Il Catania non riesce a ripartire | La dirigenza: mancano due rigori - Live Sicilia

Il Catania non riesce a ripartire | La dirigenza: mancano due rigori

Gli etnei non sanno più vincere, e recriminano anche per alcune decisioni arbitrali durante il match con la Juve Stabia.

23 Commenti Condividi

CATANIA – Sesto pareggio dall’inizio del 2015, in due mesi e mezzo in cui è arrivata solo una vittoria, a fine gennaio con il Matera. Più in generale, l’1-1 del “Massimino” contro la Juve Stabia ha portato in dote quel punto che ai fini della classifica non serve a nulla, visto che gli etnei sono ancora in piena zona retrocessione, pur avendo accorciato di una lunghezza le distanze su Catanzaro e Monopoli, entrambe sconfitte nell’ultimo turno di campionato. Una gara che rende ancor più evidente lo stato di crisi in cui versa la compagine affidata a Francesco Moriero, il quale non è ancora riuscito a trovare il bandolo della matassa, nonostante abbia a disposizione giocatori che non dovrebbero di certo competere per mantenere la categoria. La salvezza dista solo un punto per i rossoazzurri, ma al tempo stesso c’è ben poco per cui stare sereni, visto che, come abbiamo già accennato, il successo è arrivato una sola volta nelle ultime dieci gare.

Tornando alla sfida contro le vespe, abili nel pareggiare con Diop pochi minuti dopo il vantaggio del Catania firmato da Bombagi, c’è stato certamente di che lamentarsi per alcune decisioni arbitrali che avrebbero condizionato – e non poco – l’andamento dell’incontro. Lo ha sottolineato anche il direttore sportivo Marcello Pitino, il quale ha evidenziato alcune pecche nella mancata assegnazione di due calci di rigore: “Bisogna assolutamente raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati. Stiamo attraversando un momento difficile. Oggi però la squadra ha dato tutto quello che aveva, ho visto impegno e spirito di sacrificio ma non possiamo giocare le partite in 11 contro 12. Siamo stati sempre zitti però ora basta. L’arbitraggio ci ha penalizzato moltissimo contro la Juve Stabia ma anche in altre occasioni siamo stati danneggiati. Ci assumiamo le nostre responsabilità. La nostra è una squadra importante, tranne Plasmati e Parisi sono tutti a disposizione. Qualcuno magari non è al top della condizione ma tutti stanno lavorando per recuperare. Il Catania ha prodotto tantissimo, dal punto di vista arbitrale abbiamo toccato il fondo”.

Se Marcello Pitino individua nella direzione arbitrale la causa essenziale della mancata vittoria sulla Juve Stabia, Moriero cerca di guardare più nello specifico alla prestazione dei suoi: “Abbiamo iniziato benissimo, con grande intensità – sottolinea – ma purtroppo abbiamo sbagliato troppo in fase conclusiva. Dispiace non aver conquistato i tre punti che meritavamo. Nella ripresa non siamo riusciti a tenere alto il ritmo, calando un po’ alla distanza. Purtroppo non è stata la miglior giornata per Calil al quale, però, non posso imputare nulla sotto il profilo dell’impegno. Certo, sbagliare certi gol non è da lui! Comunque, se ripeteremo prestazioni come queste, la salvezza non sarà difficile da conquistare. In difesa ho schierato Ferrario perché lo avevo visto bene in allenamento, senza nulla togliere a Pelagatti che tornerà probabilmente titolare anche per l’inevitabile squalifica alla quale Ferrario andrà incontro. Mi è piaciuto Garufo che si è proposto bene sulla fascia di sua competenza. Mi aspetto un finale di stagione in crescendo da Bombagi e Castiglia. Nelle ultime 8 partite ci giochiamo la salvezza ed ho grande fiducia nel gruppo che mi è stato affidato. Sono già con la testa ad Agrigento”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

23 Commenti Condividi

Commenti

    Non riesce a ripartire perchè manca il “treno del gol”……

    Povero Gadania….preparati a fare altro salto di categoria…serie D. E’ quella la vostra serie.

    L’importante è che i mangia-meusa palermitani retrocedano in B. Soltanto questo ci renderà soddisfatti indipendentemente da come finirà questo campionato di Lega Pro.
    A proposito, Meusariiiii….PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

    È vero! Non riesce più ad avvulare come un tempo…

    Eccoli, anzi, rieccoli. Come l’anno scorso, stesso copione. Prima fanno gli sboroni, i bocca larga (“ci vediamo l’anno prossimo in B cugini!”, “non faremo mai la fine del Palermo!”, “stamu avvulannu!”, “l’annu prossimo arrivu primo!” ecc. ecc. ecc.) e poi, dopo che cambiano gli obiettivi e vedono il baratro, si trasformano in piagnucoloni. Vi ricordate l’anno scorso quando facevano i piatùsi davanti ai giudici, ai giocatori e alla stampa? Eccoli di nuovo piagnucolare, stavolta per 2 rigori non concessi. Avessero mai varcato l’area di rigore avversaria in questo campionato… da quando è iniziata la loro avventura nelle fogne della C non credo che possano recriminare chissà quanti rigori, visto che in area avversaria ci arrivano con una media di 2 volte ogni 5 partite e nel 99% dei casi gli avversari neanche contrastano la loro ballerinetta col tutù di turno perché tanto sanno che calcerà al lato o, peggio, liscerà il pallone. Al Napoli è stato concesso un rigore moooooooolto dubbio (e lo dicono in molti) ma noi, dopo avere giustamente criticato un minimo, non è che ci siamo strappati i capelli o ci siamo messi a urlare e strisciare a terra facendo scintille, come state facendo voi di martedì mattina. Vedi, liotro, è questa la differenza principale tra noi e voi. Prima vi riempite le bocche, poi queste vi servono per ingoiare lacrime amare. Adesso sta passando la notizia che dovevate vincere magari 4 a 0 perché non vi hanno concesso 2 rigori. Smettetela di fare i piatùsi. Questo atteggiamento di “poverini”, di “mischini”, di “poveri cani bastonati” non vi paga, anzi, non fa che aumentare il vostro imbarazzo. Siete conosciuti da tutta Italia come gli imbroglioni ripescati e avete perfino il coraggio di fare i miseri accattoni di elemosine. Cercate di cambiare atteggiamento perché la vedo molto male per voi. A nulla serviranno proteste strambe come l’anno scorso, come abbandonare lo stadio in anticipo (molti di voi lo hanno fatto al 90°, in zona recupero), fare ridicoli faccia a faccia con i giocatori (è come se un energumeno cercasse di insegnare, gridando, un nuovo passo di danza ad una ballerinetta col tutù di 5 anni), esporre qualche striscione nelle curve vuote e tirare qualche pop-pop per fare baccano. Smettetela. Io capisco che ormai, ricoperti di ridicolo, fatto trenta facciamo trentuno, ma a tutto c’è un limite. Protestare, anziché baciare a terra perché non vi hanno radiato, ha davvero un qualcosa di inverosimile. Ricordatevi che se non fosse stato per il vostro Nume locale, il vostro orgoglio Ninuzzu, a quest’ora, se non avesse collaborato, eravate proprio nella categoria dove vi ritroverete a breve. Quantomeno vi siete fatti un anno di C (avete conosciuto splendidi paesini e le loro specialità culinarie con le trasferte); non è già un traguardo rispetto a ciò che si prospettava l’anno scorso? E poi avete perfino salvato il nome, che nessuno potrà mai levarvi, “Gadania cacio 1946 a. C. ai loviù foreva iang”. Sono sempre schiattato dall’invidia, anche io vorrei avere un nome come il vostro, così ancestrale, così…una pietra miliare nell’universo del calcio mondiale. Liotri, pietà, Catania, pietà. Adesso arrivano i derby con i cugini Agrigentini e Messinesi…forza, ricominciate: “c’era un fallo laterale nostro e non loro”, “c’era un filo d’erba secco che si è attorcigliato nella scarpetta del bomber e lo ha fatto confondere al momento del tiro”, “c’era il sole e il portiere ha preso goal perché era abbagliato”…ricorso! D’altronde non siete nuovi a questi episodi ridicoli. Da Wikipedia: Il derby fra Palermo e Catania è stato anche protagonista di episodi curiosi: ad esempio nell’incontro di coppa del 1959, che il Palermo conduceva per 1-0, i giocatori rossoazzurri decisero di abbandonare il campo a due minuti dalla fine dei supplementari, sostenendo che ormai fosse calata la sera e l’illuminazione non fosse sufficiente; l’unico risultato fu quello di guadagnarsi una sconfitta a tavolino. Ah ah ah! Siete stati, siete e sarete sempre i pagliacci della Sicilia! Buona fortuna! Ah ah ah!

    Apprendo dalla stampa cittadina, da un servizio di Andrea Lodato, che il sindaco Enzo Bianco, avrebbe riunito imprenditori di livello nazionale ed estero, interessati a rilevare la societa’, compreso il centro sportivo di Torre del Grifo e che vorrebbero realizzare anche il nuovo stadio, ma pare che le garanzie, per trattare, poste dallo studio Abramo, delegato dal calcio Catania, siano state proibitive. Occorre vigilare, affinche’ , i tifosi, il mondo politico e gli organi d’informazione, possano incalzare la societa’, che ha ormai esaurito il suo compito, in maniera, credo, ormai irreversibile, per promuovere, rapidamente, prima che sia troppo tardi, questo passaggio di consegne non piu’ rinviabile-

    Grandioso pensiero etneo. Filosofo luminare scienziato manciacavaddi. Ecco, questa e GADANIA: Bocca Larga e complesso d’inferiorità. Come dire: mia moglie é buttana? Non importa! L’importante è che cornuti siano gli altri: ti dobbiamo un sentito ringraziamento! Vi denunciate per quello che siete: rei confessi. Questo siete (cartelli con le B, funerali) e questo vi meritate, (treni del gol, fallimenti, ripescaggi, ricorsi al TAR e ZERO vittorie, la vostra storia fa piangere). Questa è la vostra MENTALITA’ le vostre idee. Ma lo sapevamo che siete cosi. nessuna novita da gadania. nessun clamoroso al cibali!!!! Siete la vergogna della Sicilia. Sai che c’è dumbo? che alla fine della giostra noi rimarremo comunque in AAAAAA e voi: o scendete in DDDDDD (60%) o fallite (30%) o rimanete in CCCCCC (10%). Comunque vada sarà GRANDIOSO. La vostra bile sarà infinita. Potrete solo piangere e inginocchiarvi alla Capitale. Ricordati sempre che Palermo regna su di voi.

    @santo
    P.S. E comunque ho un’altra cattiva notizia per te: l’invidia è una patologia incurabile. Rassegnati

    Nessuno ti crede più, Santo. Ricordati che avete la fama di imbroglioni. Non tentare di sdrammatizzare il vostro dramma. Stai cadendo già in depressione, si vede (è tipico dei “mal comune mezzo gaudio”). Gia accendi decine di ceri alla statuina del tuo nume Ninuzzu, che hai a casa, nella speranza che questo possa influire e annientare o quantomeno tamponare la vostra maledizione dell B. Santo, non ti crede nessuno. E poi se retrocederemo ti farai le trasferte a Palermo per vedere il calcio che conta, ne siamo sicuri.

    E poi attento, l’ultima volta che avete festeggiato una nostra retrocessione vi ha portato davvero fortuna!!! AH AH AH! babbo

    Mi sapreste dire se per pasquetta Torre del Grifo è aperta? Sto cercando un bel posto per arrostire ma sono stufo delle solite montagne o aree attrezzate vicino Palermo. Vorrei farmi una bella gita, così per cambiare aria, all’insegna del relax e delle arrostite con bevute di vino rosso. So, per sentito dire, che la carne lì, da voi, è gratis. Pascolano vacche e soprattutto cavalli tra il verde. Per non parlare poi dei cacuocciula bio che spuntano tra l’erbetta dei viadottoli. C’è da pagare ingresso? Seve a finanziare il Gadania cacio 1946 a.C. ailander ai loviù foreva iang ghimmi faiv?

    Al gadania non mancano solo i rigori, mancano i finanziamenti di pulvirenti per comprare le partite. Povero gadania vederlo così in basso mi fa tanta pena. In futuro, considerato che va in serie D, potrà risalire in lega Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrr, è quello il suo posto.

    In ogni caso il Palermo ha quattro categorie superiori al gadania

    taci manciacavaddi, bella mentalità. Si sapeva che a gadania siete così. Bocca larga e invidia. Non siete altro che questo. Ma rimarrete delusi. Palermo in A e gadania in DDDD o falliti. Questo siete e questo vi meritate

    Torre del Grifo e’ aperta, ma quello e’ un posto per sportivi. Se cerchi un posto per arrostire a pasquetta, c’e’ un terreno ( agricolo) a Carini, che doveva diventare un centro sportivo, per la Zampariniana, peccato che il friulano, abbia mandato tutti a quel paese-

    In ogni caso e vada come vada, nessuno riuscirà a cancellare ricordi di memorabili vittorie come quella del 2010 in casa contro l’Inter del Triplete per 3 a 1 con ciliegina finale sulla torta, il rigore con cucchiaio di Mascara a Julio Cesar… O per farvi ancora più male, il 4 a 0 in casa del Palermo con gollaso sempre di Mascara da centrocampo…
    Lo so, non si può viver di soli ricordi ma avvolte, aiutano a vivere meglio le tristezze del quotidiano.
    Buona vita a tutti !!!

    Ecco, questo mi piace. Pollice su per Gianluca e paolo. Tutt’altra storia rispetto ai vari arazio turi iaffio santo agatino ecc. ecc. ecc. Buona pasqua a tutti

    ….d’altronde Marzullo docet: la vita e’ un sogno o i sogni aiutano a vivere meglio ??

    non sarai palermitano?????
    perche non vedo un futuro….rosa….ma alquanto nero!!!
    il catania? da tifoso obiettivo doveva andare nei dilettanti!

    solo un domanda ai rosanero
    se va via zamparini?

    Scusi Gianluca, anche se l’ho chiesto in passato, insisto : ma lei non ha di meglio da fare ?
    E un pizzico di equilibrio in più no, vero ?
    Non si rende conto, al netto dei commentatori catanesi che lei tanto soffre, che lei – diciamo così – é sempre un po’ troppo sopra le righe ?
    Pur concedendo tutte le giustificazioni circa le provocazioni catanesi, lei è sempre troppo malmostoso, accanito, sguaiato, senza limiti di decenza, ma non ritiene di darsi una calmata ?
    A me sembra il suo un comportamento parossistico ingiustificato ed ingiustificabile, ripeto al netto delle provocazioni e della ben nota rivalità.
    Il troppo é come niente, stroppia, ed alla lunga stufa.
    Poi faccia pure.
    Unicuique suum !

    Per Gianluca ma se non c’era il Catania calcio tu non avevi niente da fare ci può stare lo sfottò il campanile.ma tu hai una vera ossessione fatti curare (da 1 specialista veramente bravo)

    Da tifosissimo palermitano ricordo per voi anche una vittoria a Torino con la giuventus per la quale ho esultato anch’io. Quella del derby è una vostra autentica fissazione, chissà perchè. Palermo in 10 dall’8° minuto e Amelia addormentato in occasione dal gol da circo equestre di Bunny mascara. Il Palermo quel giorno non c’era. Sai che soddisfazione…. in A avete avuto giornate migliori di questa. Contenti voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.