al tentativo ancora in atto ma destinato al fallimento di far dimettere Luoo e ora persino Bersani! E chi lo chiede ? Il senatore Lumia ,altro “giovane” che ha fatto drll’antimafia parolaia il suo curriculum in tanti anni accanto alla Borsellino e alla famiglia Falcone in tutte le manifestazioni e che ora non si capisce perché non ha anche lui appoggiato la Borsellino ! Insomma tutto questo dimostra che Palermo deve riunire davvero tutto il centrosinistra partendo dai valori e da un programma con alla base la sua tradizione dinlotta alla magia, alla malapoliyica, alle clientele e senza tutti questi personaggi che ds anni ingrassano tra Comune, Provincia e Regione diventati ricconi cavalcando i bisogni della gente piiu’ bisognosa e della classe lavoratrice e che attaccati alle loro poltrone pensano solo al potere alleandosi con Lombardo e ora continuano a migrare verso il centro dove presto andranno a ingrossare le fila magari rinforzando l’inesistemte API di Rutelli nel terzo polo o inventando qualcosa di simile! Ferrandelli un giovane con dietro tanti vecchi volponi !

    Se i voti del centrosinistra sono 30.000 circa per eleggere il Sindaco ne occorrono altri 70.000, chi te li da’?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.