Idv, Messana eletto| nuovo segretario regionale - Live Sicilia

Idv, Messana eletto| nuovo segretario regionale

Presenti anche i segretari regionali dei partiti di centrosinistra (tra cui anche Giuseppe Lupo del Pd), l'assise ha eletto l'esecutivo isolano e dato il via ai congressi provinciali.

CONGRESSO ALL'IDEA HOTEL di palermo
di
18 Commenti Condividi

PALERMO – E’ Salvatore Messana il nuovo segretario regionale dell’Idv, il partito guidato a livello nazionale dal siciliano Ignazio Messina che inaugura così anche nell’Isola la sua stagione congressuale in vista dei prossimi appuntamenti elettorali. I delegati provenienti da tutta la Regione si sono dati appuntamento oggi all’Idea Hotel di Palermo e, oltre a scegliere l’ex sindaco di Caltanissetta come nuovo segretario, alla presenza del segretario nazionale, hanno anche designato i componenti per l’esecutivo nazionale (Sergio Mulè e Giovanni Iacono), la responsabile siciliana per le donne (Linda Brusca) e l’esecutivo regionale.

Ma il congresso è stata l’occasione anche e soprattutto per riprendere il dialogo con il resto del centrosinistra, dopo la fallimentare esperienza di Rivoluzione Civile, tanto che in sala erano presenti i segretari regionali del Pd Giuseppe Lupo, di Rifondazione Comunista Antonio Marotta e dei Verdi Carmelo Sardegna, oltre al consigliere comunale di Palermo del Centro Democratico Giorgio Calì (assente Sel per la presenza a Catania del presidente della Camera Laura Boldrini). Prove generali per la ricostituzione, almeno in Sicilia, del vecchio centrosinistra nel quale Idv proverà a svolgere un ruolo da protagonista. “Il nostro è un partito che esiste da molti anni – dice Messana a Livesicilia – e continua le proprie battaglie sin qui sostenute a fianco dei cittadini, per l’abolizione del Porcellum e la difesa dei servizi pubblici. Da soli non possiamo farcela, per questo cerchiamo un confronto leale con altri partiti che si possano riconoscere nel progressismo e nella voglia di cambiare le cose: questo abbiamo detto ai nostri possibili alleati. Non siamo presenti nel Parlamento nazionale o all’Ars, ma siamo nelle piazze e nei territori”.

Numerosi i presenti, tra amministratori e simpatizzanti (tra cui anche l’ex comandante dei vigili urbani di Palermo Serafino Di Peri, oggi a capo dell’Edilizia privata di Palazzo delle Aquile) di un partito presente, oltre che a Palermo (con Paolo Caracausi e Filippo Occhipinti) anche a Ragusa (dove Iacono è presidente del consiglio comunale), Francofonte, Partinico, nel Messinese (dove Idv ha appoggiato Accorinti) e nel Nisseno, dove il prossimo anno si voterà per il comune di Caltanissetta. Rinviata l’elezione del responsabile dei giovani, in virtù di un accordo nazionale, prenderanno il via a breve i congressi provinciali: a Palermo si terrà il 9 novembre all’hotel delle Palme. In pole position Sergio Mulé.  L’esecutivo regionale, eletto oggi, sarà composto da Francesco Alotta, Piero Bellomo, Maria Giovanna Bentivoglio, Paolo Caracausi, Alfio Di Costa, Antonio Esposito, Giuseppe Guttadauria, Vito La Terra, Salvatore Mammola, Giovanni Mignemi, Fabrizio Morello, Filippo Occhipinti, Massimiliano Principe, Sandro Tizza e Massimo Tobia.

“Oggi ricomincia un percorso interrotto con l’infelice esperienza di Rivoluzione Civile – commenta Occhipinti, capogruppo a Sala delle Lapidi – percorso che prevede la partecipazione e la condivisione della base, proiettati alla costruzione di un nuovo modello di società che metta al centro l’uomo e non il denaro”. “Questa è la dimostrazione che il partito c’è – aggiunge Caracausi, presidente della Seconda commissione di Palazzo delle Aquile – e lavoriamo al suo rilancio. Restiamo nel centrosinistra, come dimostra la presenza degli altri partiti, mentre registriamo l’assenza del sindaco Leoluca Orlando, sebbene invitato. Evidentemente il primo cittadino di Palermo preferisce dialogare con Forza Italia“. Un’assenza, quella del sindaco, che dimostra plasticamente la distanza tra l’ex uomo forte dei dipietristi in Sicilia (che a Palermo ha sottratto a Idv 28 consiglieri su 30 fondando un nuovo movimento) e il nuovo corso del partito.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

18 Commenti Condividi

Commenti

    Che orlando si goda il suo ultimo giro di boa nella scena politica

    Esiste ancora l’Italia dei Valori? Ma dopo tutti i soldi che hanno rubato non era meglio chiamarla Italia delle Valute??

    Ignazio Messina è questo: Eletto consigliere comunale a Sciacca al ballottaggio fa apparentare la lista portante il suo nome con la coalizione di destra che sostiene il candidato Sindaco di Forza Italia ed è determinante per la sua vittoria, a scapito di tutto il resto del cartello di centrosinistra (compresi Verdi e Rifondazione Comunista, suoi alleati al primo turno)

    Prima sostiene Rifondazione, poi Forza Italia e poi Di Pietro…. Gli mancano solo Bossi e Casini…

    Perchè non scrivete che quando Ignazio Messina fu consigliere a Sciacca appoggiò nell’ordine la Rete, Rifondazione Comunista ed infine Forza Italia…Se il rilancio dell’IDV è affidato a lui può darsi che al prossimo congresso chiederà l’apparentamento con la Lega od i radicali…

    SE idv TORNASSE AL 6/8 % SU BASE NAZIONALE ORLANDO TORNEREBBE A “SCODINZOLARVI DIETRO” . CHE COERENZA……..

    Ma questo partito o non so che esiste ancora?????

    Se hai prove che gli attuali rappresentanti hanno rubato soldi ti invito ad andare in procura. Italia dei Valori esiste in tutta italia con circa 1500 amministratori e le azioni politiche che porta avanti sono di valore per una nuova Italia all’insegna della legalità, la trasparenza e il bene comune.

    Sei uno che conosce la storia sarebbe più corretto che la raccontasi correttamente e non a convenienza. Ignazio Messina ha dettato la linea del partito a livello nazionale che è alleanza con il centro sinistra in tutta Italia e’ questo quello che conta no le cavolate che scrivi.

    Italia dei valori esiste con 1500 amministratori in tutta Italia, il congresso nazionale del 30 giugno ha eletto segretario Nazionale Ignazio. Messina, tra ieri ed oggi in tutta italia si stanno celebrando i congressi regionali ed il 9 nov. si celebreranno i congressi provinciali. Il partito c’è e stanno lavorando per attirare i tanti delusi della politica.

    La linea politica di Italia dei Valori e’ stata dettata da Ignazio Messina al congresso nazionale del 30 giugno e cioè alleanza di centro sinistra. Si vergogni a scrivere cose inesatte tra l’altro in anonimato.

    Caro difensore di IDV sarebbe sufficiente dire che il neo segretario Messina ha nominato come suo delegato tra i garanti del congresso una persona rinviata a giudizio per peculato, l’europarlamentare Giommaria Uggias”, sottolinea. Come la mette con la decisione di contravvenire al codice etico del partito. Ma mi faccia il piacere. Vada a difendere i lavoratori e le persone perbene … Vada, vada….

    Sono un agente immobiliare e vorrei lanciare un messaggio disperato: Vi prego restituite potere a Di Pietro e soci perchè da quando loro non sono più sulla cresta dell’onda il mercato immobiliare è fermo!!!

    Intervenire in un dibattito di persone che si nascondono dietro un acronimo è svilente…..chi non condivide è libero dare il suo pensiero….chi accusa è libero di farlo..magari con più precisione…ma lasciate costruire un nuovo partito senza personalità accentratrici ed ingombranti senza invidie e senza rimpianti…..chi ha voluto seguire un uomo libero di farlo …noi vogliamo seguire un progetto di condivisione e partecipazione….
    Il passato coinvolge tutta la dirigenza di Italia dei Valori……nessuno escluso…..neanche chi oggi vuole fare un diviverso percorso politico…
    Ma il passato ci ha regalato anche delle grandi storie politiche accanto e nell interesse dei cittadini….il no al nuclerare….il referendum vinto sull’ acqua come bene pubblico….la difesa dell articolo 18 ….la fiera opposizione in parlamento ai governi Berlusconi e Monti……
    Il bilancio è positivo e quindi bisogna proseguire per dare continuità e non abbandonare un percorso che trova delle difficoltà contingenti……chi lo fa ha tradito la sua storia…ma chi lo fa è libero di farlo …..gli elettori potranno dire chi è piu convincente.
    Auguri a tutti nel segno della buona politica…..quella partecipata e nell interesse del bene comune.
    Filippo Occhipinti
    Capogruppo Italia dei Valori Comune di Palermo

    difensore idv certo che report una bella pubblicità non ve l’ha fatta…parlare di trasparenza e legalità senza che il vostro leader abbia osato replicare allla trasmissione di rai tre mi pare un pò azzardato..

    Avete infangato il Presidente della Repubblica, giocato alle slot macchine i contributi elettorali ed oggi dite male anche di Orlando che vi ha dato dignità e voti. Credevo in Di Pietro ma si è rivelato come e peggio degli altri….

    Cara Rosaliasanta non mi pare che il Presidente della Repubblica sua stato infangato ma solo criticato per la trattativa stato-mafia. Chi ha speso i soldi con le slot machine e’ stato un consigliere regionale che è stato allontanato ed espulso. Nessuno sta parlando male di Orlando ma credo sia sotto gli occhi di tutti che la città arranca e l’azione politica del Sindaco, a cui riconosciamo una grande capacità e forte impegno, non decolla. Sono trascorsi ormai un anno e mezzo e di continua a parlare degli sfaceli di Cammarata ma ancora per quanto? Non credi che sua arrivato il momento di cambiare qualche assssore non all’altezza della situazione? Di Pietro di e’ fatto da parte riconoscendo che era il momento di dare spazio ad un partito partecipato ed il 30 giugno e’ stato eletto democraticamente il primo segretario nazionale. Se invece di continuare a gettare fango su un partito che sta lavorando per portare avanti quanto di buono aveva fatto e che vuole fare non ci aiutate a fare emergere le cose positive? Stiamo raccogliendo le firme per una proposta di legge contro il gioco d’azzardo, abbiamo presentato un progetto per sbloccare il lavoro, ecc ecc. parliamo di questo e basta con il passato credo che abbiamo pagato un prezzo abbastanza salato. Chi è rimasto in IDV ci crede e lavora per il cambiamento

    la riunione era abbastanza ristretta. l’unica cosa elevata era l’età dei partecipanti.

    L’Italia è un paese Democratico !
    In relazione a ciò , ogni partito fà le proprie scelte che poi gli elettori valuteranno !
    Ad oggi , ci sentiamo di fare i nostri migliori auguri al Dott. Salvatore Messana che sappiamo essere persona perbene per l’importante incarico ricevuto.
    Auguri di Buon Lavoro !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *