Impianti sportivi, c'è la stangata | Il piano della giunta Orlando - Live Sicilia

Impianti sportivi, c’è la stangata | Il piano della giunta Orlando

La giunta presenta al consiglio comunale un pacchetto di aumenti sul biglietto per l'ingresso e l'uso delle strutture sportive pubbliche: dalla piscina al velodromo, dalla palestra di viale del Fante al Palauditore. Ecco quanto costerà fare esercizio fisico in città.

37 Commenti Condividi

PALERMO – Quanto costa la gestione degli impianti sportivi palermitani? Oltre 6,7 milioni di euro. E a quanto ammontano gli incassi da tariffe e biglietti? A 477 mila euro, pari al 7,07% dei costi. E allora la giunta Orlando ha pensato bene di proporre al Consiglio comunale, che su questa materia è sovrano, di aggiornare, quasi raddoppiandole, le tariffe, ferme al 2004, per arrivare a un incasso di 854 mila euro in grado di coprire almeno il 12,65% delle spese. Inoltre non ci sarebbe più una tariffa fissa ma fasce di prezzo dettagliate in base a orari, tesseramenti e tipologia di attività. Resterebbe gratuito l’ingresso per scuole comunali, forze dell’ordine, forze armate, vigili del fuoco, Croce Rossa e Protezione Civile.

Un deciso ritocco dei prezzi verso l’alto che potrebbe suonare come una beffa agli occhi di chi frequenta quotidianamente gli impianti sportivi pur lamentandone le gravi carenze strutturali e di manutenzione. In questo senso l’amministrazione ha inteso iniziare un’opera di risanamento stanziando quasi 100 mila euro a testa per la piscina comunale e lo Stadio delle Palme. Ma questo potrebbe non bastare agli occhi di molti componenti di Sala delle Lapidi. Appreso del provvedimento (che non è ancora passato al vaglio della commissione Sport ma è consultabile sull’albo pretorio), in più d’uno hanno sollevato dubbi sui rialzi proposti. Per questo, dai pareri che circolano a Palazzo delle Aquile, c’è la possibilità che il nuovo tariffario esca stravolto dall’esame in aula.

Il biglietto di ingresso individuale di 1,55 euro per la piscina comunale, sempre secondo il piano dell’amministrazione, passerebbe da un minimo di 2 a un massimo di 5 euro. Così cambierebbero le altre tariffe: oraria per il nuoto (corsia intera) dai 15 ai 20 euro (attualmente 12 euro), oraria per il nuoto, il sincronizzato, l’attività subacquea e la pallanuoto (vasca intera) dai 70 ai 110 euro (attualmente 56 euro), oraria per manifestazioni natatorie e tuffi (esclusa la pallanuoto) dai 100 ai 150 euro (attualmente 90 euro), giornaliera per le manifestazioni natatorie dai 220 ai 330 euro (finora 200 euro), i corsi di attività subacquea (un’ora tre volte la settimana fino a un massimo di 18 utilizzi) dai 350 ai 400 euro (attualmente 320 euro), le tessere con le agevolazioni per atleti e pallanuotisti di interesse nazionale dai 150 e i 300 euro (contro gli attuali 50). Aumenti anche per la palestra annessa all’impianto di viale del Fante: la tariffa oraria feriale, che partiva da 14 euro, passerebbe da un minimo di 20 a un massimo di 40, mentre quella giornaliera, che partiva da 60 euro, passerebbe dai 100 ai 250 euro.

Allo stadio delle Palme “Vito Schifani” la giunta Orlando vorrebbe istituire ex novo tariffe prima assenti: una annuale per gli atleti iscritti ad una società (dai 10 ai 15 euro in base al numero degli atleti tesserati presso le società), una giornaliera per l’utilizzo occasionale per gli allenamenti da parte delle società non affiliate a Eps o Fidal (dai 25 ai 50 euro); una per le manifestazioni (dai 60 ai 150 euro, per le non affiliate dai 100 ai 150 euro); una oraria per gli allenamenti delle scuole private e superiori (dai 10 ai 20 euro). Tutti servizi che fino a questo momento sono stati gratuiti. Il biglietto d’ingresso giornaliero andrebbe da 2 a 5 euro (finora è stato di 2 euro); l’abbonamento annuale individuale dai 50 ai 100 euro (contro gli attuali 40); la tariffa giornaliera per le società riconosciute dal Coni andrà dai 60 ai 100 euro (ora ferma a 35 euro); l’uso temporaneo, comunque non superiore al mese, per le società non affiliate a Eps o Fidal dai 100 ai 150 euro (contro gli attuali 90 euro).

Capitolo Velodromo “Paolo Borsellino”: il campo di gioco per calcio, rugby e football costerà dai 100 ai 150 l’ora (finora la tariffa è fissata a 68 euro), la sala stampa dai 10 ai 20 euro l’ora (attualmente 6,50 euro), la pista ciclistica, riservata alle società affiliate alla Federazione Ciclismo, costerebbe dai 20 ai 30 euro l’ora (ora 13 euro), la palestra annessa all’impianto dai 10 ai 15 euro l’ora (al momento 8 euro), il canone giornaliero per tutte le altre manifestazioni sportive riconosciute dal Coni passa dai 220 ai 300 euro (attualmente 190 euro). Stesso discorso per il Diamante del baseball: la tariffa oraria diurna sarebbe dai 100 ai 150 euro (finora 34), la tariffa forfettaria giornaliera passa dai 250 ai 300 euro (attualmente 207 euro).

Non fanno eccezione nell’opera di razionalizzazione dei prezzi neppure il Palauditore e il Palaoreto, la palestra di atletica pesante di Borgo Nuovo (anch’essa bisognosa di una profonda ristrutturazione), le palestre di Borgo Ulivia, Sperone e San Ciro, la pista di pattinaggio scoperta, i campi all’aperto, gli impianti sportivi scolastici. Previa approvazione di Sala delle Lapidi, al Palauditore e al Palaoreto si pagherebbero dai 25 ai 60 euro nella fascia oraria feriale (attualmente 26 euro), dai 10 ai 15 per la saletta minore nella fascia oraria feriale (ora 8 euro) e dai 100 ai 250 nella fascia giornaliera (fino a questo momento 120 euro); a Borgo Nuovo la nuova tariffa oraria feriale andrebbe dai 10 ai 15 euro contro i 7 euro attuali) e giornaliera dai 70 ai 130 (contro i 50 euro previsti dal tariffario in vigore attualmente); a Borgo Ulivia la tariffa oraria feriale oscillerebbe dai 25 ai 60 (attualmente è 20 euro); allo Sperone oraria feriale dai 25 ai 60 (al momento 14 euro) e giornaliera dai 100 ai 250 (ora ferma a 60 euro); a San Ciro oraria feriale dai 10 ai 15 (contro i 7,50 euro attuali). Alla pista di pattinaggio scoperta il biglietto d’ingresso individuale dovrà attestarsi dai 2 ai 5 euro (ora 1), la tariffa oraria feriale dai 20 ai 50 (finora 20 euro), le manifestazioni ufficiali dai 120 ai 170 (al momento 100 euro); per i campi all’aperto tariffa oraria feriale uguale per tutti: dai 10 ai 20 euro contro i 7 euro attuali. Nelle palestre coperte tariffa oraria dai 10 ai 20 euro (attualmente 8,50), giornaliera dai 40 ai 100 (al momento si pagano 40 euro), mentre nelle aree attrezzate all’aperto la tariffa oraria feriale sarà dai 10 ai 15 euro contro la vigente tariffa di 5,50 euro.

Per dare forza al provvedimento la giunta sottopone ai consiglieri una tabella di confronto con tariffe e biglietti di altri capoluoghi regionali. E in effetti le differenze sono rimarchevoli, se si pensa che a Firenze la piscina comunale costa 4,50 euro a ingresso, a Roma 5,40, a Genova 5,15, a Milano da 3,50 a 5,50. Restando alle piscine, la tariffa feriale per i match di pallanuoto nel capoluogo siciliano al momento è di 60 euro, a Firenze di ben 153 euro, a Milano dai 125 ai 200, a Torino addirittura 208. Per l’affitto del campo da baseball, che a Palermo attualmente costa 207 euro, a Firenze chiedono 250 euro e a Torino dai 452 ai 623 euro, mentre Bologna è in controtendenza con 117,60 euro. L’ingresso individuale allo Stadio delle Palme (dai 2 ai 5 euro), invece, diventerebbe un po’ più caro rispetto agli impianti equivalenti di Firenze, Milano, Torino e Catanzaro, che si attestano tutti intorno ai 2-3 euro, mentre a Genova costa appena 86 centesimi. Per pattinare, infine, mentre a Palermo è sufficiente versare un euro, a Roma bisogna scucirne 4, a Firenze 5, a Milano 3, a Torino 6.

“Questo provvedimento – afferma il presidente della commissione Sport, Fausto Torta – deve comunque passare dalla commissione e dal Consiglio e dovrà essere giustificato da un’adeguata qualità dei servizi. In aula a mio parere potrebbero esserci forti contrasti perchè saranno rappresentate le esigenze di tutti, dai singoli utenti alle società, che attraversano, come ogni altro settore, un periodo di crisi economica”. “Mi sembra corretto – continua Torta – immaginare un adeguamento alle città più grosse se alla base c’è l’idea che questi aumenti corrispondano a maggiori investimenti. Come commissione stiamo predisponendo due regolamenti, uno specifico per la piscina comunale e uno generale sullo sport”.

L’innalzamento delle tariffe “viene da noi formulato – dice il vicesindaco con delega allo Sport, Cesare Lapiana – volutamente dopo che sono partiti gli stanziamenti per i necessari lavori di adeguamento e ristrutturazione degli impianti principali: la piscina, lo stadio e il Palasport. Purtroppo – prosegue Lapiana – gli impianti comunali hanno subito un periodo di grave abbandono cui stiamo facendo fronte con ingenti stanziamenti – come dimostrano i lavori di manutenzione appena decisi per la piscina e lo Stadio che hanno un valore pari a circa la metà di tutti gli introiti registrati nel 2012 – anche in vista della nostra candidatura a Capitale europea dello sport; con questi piccoli adeguamenti, che manterranno comunque le tariffe al di sotto di quelle degli impianti privati così come degli impianti pubblici di altre città, potremo recuperare una parte dei costi, per investirli nel miglioramento dei servizi”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

37 Commenti Condividi

Commenti

    Un appello al consiglio comunale e ai consiglieri. SFIDUCIATE orlando salvate palermo dopo Cammarata uno peggio di lui ci è capitato

    Ma nelle altre città che sono state prese come riferimento (a convenienza) i servizi le strutture l’organizzazione sono come quelli che offre la nostra amministrazione? Penso che si voglia solo allineare le tariffe agli standard delle altre grandi città,attenzione solo le tariffe ,i servizi resi ai palermitani rimarranno tali e quali ,chi vivrà vedrà…….

    RAGAZZI, UN PAIO DI SCARPE DA RUNNING, UNA MAGLIETTA ED UN PAIO DI PANTALONCINI, E FATE ATTIVITA’ FISICA SENZA PAGARE UN SOLDO,CREDETEMI MOLTO MEGLIO DELLA PUZZA DELLE PALESTRE SIA COMUNALI CHE PRIVATE.

    Che schifo di amministrazione

    In piscina non ci sono neanche armadietti sufficienti per tutti i nuotatori e voi aumentate il bliglietto??? spesso siamo costretti a portarci la borsa fino a bordo vasca perchè non ci sono armadietti disponibili negli spogliatoi, e devi nuotare con la paura che la aprono e si fregano lo smartphone mentre nuoti.

    Pago 1,55 per ingresso alla piscina comunale ma sarei disposto a sborsarne anche 2 ma avere un miglioramento dei servizi ed un completo orario d’ingresso (8-22),effettivamente si paga poco ….però’ che servizi scadenti!!!

    Palermo capitale dello sport, grande orlando, ma quando te ne vai, prova a dimezzare il tuo stipendio e dei tuoi consiglieri.

    Si certo! Aumentiamo il prezzo del biglietto…….5 volte su 10 che vado in piscina trovo chiuso!
    Una volta per i caldaisti, una volta per lutto, una volta per pericolo crollo tetto, acqua sporca allarmi di ogni genere…..armadietti che non funzionano……..e ora la beffa dell’aumento del tiket per avere sempre disservizi come del resto su tante altre mancanze della città rispetto alla norma.

    che vuol dire minimo 2 euro e massimo 5 ? non bisogna essere dei maghi della finanza per capire che un simile ritocco causerà una inevitabile fuga di utenti verso altre strutture ed una riduzione degli spazi acqua delle società. il risultato sarà che il comune comunque non aumenterà i propri introiti, i costi di gestione rimarranno uguali e qualche furbone ne approfitterà per privatizzarla.

    Dopo il fallimento nella gestione dei rifiuti …

    dopo il fallimento nella gestione del decoro e del traffico urbano, un caos totale specie in questi giorni di shopping natalizio …

    adesso pure questo? Ma non si vergogna Orlando?
    E meno male che lui “lo sa fare” … ma per favore!!!

    Io l’ho pure votato il “signor” sindaco … ma credo di aver dato il voto piu’ sbagliato della mia vita.

    cosa hanno in più di un onesto cittadino che paga le tasse, le forze dell’ordine e le forze armate che non devono pagare? non basta loro che gia’ gli paghiamo gli alloggi a questa categoria protetta adesso basta! dal momento dell’aumento del biglietto la piscina comunale sara’ frequentata solo dalle categorie protette!!!!!!!

    io sono d’accordo a pagare anche 5 euro per un ingresso in piscina, però a condizione che l ‘impianto sia impeccabile, cosa che ahime a palermo non è proprio possibile.

    riguardante i calcoli del sindaco orlando forse si è dimenticato di considerare che non è detto che raddoppiando il prezzo di ingresso, le persone vadano con la stessa frequenta, anzi per la legge della domanda e dell’offerta non è proprio così paradossalmente visto la qualità dei servizi offerti a lviello comunale potrebbe avere ben meno dei 477 mila euro, a quel punto credo che si dovrebbe boicottare l impianto comunale e dirigersi verso quelli privati….
    non per cosa ma io vado alla piscina comunale, oltre che per praticità anche perché costa meno di una privata, ma se raddoppiano il costo andrei senza dubbio in una privata, dove l’acqua è pulita, posso fare anche palestra, ci sono armadietti per tutti ma soprattutto è completamente un altro mondo….

    come detto più volte questi aumenti sono necessari, i prezzi attuali sono ridicoli, palermo ha degli impianti che altre città si sognano

    La cosa migliore e’ prima sistemare tutto l’impianto e poi alzare il biglietto e far pagare tutti..

    Ci vuole coraggio a proporre queste tariffe!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Parlo personalmente per la piscina comunale; non si può fare alcun paragone con i costi del resto delle piscine di tutta l’Italia (confrontiamo i servizi!!!!!!!!!!!!!!!).
    Prima il prof. Ollando (il sinnaco lo sa fare!) adegui la piscina comunale al resto di tutte quelle nominate nell’articolo su indicato e poi se ne può parlare.

    L’ONESTA INTELLETUALE E QUELLA CHE QUESTO CONSIGLIO COMUNALE DIA SUBITO LA SFIDUCIA A QUESTO SINDACO E DIMOSTRI CHE GLI INTERESSI DEI PALERMITANI VENGANO PRIMA DELLE POLTRONE

    Appello al consiglio comunale sfiduciare Orlando e la sua giunta parassitaria

    Da perfetti sinistrati l’unica cosa che sanno pensare è aumentare tasse, tariffe, costi e via via discorrendo.

    si sognano??? ma in quale italia abita questo qui???

    scusate ………. a quelli che sono contenti se aumentano l’ingresso a 5 euro ……… io vado in piscina quasi ogni giorno (e non sono il solo)
    aumentare da 1,55 a 5 mi pare una follia totale !!!!!!

    Perche non presentano il rendiconto dei 6,7 milioni di euro (svete letto bene !) Per la gestione ? Chiedete la pubblicazione dei costi a tutti i costi e solo dopo si ouo parlare di altro . 6,7 milioni di euro è assurdo allucinante una spesa sproprzionata rispetto a tutte le altre città d italia e del mondo

    io ci vado quasi ogni giorno … aumentare da 1,55 a 5 euro sarebbe una follia completa ….

    Aumentare il prezzo del biglietto per migliorare i servizi?
    Quanto volte abbiamo sentito sta barzelletta in tanti altri campi di applicazione?

    No, signori miei. PRIMA vedere cammello.

    PRIMA migliorino i servizi e SOLO POI possiamo discutere di un eventuale PICCOLISSIMO aumento del prezzo. Per es. possiamo passare da 1,55 ad 1.80 … ma puntare a cifre piu’ alte mi parrebbe un controsenso in una “citta’ per il popolo” come Palermo vorrebbe essere.

    necessari gli aumenti? ma scherziamo? e’ l’unico centro sportivo che offre prezzi popolari … in una fase storica di fame come questa … anche la piscina dobbiamo rendere inaccessibile?! ma per cortesia!!!

    Prima di aumentare i costi,perché la giunta non si fa una passeggiata e va a constatare lo stato di degrado igienico/strutturate in cui versa la struttura?(piscina comunale).La struttura non offre nessun servizio scarsa pulizia nessun tipo di vigilanza (bagnini),accessori negli spogliatoi guasti,per me genitore di un ragazzo che frequenta questa struttura e’una continua battaglia con le associazioni sportive che logicamente danno la colpa alle infrastrutture Siciliane.

    Mi sfugge la ragione per la quale polizia forze armate etc…..debbano fruire gratuitamente degli impianti……

    solo critiche, provate Voi a gestire la città, con i lavoratori e impiegati che si ritrovano le amministrazioni. Non mi dilungo tanto tutti conosciamo la realtà

    lui ha detto che sapeva farlo…lo sa fare o no???

    Aumenti sacrosanti!! È assurdo che i biglietti coprano solo il 7% dei costi.solo così si può sperare in servizi migliori.e comunque rimane sempre più conveniente che iscriversi in palestre e piscine private

    CON TUTTE LE TASSE CHE PAGHIAMO !!!!

    è già inaccessibile, gratuitamente inaccessibile. ho abitato in tutte le parti d’italia e fatto sport in tutta italia. Palermo è una città dove la fame è atavica, ma una cosa è il prezzo del biglietto, altro è il diritto di fare attività sportiva a prezzi accessibili. Se poi vogliamo affermare che della fame di qualcuno debba beneficiare l’iphone di qualcun altro, fate pure

    concordo ragione non ve ne è, non sono disagiati, né invalidi

    Live Sicilia si deve vergognare. Mettere in grassetto quello che è male e in secondo piano tutto il resto. Il prezzi delle altre città li dovete mettere anche in grassetto.
    Siete di parte e basta. Non volete Orlando. Volevate Ferrandelli ma purtroppo vi finì male.
    Veramente una grande redazione e un grande giornale.
    Libera opinione e senza offesa.

    Prima di aumentare le tariffe bisogna fare una seria ricognizione del personale…..a che serve aumentare le tariffe se mancano i dipendenti? E quelli che ci sono, sono part-time? Avremo sempre problemi…..PAGANDO DI PIU’!!!

    Sarà bravo, per lei, ma è capitato in un periodo, per fare il sinnaco, che era meglio starsene a casa. Oltre al governo nazionale, lui sta aumentando le tasse comunali e vedrete le batoste il prox anno……

    ferrandelli rapresenta il nuovo della politica del cambiamento, orlando lo stravecchio della politica con modi superati, le circostanze lo evidenziano.

    CARI CONSIGLIERI DEL PD AVETE L’OCCASIONE PER DIMOSTRARE AI PALERMITANI CHE VOLETE CAMBIARE QUESTA MARTORIATA CITTA,’ SFIDUCIATE SUBBITO ORLANDO E QUELLO CHE E’ RIMASTO DELLA SUA GIUNTA , LA DESTRA VI APPOGIERA SPERO DI SI .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.