Il pestaggio razzista di Partinico | Individuati tre aggressori - Live Sicilia

Il pestaggio razzista di Partinico | Individuati tre aggressori

Le vittime avevano partecipato ad una festa organizzata in un lido sulla spiaggia di Trappeto

Nel Palermitano
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – Sono stati individuati almeno tre giovani che hanno preso parte all’aggressione avvenuta nella notte di Ferragosto di cinque migranti minorenni, quattro gambiani e un ivoriano, ospitati nel centro di accoglienza Mediterranea di Partinico (Pa). Le vittime avevano partecipato ad una festa organizzata in un lido sulla spiaggia di Trappeto, nel Palermitano. Si erano fermate lungo la strada in attesa che l’educatrice della struttura passasse a riprenderli con il pulmino. Sono stati avvicinati da un gruppo di giovani partinicesi che li hanno insultati e poi picchiati.

“Siamo uguali, noi siamo come voi. Siamo qui per divertirci, come voi”, avrebbero gridato i migranti cercando di bloccare la rissa. Ma l’aggressione è continuata anche dopo l’arrivo dell’educatrice. Anche la donna è stata insultata e spintonata. Una volta saliti sul mezzo è poi iniziato un inseguimento fino a Partinico. I carabinieri che hanno raccolto la denuncia della responsabile del centro hanno cercato le immagini girate da alcune videocamere di sorveglianza della zona che avrebbero ripreso l’inseguimento e parte della lite. In questi giorni nella caserma della Compagnia di Partinico sono stati sentite almeno una decina di persone. Gli inquirenti stanno valutando la posizione dei presunti aggressori per accertare tra l’altro la sussistenza dell’aggravante dell’odio razziale.

(ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    embe’?? una rissa come tante….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *