Il manifesto europeista di Calenda| Sindaci siciliani tra i firmatari - Live Sicilia

Il manifesto europeista di Calenda| Sindaci siciliani tra i firmatari

Italia, Palazzolo e Sicola con l'ex ministro.

Europee
di
4 Commenti Condividi

PALERMO – Ci sono anche dei siciliani tra i cento firmatari del manifesto europeista lanciato oggi dall’ex ministro Carlo Calenda. Il “manifesto per la costituzione di una lista unica delle forze politiche e civiche europeiste alle elezioni europee” è stato pubblicato on line sul sito www.siamoeuropei.it. Lo sottoscrivono insieme a Calenda un centinaio di personalità, tra sindaci, imprenditori, amministratori locali, accademici. Tra questi anche il sindaco di Milano Beppe Sala, il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori. E tra i primi cittadini firmatari ci sono anche due siciliani: Francesco Italia, sindaco di Siracusa, e Gianni Palazzolo, sindaco di Cinisi. C’è anche Mila Spicola, già vicesegretaria del Pd siciliano. “L’obiettivo – si legge nel manifesto – non è conservare l’Europa che c’è, ma rifondarla per riaffermare i valori dell’umanesimo democratico in un mondo profondamente diverso rispetto a quello che abbiamo vissuto negli ultimi trent’anni”. Il movimento che si sta coagulando attorno a Calenda potrebbe costruire insieme a +Europa una lista europeista per le elezioni europee di maggio.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    All’agrodolce?

    programma “siamo europei”:
    1)referendum per l’abolizione del reddito di cittadinanza, perche’ noi del pd vogliamo responsabilizzare i poverI. Si devono trovare un posto di lavoro da soli e se non ci riescono possono emigrare.
    2)accoglienza senza se e senza ma di tutti gli mmigrati perche’ noi siamo buoni e poi ci servono come forza lavoro al posto dei nostri giovani che sono lagnusi.
    AVANTI CON CORAGGIO, FORZA PD!

    E NON SI VERGOGNANO?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.