Il grave incidente sulla 114: il bimbo resta in prognosi riservata - Live Sicilia

Il grave incidente sulla 114: il bimbo resta in prognosi riservata

Il quadro clinico stazionario permette ai medici del Policlinico di Messina di sperare nell'evoluzione in positivo della diagnosi
0 Commenti Condividi

CATANIA – Resta in prognosi riservata, sebbene le condizioni siano stazionarie, il bambino di due anni che ieri era all’interno dell’auto che si è cappottata sulla Statale 114 tra Taormina e Letojanni. Ricoverato al Policlinico di Messina, il piccolo paziente è sotto stretta osservazione dei medici per i molti traumi riportati a seguito dell’incidente. Benché non se la sentano ancora di sciogliere la riserva, i sanitari ritengono che il quadro clinico possa far ben sperare appunto perché dalla scorsa notte a oggi non si è registrata alcuna evoluzione in negativo della situazione.

Il bambino era finito sull’asfalto come conseguenza dell’impatto. La dinamica dell’incidente è apparsa tutt’alto che chiara ai soccorritori arrivati immediatamente sul posto, in località Mazzeo, frazione di Taormina. L’auto è una Fiat Punto al cui interno viaggiavano otto persone, tutte rimaste ferite. Alla guida vi era il padre del bambino, un uomo di 39 anni. 

In prima battuta, il bambino era stato trasferito al San Vincenzo di Taormina, per essere poi trasferito al Policlinico del capoluogo peloritano. Nello stesso luogo sono stati trasportati anche i due cugini, di 17 e 18 anni, presenti all’interno dell’auto per la cura di ferite ed escoriazioni.  


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.