In quattro aggrediscono poliziotto | Messina, fermato un uomo - Live Sicilia

In quattro aggrediscono poliziotto | Messina, fermato un uomo

Forse alla base dell'aggressione una lite per strada.

Calci e pugni
di
0 Commenti Condividi

MESSINA – Un poliziotto che ieri mattina si stava recando al lavoro con la propria auto, è stato tamponato intenzionalmente in via Manzoni, a Messina; poi è stato minacciato e insultato da quattro persone che lo hanno aggredito a calci e pugni, colpendolo al volto e al costato. Poco prima dell’aggressione, avvenuta intorno alle 7, il poliziotto aveva evitato per un soffio l’auto sulla quale viaggiavano i quattro – uno dei quali è stato fermato – e che sfrecciava ad alta velocità lungo viale Giostra. Forse infastiditi dall’agente che li invitava a rallentare e rispettare la segnaletica, lo hanno raggiunto e dato il via all’aggressione, persistendo anche quando la vittima si è qualificata come poliziotto e ha tentato di chiamare la sala operativa.

Solo l’arrivo di alcuni cittadini li ha fatti desistere e scappare. Ma la fuga è durata pochi minuti: in via Garibaldi i quattro malviventi hanno perso il controllo dell’auto, che si è ribaltata. Abbandonato il mezzo, hanno cercato di far perdere le loro tracce. Uno dei quattro, Letterio Ferrara, 25 anni, è stato individuato in via Martino mentre, claudicante, si nascondeva tra le auto in sosta. Dovrà rispondere di rapina impropria – insieme ai complici ha strappato via il telefonino all’agente che cercava di chiedere ausilio – minacce, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. La Polizia è sulle tracce degli altri tre.

(Fonte ANSA)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *